5 marzo 2013

Another Earth

Un nuovo pianeta compare improvvisamente nel cielo.
E' esattamente speculare alla Terra, e infatti viene chiamato semplicemente Terra2.
Una sera, rientrando da un party, Rodha, brillante studentessa di astronomia 17enne con un futuro di sicuro successo, si distrae mentre è alla guida proprio per guardare quel pianeta misterioso, finendo per provocare uno spaventoso incidente, schiantandosi contro l'auto su cui viaggia la famiglia Borroughs. La moglie e il figlio muoiono sul colpo, mentre John sopravvive.
Rodha viene condannata a 4 anni di carcere, e quando esce è solo un appannato ricordo della brillante ragazza di un tempo. Devastata dal senso di colpa per l'incidente accetta un lavoro come inserviente in una scuola, e, mentre Terra2 è sempre più vicino alla Terra e si suppone che sia popolato dalle stesse persone Rodha decide di partecipare ad un concorso che mette in palio un posto per un viaggio sul nuovo pianeta. Ma, quando scopre che John Borroughs è vivo, cercherà di avvicinarlo con un espediente, fare le pulizie (nella casa, ma anche nella vita di John) per provare in qualche modo ad alleviare il senso di colpa, a chiedere scusa, a riscattarsi, ad ottenere un perdono quasi impossibile, salvando quell'uomo che allo stesso tempo la salverà.
E mentre il rapporto fra Rodha e John si fa più intenso, la ragazza "vince" il concorso per il viaggio.
Cosa fareste voi se vi venisse concessa una seconda possibilità?
E cosa farà Rodha, combattuta fra la voglia di riscatto e il desiderio di perdono?
 

68 commenti:

  1. Uuuhhhh che film noioso! E l'ho pure visto aggratis al Festival del cinema giovani! Non si capisce se ti sia piaciuto oppure no. :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Addirittura noioso?
      Ma no, dai!
      Mi è piaciuto, anche se la scena finale è di quelle che mi lasciano sempre un po' lì così.
      Considera che poi continuavo a guardare John Borroughs chiedendomi dove minchia l'avessi vista quella faccia, e solo stamattina mi è venuto in mente Lost.

      Elimina
    2. ma come solo stamattina? ma quello lì con quella faccia che sembra una maschera di gomma non si può mica dimenticare...

      p.s.: spaccio o no roba buona, quando non è in giapponese senza sottotitoli?

      Elimina
    3. eh. solo stamattina. che ci posso fare se io e la fisiognomica non andiamo d'accordo? :)

      (sappi che il giapponese senza sottotitoli mi ha fatto tanto tanto male...)

      Elimina
    4. Another Fascino05/03/13, 11:35

      Posso sapere cosa ti ha spacciato in Jap senza sub???? ;-)))...a me il film piacque, ma lei, non so perché, mi irrita parecchio...e dopo "Sound of my Voice" ancora di più...non che le voglia male eh, mi urta ;-))

      Elimina
    5. Mi ha spacciato NON uno, ma BEN due film di Sion Sono che mi mancavano: Cold Fish e Suicide Club. Ma son cose da fare, secondo te?

      Lei mi era perfettamente sconosciuta, e forse anche Sound of my voice.

      Elimina
    6. Senza sub? Mossa imperdonabile ;-))))

      Elimina
    7. In effetti sono molto triste, io.
      E' più o meno la stessa sensazione di quando compri un gelato con la panna montata, hai appena iniziato a leccarlo e la panna decide di spatasciarsi sul marciapiede.
      Spero che "spatasciare" sia di tuo gradimento.

      Elimina
    8. E' un verbo che mi eccita. Non mi aspettavo una cosa simile da Dantés, non lo conosco, ma mi sembra abbastanza preciso da esser pignolo in certi casi...fossi in te ne farei una questione personale e, se ti serve una mano per fargliela pagare, conta su di me ;-)))))

      Elimina
    9. E' pignolissimo in effetti, roba che nemmeno io me lo sarei mai aspettato. Prima di farne una questione personale devo capire se il problema è suo o mio, però! :)

      Elimina
    10. Non importa, questi sono meri dettagli, quasi insignificanti...facciamo che io lo tengo fermo e tu lo graffi ;-)))

      Elimina
    11. va giusto bene che ho RI-smesso di mangiarmi le unghiette, posso farcela! :)

      Elimina
  2. Credo salterò a piè pari in attesa di Upsidedown.
    (Il salto a piè pari mi riesce facile, non vado mai al cinema)

    Piuttosto l'apparizione di Terra2 mi ha ricordato un bellissimo romanzo di fantascienza di Greg Bear: Eon.
    Se lo trovi, te lo consiglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte che Another Earth è di 2 anni fa, l'attesa per Upside Down dovrebbe essere terminata, visto che è uscito giovedì scorso...

      Elimina
    2. e dov'è andato?

      Elimina
    3. su un altro pianeta.

      Elimina
  3. Another earth e Upside down (visto! innocuo) sono film di fantascienza deleteria, che usano la scusa di altri mondi per parlare delle solite robe, che già sono solite nei film di fantascienza eh, non è che si vada davvero lontano, ma, io dico, se vuoi rifare Giulietta e Romeo rifallo, senza tirar fuori mondi paralleli!
    @Vipero: Ora cerco tra i miei Urania il libro di Greg Bear

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è che adesso nei film di fantascienza sia necessario parlare solo di fanta-argomenti...e poi vorrei vederti se uscendo di casa incontrassi la tua alter ego proveniente da Terra2...io, nel dubbio, picchierei entrambe ;-))))

      Elimina
    2. beh però la vera fantascienza, quella che piace a me, si occupa d'immaginare, o meglio simulare come potrebbe diventare l'umanità nel futuro. Prossimo o lontano che sia.
      Insomma se rimaniamo sempre gli stessi ma cambia soltanto la coreografia, mi sa di sciapo anche a me.

      Elimina
    3. Ora mangio e dopo ti rispondo, intanto aiutami a cercare il libro in italiano, anche usato...non è che puoi tirare il sasso e poi nascondere il braccio, assumiti le tue responsabilità ;-)))))

      Elimina
    4. vorrei tanto fare 'sta battutaccia: "ti aiuto a cercare in italiano, tranqui. non mi metto a fare lo sborone aiutandoti in inglese.", ma non credo siamo abbastanza intimi, non ancora almeno.

      tiè, una delle prime che appaiono su gugòl:
      http://netmassimo.com/2012/07/29/eon-di-greg-bear/

      Se hai un Libraccio dalle tue parti, di solito hanno qualcosa della Nord dei bei tempi.


      Elimina
    5. Sentiti libero con me, non occorre essermi intimo, mal che vada ti prendo a testate ;-)))...ho cercato su Delos, e-bay e su altri siti e si trova solo la versione in inglese o in francese...adesso m'hai messo la pulce all'orecchio e finché non me la togli non ti darò pace, a costo di stalkeggiarti...come vedi, io non ho problemi a prender confidenza ;-))))

      Elimina
    6. Per carità, potrei leggermelo anche in inglese, ma voglio renderti la vita difficile ;-)))

      Elimina
    7. ho capito, finirà che dovrò scansionarti il mio libro...

      Elimina
    8. Ahahah, no tranquillo, mi accontento del tuo libro ;-)))

      Elimina
    9. Scansionatelo anche a me, comunque andrò al Libraccio e da un altro paio di spacciatori di libri usati che conosco e vi farò sapere.

      Elimina
    10. A Roma, una volta, andavo sul sicuro: Libreria Giolitti in via Giolitti. Pareti zeppe di tutto lo scibile fantascientifico.
      Ma non c'è più.
      Una mazzata dietro l'altra insomma. La Nord che non pubblica più e si è ricondizionata a quella fuffa fantasy di draghi, maghi e ragazzini occhialuti e bacchettosi.
      Io che non riesco più a trovare due minuti per leggere, se non quando sono in bagno...

      Poi mi dicono che sono musone.
      Sarà mica colpa mia???

      Elimina
    11. Mia non può essere di sicuro.

      Elimina
    12. sicura? dov'eri circa 10 anni fa, eh??? non potevo conoscerti allora???

      Elimina
    13. 10 anni fa? in questo periodo uscivo dolorante dalla mia ultima storia d'ammore! :)

      Elimina
    14. anche io, per quello mi sono sposato. *sgrunt*.
      ah ma se rinasco, a 'sto giro prendo un voltaren.

      Elimina
    15. Ah, ecco. Vedi? Io non ho trovato nessuno disposto a sposarmi, ad esempio. :)

      Elimina
    16. Ah, beh, per me amore e dolore vanno a braccetto, sarà perché sono un seguace di Eros/Thanatos...sarà...se vuoi vipero ti puoi sposare anche con me, così possiamo leggere i fumetti e i libri di fantascienza prima di spegnere la luce e dormire ;-))))

      Elimina
    17. Tu poison potresti stare in mezzo ;-))))

      Elimina
    18. Per i fumetti di fantascienza, il mio preferito è Juan Gimenez. Tu come sei messo?

      Elimina
    19. quando iniziate a limonare ditemelo, che vado a prendermi un caffè! :)

      Elimina
    20. Vipero, sei un cinico, subito a cogliere la palla al balzo ;-))))...ho una cultura troppo limitata della fantascienza a fumetti, difficilmente vado oltre l'Eternauta ;-)))...con i romanzi va già un po' meglio, in generale adoro le distopie...

      Elimina
    21. Poison, ormai non si usa più limonare, per avere risultati migliori si tende a mettere tutto a 90° ;-)))

      Elimina
    22. allora oltre al caffè prendo anche una brioche, che credo vi serva più tempo, da quella prospettiva. :)

      Elimina
    23. sarebbe un rapporto difficile il nostro. distopia l'ho dovuto cercare. mi ci vedi a guglare forsennatamente ogni volta che apri bocca? no no, lassamo sta và.

      Prendo un caffè pure io, lungo e nero.
      come le mie storie...

      Elimina
    24. Ma la fantascienza è tutta distopica...e poi è l'unica parola che so (senza conoscerne il significato), ma ti prometto che a letto non la userò mai ;-)))

      @Poison: tu ferma lì, che ci servi per il riscaldamento ;-))))))

      Elimina
    25. Io ho sempre difficoltà col significato di distopia e pure di entropia, se magari qualcuno me lo spiega con parole sue...

      Elimina
    26. Distopia: in contrapposizione all'utopia, rappresenta l'insieme delle realtà future, immaginate in chiave negativa o di declino rispetto all'attuale situazione in cui si descrive.
      Dell'entropia non parlo, in quanto bisognerebbe saperne di termodinamica. E io ne so di termodinamica secondo te? No.
      E quindi che parlo a fare? :)

      Elimina
    27. distopia = sei fuori
      entropia = sei dentro.

      Elimina
    28. Da cosa, esattamente?

      Elimina
    29. Ok, ora, con tempistiche da pesce rosso, datemi tre nanosecondi.... ecco, tutto dimenticato!
      Però, essendo vonnegutiana, sono un'anti utopista, che almeno so cos'è! :-)

      Elimina
    30. Tiz, per dirla alla "viva il parroco", la distopia è un'utopia negativa...per l'entropia, invece, ti rimando ad una canzone dei Litfiba (Come un Dio...credo da 17 Re) ;-)))

      Elimina
  4. @Tix: era pubblicato dalla Nord quando era una case editrice seria. Collana Cosmo Argento se non ricordo male, o altrimenti Cosmo Oro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante, farò una seria ricerca su quei siti tipo Delos...Vipero, fossi in te non la chiamerei Tix ;-)))

      Elimina
    2. typo error. spero mi perdonerà...

      Elimina
    3. @vipero/fascino: ma siete la stessa persona da due universi paralleli? :-D
      Ok, comunque, perdono Vipero e concordo con lui che risponde a Fascino sulla fantascienza sciapa, ah, che bello essere capiti! :-)

      Elimina
    4. Chissà!!?? Comunque non sono d'accordo, a volte la fantascienza aiuta ad affrontare certe tematiche prescindendo dai limiti posti dalla scienza, ti dà le mani più libere e ti offre maggiori possibilità, quindi poco importa quali siano i temi, cambia il modo in cui vengono affrontati. In questo caso non parlerei di pretesto ma di mezzo diverso...figurati, m'ha sempre affascinato il discorso sull'alterità, vuoi che non mi affascini l'io medesimo altro da me?? eh! ;-)))...e comunque sciapa sarà la tua supponenza...tiè! ;-)))

      Elimina
    5. Sono in dubbio, ce l'avrai col tuo alter ego from outer space o con me?
      Nel dubbio un pernacchione (intellettualmente parlando) ci sta?? ;-P

      Elimina
    6. io non ho dubbi: cell'ha con te.

      Elimina
    7. Non potrei mai avercela con la Tiz...le voglio troppo bene...sarà perché non la conosco ;-)))

      Elimina
    8. Si, è solo per quello, a conoscermi uno vuole solo picchiarmi!
      ;-D

      Elimina
  5. Ne han parlato bene. Ma non è il periodo. Ho voglia di qualcosa di leggerino e/o cazzata cosmica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. voglia di primavera? :)

      Elimina
    2. Tanta...ho visto che scrivisti. Presto ti rispondissi..(mar

      Elimina
  6. Volevo proseguire dicendo che son scema oggi...ma penso si veda...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah ah!
      tranquilla, almeno mi sento meno sola! :)

      Elimina
  7. a me è piaciuto , però è vero non è molto primaverile come film...è più sul depresso invernale andante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a me è piaciuto. mi ha un po' spiazzato la scena finale, ma farò finta che l'abbia vista l'altra me e non mi abbia detto nulla.

      Elimina
  8. Devo ancora vederlo! E' nelle prossime visioni!
    Comunque ho girato per benino il tuo blog e... mi piace un sacco!
    Considerami una vera follower (non proprio come i protagonisti del nuovo telefilm :P)!!
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rossana, ma... grazie mille! :)

      Elimina
  9. Un altro mondo è possibile, e tutti hanno il diritto di ricominciare, di meritarsi una seconda possibilità. Questo film è un invito ad accettarsi, a scavare dentro le nostre coscienze e liberarsi dalle fobie che ci fanno perdere di vista la bellezza dello stare al mondo. A me è piaciuto tantissimo, Strabuzzo gli occhi davanti a chi dice che è addirittura 'deleterio', che racconta sempre le 'solite robe'... Il compito della fantascienza è, da sempre, quello di usare scenari futuri per raccontare meglio il presente. Può non piacere, ma certo non fa del male a nessuno.

    RispondiElimina
  10. A me p sembrata una stronzata radical-chic, una noia mostruosa per una trama raccontata male e con continui cliché narrativi, che cerca invano di stupire. Un giorno forse ne parlerò anche dalle mie parti

    RispondiElimina