26 marzo 2013

Walker

Walker non è un brutto film.
Walker, purtroppo, non è nemmeno un bel film.
Walker è, fondamentalmente, un film strano. 
In rete ho trovato la definizione di "acid western". Nel senso che forse per apprezzarlo devi imbottirti di acido prima di vederlo. Ma, essendo io contraria agli acidi, l'ho visto in una piovosa domenica primaverile. Magari era acida la pioggia? Va a sapere. Io - tanto per cambiare - lo ero di sicuro. Talmente acida che ho telefonato a un'amica perché mi andasse a comprare le sigarette, che nemmeno avevo voglia di vestirmi e uscire. Lei è arrivata. Con le sigarette. E il ramoscello di ulivo, pure.  
Ma torniamo al film. Che alla fine è la storia più o meno verosimile di William Walker, personaggio realmente esistito. Non guardate me, io in storia ero una capra abbonata al 4 fisso, e in rete potete trovare informazioni sicuramente più precise di quanto io non sia in grado di fornirvi.
Con l'idea di esportare la democrazia (è più forte di loro, evidentemente) venne ingaggiato come mercenario  per ristabilire l'ordine in Nicaragua (siamo attorno al 1850, più o meno) all'epoca alle prese con la guerra civile. Walker, personaggio simpatico come un dito al culo quando hai le emorroidi infiammate, interpretato da Ed Harris, che è uno dei motivi per cui ho deciso di vedere il film, prima conquistò il Nicaragua, poi si fece prendere un po' la mano, autoproclamandosi presidente dello stato e progettando di conquistare anche Guatemala, Salvador, Honduras e Costa Rica.  
Alex Cox dirige quest'opera a metà strada fra Peckinpah e Tarantino, infilandoci dentro anacronismi a manciate, dal sorpasso di una carovana da parte di una mercedes al salvataggio in elicottero delle truppe durante la battaglia finale. Delirante.
Ma, oltre a Ed Harris, la cosa più pregevole del film, è la colonna sonora. Firmata da Joe Strummer.


27 commenti:

  1. Buongiorno!
    Arrivare presto al lavoro ha i suoi vantaggi, anche se a volte mi sento come di fronte ad un campo innevato immacolato. Sarà il caso di lasciare le prime impronte e rovinare lo spettacolo, oppure godersi la sensazione del primato?
    Boh.

    p.s. Io ieri invece ho visto Magnifica Presenza.
    Non m'è dispiaciuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno a te.
      Arrivare presto è una sensazione abbastanza sconosciuta, da queste parti. E stamattina sembrava la giornata del coglione alla guida. Ma la gente, se non sa come funzionano i caselli dell'autostrada, perchè non prende la statale?
      Magnifica presenza non mi aveva entusiasmato.

      Elimina
    2. e' colpa delle istituzioni. Non essendoci servizi pubblici degni di nota e dovendo sostenere le industrie dell'auto, dei pneumatici, delle assicurazioni, del petrolio, delle accise, dei meccanici, dei ricambi, del trasporto su gomma che distribuisce i ricambi e la benzina, degli autovelox, dei divieti di sosta, l'APCOA, l'ACI, le autostrade e relativi caselli...
      insomma ti obbligano a muoverti in automobile ed ecco i risultati.
      poi sei preso in mezzo tra la sensazione di fare qualcosa di estremamente sbagliato e giustamente punito (inquini, vai troppo forte, parcheggi dove non devi, sei un delinquente etc...) e la leggiadra immagine pubblicitaria, che se guidi sei libero e avventurosamente alla scoperta del mondo.

      Non so. Mi pare sia come quando il medico che ti asculta ti dice: "tossisca" e tu "cough coug". e lui "ancora" e tu "cough cough" e lui "ancora un po'..." e tu "cough cough cough".
      All fine, togliendosi l'ascultopio dalle orecchie ti annuncia: "ah, ma lei ha la tosse!".

      Elimina
    3. Le istituzioni non c'entrano una beata minchia. E' colpa della gente che non è in grado di leggere la segnaletica di indirizzamento dei caselli, visibile da lontano. Giallo = telepass. Blu = Viacard. E se sei daltonico puoi leggere le scritte. Se sei daltonico e analfabeta non dovresti nemmeno avere la patente, quindi non si spiega perchè tu stia guidando un'auto.

      Elimina
    4. Ahahahah, buongiorno Poison, vedo che stamane s'è alzata col sole in fronte??? Purtroppo di gente strana alla guida (e non solo) ce n'è parecchia (strano ha un significato "accogliente", sostituiscilo con un aggettivo a tua scelta)...non sarà un bel film, ma l'immagine mi piace. Spero solo che gli anacronismi fossero voluti dal regista °-°

      Elimina
    5. Buongiorno caro! Si nota così tanto? :)

      Comunque sì, gli anacronismi sono assolutamente voluti, ci mancherebbe pure che inavvertitamente ti "sfugge" un elicottero nella scena finale! :)

      Elimina
    6. Ma perchè TUTTI sono convinti di guidare bene e sono sempre gli altri a far cazzate? Comunque, io non guido dal 2005 e ho lasciato scadere la patente, quindi mi estraneo dalla lotta.
      A proposito del film direi che gli anacronismi sono assolutamente parte del disegno artistico del regista, solo che non te li aspetti proprio, e ti chiedi "ma sto uscendo pazza?" O, perlomeno, io ho reagito così. Ma è la colonna sonora da ascoltare, bella bella bella, io lo amavo Joe Strummer.

      Elimina
    7. Perchè quando entri in autostrada e la macchina davanti a te al casello infila la retromarcia perchè si è accorta di essere in una pista no-telepass, e quando arrivi al casello successivo e la macchina davanti a te (che non è la stessa di prima) infila la retromarcia perchè si è accorta di essere in una pista no-telepass è chiaro che non sono io, sono loro. Porco di quel cazzo malato.

      Elimina
    8. io ho visto anche una sbarra del telepass calare impietosa sul tettuccio di una macchina...non me lo farò mai il telepass...a parte che frequento l'autostrada a ogni dimissione di papa...e infatti sabato...

      Elimina
    9. Io l'autostrada la frequento ogni giorno, ma immagino si fosse capito... E il telepass è comodo, a saperlo usare. ;)

      Elimina
    10. molto comodo. è scomodo invece avere le piste posizionate all'estrema destra, come in arrivo a Milano sulla A7.
      Se non vuoi farmi fare la coda, tienimi a sinistra no?

      Elimina
    11. Il massimo sono quelli che sbagliano casello, fanno retromarcia e beatamente passano davanti a tutti i caselli mentre tu arrivi ai 100 all'ora ;-)))...comunque il telepass appartiene a quella schiera di cose che finiscono nella lista dei "mai più senza"...concordo con Vipero comunque, a volte le corsie sono messe a cazzo (anche se ne posso intuire il perché)

      Elimina
    12. Lascia stare, che ho visto cose...
      Una volta al casello il tizio davanti a me è arrivato, ha dato il biglietto al casellante e poi, con tutta la calma di questo mondo e quell'altro, è sceso dall'auto per recuperare il portafogli. Che teneva comodamente nel baule.

      Elimina
    13. io, tra le stragi da fare in lista (ciclisti sportivi, camperisti, camionisti) ho anche: quelli che viaggiano in corsia centrale a 97,86km/h.

      spesso col retronebbia acceso, anche il 15 di agosto alle 14.32

      Elimina
    14. L'odio. Quelli che si piazzano nella corsia centrale e non li smuovi nemmeno col bazooka. Ma la frase "occupare la corsia libera più a destra" è davvero così difficile da comprendere?

      Elimina
    15. Io li supero sempre a destra quelli ;-)))

      Elimina
    16. Ah Poison, cambiando discorso, hai mai letto niente di David Foster Wallace??

      Elimina
    17. Fascino, io ho quasi pianto quando DFW si è suicidato. Non ho ancora letto "infinite jest", che le dimensioni mi spaventano, ma parecchia altra roba sua sì. Perchè me lo chiedi?

      Elimina
    18. Così, non ho mai letto niente di suo ed ero sicuro che tu l'avessi fatto...con cosa potrei iniziare secondo te? Avevo pensato a Infinite Jest infatti, ma mi sembra troppo "ingombrante"...

      Elimina
    19. Io avevo iniziato con "Tennis, tv, trigonometria, tornado (e altre cose divertenti che non farò mai più)" ma mi erano piaciuti anche "La ragazza coi capelli strani" e "Brevi interviste con uomini schifosi"

      Elimina
    20. Pensavo anch'io di iniziare con Tennis ecc., m'è venuta voglia dopo aver visto Strade Perdute di Lynch...brava Poison, ti meriti un 7+!!
      Grazie per i suggerimenti, li apprezzo molto (sì, ti sto prendendo un po' per il culo, ma quello è più forte di me ;-))) )

      Elimina
    21. se trovi coda non spazientirti. c'è un sacco di gente che adora prendermi per il culo. Potrebbe essere un'occasione interessante per fare nuove amicizie! :)

      Elimina
    22. C'è modo e modo di farlo...io ho una fila tutta mia...e poi non sono così socievole, anzi! ;-)))

      Elimina
  2. Dalle mie parti hai vinto un Liebster Award.
    Congratulazioni.

    RispondiElimina
  3. Ti giuro, ho letto tutto il posto convinto che la seconda frase recitasse "Walker, purtroppo, non è nemmeno un brutto film" infatti non ci ho capito una mazza del tuo parere. Solamente alla fine, quando ho riletto, ho trovato un senso alle tue parole.
    E comunque, se c'è Joe Strummer di mezzo, un minimo d'attenzione questo film se la merita eccome.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pesa, credo che la colonna sonora sia la cosa migliore del film!

      Elimina