24 luglio 2018

Scozia 2018 - la partenza (e l'arrivo, ecc.ecc.)

Siamo partite lunedì (2 luglio) perché i voli della domenica erano troppo cari. Se sei low cost e poi mi costi più di BA tanto vale, no?

Il nostro volo è partito in orario, e altrettanto in orario siamo arrivate ad Edimburgo. Peccato che poi abbiamo perso tempo al controllo passaporti. Manco questi fossero usciti dall'Europa. Ah no, aspetta, effettivamente, per quanto gli scozzesi non ne avessero intenzione, sono effettivamente usciti dall'Europa. Dopo un po' di coda siamo finalmente uscite dall'aeroporto. Per ritirare l'auto a noleggio devi camminare, camminare, camminare, camminare e arrivare in un edificio dove sono raggruppate tutti i banchi delle compagnie. Data l'ora (erano le 8 di sera) non c'era molta gente.

20 luglio 2018

Scozia 2018 - l'organizzazione del viaggio

Da amante di paesaggi esotici e spiagge bianche, dove si viaggia in infradito e canotta h24, e un plateau royal ti costa come un cornetto algida, la meta di quest'anno è stata la Scozia.
Come? La Scozia non è un paese esotico e con i soldi di un plateau royal forse riesci a comprare un cornetto algida? 
Forse avete ragione.
In ogni caso sono andata in Scozia ugualmente. 
E a luglio, cosa per me abbastanza insolita.
Il problema - se di problema possiamo parlare - è che i voli intercontinentali mi sfiniscono, all'arrivo sono rincoglionita per una settimana e al ritorno rimango rintronata per due. Quindi dovrei prendermi una settimana di ferie quando arrivo e due quando torno. E, siccome non sono Chiara Ferragni, la cosa è alquanto complicata. 

* * *
Itinerario iniziale

19 luglio 2018

Praga all'improvviso

Verso la fine di maggio mi scrive su whatsup Sua Bionditudine: "che ne dici di un week end a Praga a metà giugno?" 
La mia risposta, dovuta in parte alla formazione classica, in parte all'educazione elisabettiana, è stata: "Minchia sì!"
Eravamo state a Praga nel 1992. 
Mi ricordavo una città bellissima, e, siccome era marzo o giù di lì, anche un freddo maiale. 
Posso confermare che la città è tuttora bellissima, ma, complice l'assenza del freddo maiale - siamo pur sempre a giugno - è piena di gente. Quando dico PIENA, intendo TROPPO PIENA. Quando dico gente intendo BRUTTA GENTE. 
Lo so, non è un atteggiamento di pace e tolleranza il mio, anzi, diciamolo, sembro una fottutissima snob con la puzza sotto il naso. Ma è più forte di me, non ci posso fare niente. La gente è brutta. E non mi piace. E, che si sappia, sono effettivamente una fottutissima snob di merda. Perché le cose prima o poi bisogna pur dirle.