4 gennaio 2019

il primo film dell'anno


Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità 

At Eternity’s Gate di Julian Schnabel



Forse ve l'ho già detto, ma certe cose è sempre meglio ripeterle: io amo Willem Dafoe. 
Da qualcosa come 35 anni, mese più, mese meno. 
Ed è principalmente per questo che ho visto "At Eternety's gate". 
Anzi, a pensarci bene è ESCLUSIVAMENTE per questo che l'ho visto. 
Perché di film su Van Gogh ne avrò visti una mezza dozzina, e insomma, diciamo che conosco più cose su di lui che su mio zio Fernando.


Detto questo, cosa vi posso dire del film di Schnabel? Che, come ha detto Sua Bionditudine appena usciti dalla sala, l'uso della camera a mano, se non sei un reporter che sta facendo riprese in zona di guerra, ha veramente sfrancicato i maroni, e che - aggiungo io - se avesse tagliato metà delle scene in cui Van Gogh cammina, cammina, cammina, il film sarebbe durato a malapena un'ora. 
Ma, a parte questo, l'interpretazione di Dafoe è qualcosa di immenso, e la Coppa Volpi a Venezia è decisamente e assolutamente strameritata.
Poi vi può capitare che voi di Van Gogh non sappiate un cazzo, come ad esempio il gruppo di rumorose signore sedute davanti a noi in sala, che alla fine ha esclamato "ma muore così?

Esatto.

 





13 commenti:

  1. E allora credo proprio aspetterò un'uscita su Netflix o simili, così mi potrò godere Dafoe in lingua originale u__u

    Ovviamente Van Gogh muore trafitto dal suo aliante volante mentre combatte contro Spider-Man, giusto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in effetti il v.o. l'avrei preferito anch'io, ma purtroppo ci si deve accontentare... Però il doppiatore non è stato nemmeno malvagio, ti dirò.
      E comunque sì, credo sia morto proprio così. :)

      Elimina
  2. Dopo le vette di Loving Vincent stento a credere che un altro biopic farà meglio, ma Dafoe vale sempre sempre la visione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me, che notoriamente sono una brutta persona, Loving Vincent non ha fatto impazzire, e questo insomma.. ma Willem Dafoe è davvero superlativo

      Elimina
  3. Aspetto di vederlo per giudicare (ma la camera a spalla la odio a prescindere) ma commento per dirti grazie, grazie, e grazie per aver tolto lo sfondo nero che mi mandava in pappa la retina!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti svelo un segreto: l'ho tolto per lo stesso motivo!!! 😂

      Elimina
  4. Dafoe assolutamente straordinario, il film assolutamente nella media (anche un pochino sotto). Non ci siamo mai trovati così d'accordo! :)

    RispondiElimina
  5. Dopo Loving Vincent ha senso questo film? Per me no, eppure per Dafoe potrei fare un sacrificio ;)

    RispondiElimina
  6. A me invece Loving Voncent era piaciuto molto ^^' Schnabel da che ha smesso di fare l'artista ha un percorso strano - e dubito che riuscirà mai più a toccare le vette de Lo scafandro e la farfalla - ma Dafoe va visto a prescindere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente! Comunque a me tutti gli altri film di Scnabel sono piaciuti.

      Elimina