20 aprile 2013

Nella casa


"Ma non siamo tutti dei voyeur?" disse Hitchcock a Truffaut.
Guardando l'ultimo film di François Ozon il dubbio non si pone. Sì. 
Inizio di un nuovo anno scolastico in un liceo parigino. Nuove regole, introduzione della divisa obbligatoria, ma alla fine Germain, professore di letteratura, si ritrova a correggere dei temi, in cui aveva chiesto ai suoi studenti di descrivere il loro week end, al limite dell'analfabetismo. Fino al momento in cui gli capita fra le mani quello di Claude, che descrive in maniera dettagliata, ironica e beffarda la sua visita nella casa del compagno di classe Rapha, in cui si è introdotto con il pretesto di aiutarlo in matematica. 
Germain rimane colpito dal lavoro del ragazzo, che si conclude con uno sfrontato "continua"... e, convinto che Claude abbia delle potenzialità, lo convince a continuare a frequentare la casa dei Rapha, per proseguire quel racconto, che - nel frattempo - è diventato occasione di dialogo a casa di Germain, che lo ha letto alla moglie Jeanne.
Sarà proprio Jeanne (la sempre splendida Kristin Scott Thomas), che dirige una galleria d'arte destinata a chiudere, a rendersi conto che i temi del ragazzo si fanno sempre più morbosi, come le sembra morboso il rapporto che si viene a creare fra Claude e Germaine, eccitati da questo continuo entrare nelle vite degli altri, dove, in una specie di gioco perverso fra professore e allievo la realtà si mischia alla fantasia, in un'evoluzione che, se non arriva a sfiorare il thriller, entra di diritto nel dramma familiare.


23 commenti:

  1. Io l'ho trovato teatralissimo e, nonostante normalmente il genere non sia il mio preferito (ma c'é da dire che Ozon m'aveva conquistato con 8 donne e un mistero), mi è piaciuto molto.
    Il ragazzino inquietantissimo sposta l'età del salotto borghese di Strindberg dall'età adulta all'adolescenza. Per me é un sì!


    Che pistolotto che ho scritto. Bleach.
    Firmato: la signorina Julie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo sapevo... ora però mi aspetto dei reali ringraziamenti! :D

      Elimina
  2. Ma infatti dovrebbe essere l'adattamento di una pièce teatrale spagnola (il ragazzo dell'ultimo banco, se ricordo bene quello che ho letto in giro).
    Il ragazzino è davvero bravissimo e inquietante.
    E massimo rispetto per la Seigner, che invecchia senza botox!

    Buonanotte, signorina! ;)

    RispondiElimina
  3. Una sorpresa piacevolissima, ottimo film che è riuscito a conquistare non solo me ed il mio panesalamismo - e si tratta di una cosa super radical -, ma anche Julez! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono - tanto per cambiare - d'accordo.
      Come ho detto dal Manila, avevo sonnissimo e avevo iniziato a sbadigliare alle tre del pomeriggio. Ero quasi certa che avrei finito con l'addormentarmi in sala.
      E invece.
      Il film m ha davvero catturato. Intelligente e arguto. :)

      Elimina
  4. Domani lo guardo,poi ti dico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me ti piacerà! Attendo le tue impressioni. :)

      Elimina
  5. quoque tu poison! Mi avete accerchiato...me lo guardo nel fine settimanaa coasto di inventarmelo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ebbene sì! ;)

      Però ad esempio alle tizie sedute dietro di me al cinema non dev'essere piaciuto molto, perché hanno detto "avrebbe potuto finire dopo un quarto d'ora!"

      Elimina
  6. un film strepitoso, sti francesi non sbagliano un colpo oh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, ultimamente non deludono mai!!

      Elimina
  7. Per fortuna non ti sei addormentata! Un film bellissimo e, sì, molto, molto "perverso" e intrigante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ero entrata in modalità morbosa pure io è volevo sapere cosa sarebbe successo!

      Elimina
  8. sai che dalla quinta alla sesta riga pensavo stesi parlando della classe di mia figlia? prima media eh, mica prima elementare.

    Il film mi intriga, peccato che dalle mie parti non sia in programmazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riferito all'analfabetismo?
      È davvero desolante.

      Elimina
  9. visto stasera, molto bello

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente.
      Un film così a settimana e io smetto di lamentarmi delle uscire di merda! :)

      Elimina
    2. mi sa che chiedi troppo ;-)

      Elimina
  10. ...come sempre reduce dal cinema passo a vedere il commento della Poison, e anche questa volta mi trovi d'accordo! :-) Bel film, non banale, bravi attori, quella giusta suspance che riesce a tenerti incollato allo schermo fino alla fine. E meno male che ogni tanto sono 8 euro ben spesi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Personne, contenta che ti sia piaciuto, davvero un gran bel film, particolare e coinvolgente.
      Dici bene, qua i soldi del biglietto sono davvero ben spesi. Cosa che ultimamente sta diventando quasi un evento raro!

      Elimina