10 marzo 2013

Johnny got his gun (e Johnny prese il fucile)

"Quando il paese chiama, si deve andare"
"Nessuno dovrebbe farlo"

Tutti invece dovrebbero vedere questo film.
Dalton Trumbo ha scritto l'omonimo romanzo (che io, tanto per cambiare, non ho letto) nel 1939, e nel 1971 ne diresse l'adattamento cinematografico. Fu il suo unico film da regista, mentre come sceneggiatore spesso sotto falso nome, in quanto sospettato di essere anti-americano nonché comunista (!) nell'America maccartista, ha firmato cose come Exodus, Spartacus, Papillon, giusto per citarne alcune. Suo è il soggetto di "vacanze romane", per il quale vinse l'Oscar.
Con questo film ci consegna uno dei più importanti manifesti pacifisti di tutti i tempi.
Joe Bonham, vittima di guerra, viene portato in ospedale. Sordo, cieco, privato dell'uso della parola, senza più né braccia né gambe, ma incredibilmente vivo, é, contrariamente a quello che pensano i dottori che lo credono soltanto un vegetale che respira, ancora in grado di pensare, e soprattutto di capire quello che succede attorno a lui, ma non può comunicarlo a nessuno.
Viene sistemato in un ripostiglio dell'ospedale, dove nessuno possa vederlo. Si affida pertanto all'unica cosa che gli rimane: i suoi pensieri, alternando momenti felici della sua vita, a sogni in cui non riesce a capire se è lui a dominarli o se sono i sogni stessi a condizionarlo. E sarà grazie a uno di questi sogni che troverà il modo di comunicare con l'esterno, tramite l'alfabeto Morse. La sua "gioia" ha vita breve, perché dopo aver comunicato allo staff medico il suo desiderio di essere mostrato al mondo affinché tutti possano vedere gli orrori generati dalla guerra, capisce che i dottori non lo accontenteranno mai, preferendo mantenere il segreto. Chiederà inutilmente di venire ucciso, ma anche questa volta le sue richieste non verranno esaudite.


22 commenti:

  1. Film bellissimo, e romanzo ancora meglio.
    Uno dei Capolavori dell'antimilitarismo.
    E Trumbo un grande, sempre contro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film è splendido, confermo.
      Proverò a recuperare il libro, a questo punto. Ammesso che io riesca a trovarlo, che già recuperare il DVD non è stato facile.

      Elimina
  2. è un film struggente e terribile, bellissimo, che ti resta dentro

    RispondiElimina
  3. Grazie della segnalazione, vedrò di recuperarlo al più presto, almeno in video, visto che il libro sembra essersi volatilizzato...buona domenica signora mia! ;-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In video si trova. Vedi di recuperarlo in fretta, che se la Tiz scopre che non l'hai mai visto sarebbe capace di toglierti il saluto! :)

      Il libro non si trova? Immaginavo. Mi metterò a perlustrare le bancarelle. O, al limite, le biblioteche...

      Elimina
    2. Il libro l'ho appena comperato usato su Amazon, spero sia in discrete condizioni...il film c'è, solo che domani dò il pc all'assistenza e non so quando me lo ridaranno...tu, nel frattempo, non dir nulla alla Tiz, farò finta di averlo visto, magari citando anche il video dei Metallica ;-)))

      Elimina
    3. Ohhhh, il mio film preferito! Dove Donald Sutherland fa Dio! Ho pianto dall'inizio alla fine.
      Perdono tutti quelli che non l'hanno visto, a patto che corrano a rimediare!
      :-)

      Elimina
    4. Sapevo di farti contenta!

      Elimina
  4. se uno guarda questo film e riesce a non soffrire forse è perché è già morto.
    pare che Buñuel ci abbia messo uno zampino, magari anche più.
    il libro l'ho letto in gioventù, Bompiani Tascabili, metà anni '80, mi sembra, qualche biblioteca pubblica ce l'avrà ancora, uno di quei libri che ti lascia senza parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ismaele, credo che il libro possa essere ancora più agghiacciante.

      Elimina
  5. Recupera immediatamente il romanzo.
    Pietre miliari entrambi.

    RispondiElimina
  6. Manco io ho letto il romanzo, ma ho visto il film e ne sono rimasto sconvolto. Ottimo post, la scena finale credo che le la sognerò di notte a lungo ancora...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Giacomo!

      SOS help me... SOS help me... SOS help me...

      Elimina
    2. Te di certo non aiuti, sappilo -____-'

      Elimina
  7. Bella appassionata la tua rece, che sottoscrivo... già, "...tutti invece dovrebbero vedere questo film."

    RispondiElimina
  8. Ma possibile che quella scena (qualcosa di simile) l'abbia già vista nel video di One dei Metallica??

    RispondiElimina