15 maggio 2014

Devil's Knot - fino a prova contraria

Ammetto che della filmografia di Atom Egoyan conosco davvero molto poco. 
Anzi, prima di questo Devil's Knot avevo visto solamente "il dolce domani" tratto dal romanzo omonimo di Russel Banks di cui, in seguito, lessi anche "la legge di Bone". Visto che vi ho nominato due libri, a questo punto, già che ci sono, vi consiglio anche di leggerli, perché, a me, all'epoca, erano piaciuti parecchio.


Il film ripercorre l'ignobile vicenda giudiziaria che vide protagonisti Damien Echols, Jessie Misskelley Jr. e Jason Baldwin, conosciuti come "i tre di West Memphis", accusati del sequestro e omicidio di tre bambini, avvenuto il 5 maggio 1993 nella cittadina di West Memphis, in Arkansas.
Le indagini della polizia, condotte con i piedi, individuarono subito i tre comodi colpevoli, convincendosi che gli omicidi avessero le caratteristiche di un rituale satanico. Da lì ad arrivare a Damien Echols, la cui unica colpa, se vogliamo, era quella di ascoltare heavy metal (e cosa gli vogliamo fare a quelli che ascoltano Giggidalessio, allora?) interessarsi alla wicca e vestirsi di nero (credo che se fossi stata un'abitante di West Memphis avrebbero sicuramente accusato anche me), oltre ad essere un ragazzo problematico da sempre seguito dai servizi sociali, al suo amico Jason e a Jessie, quest'ultimo con un evidente ritardo mentale, che prima confessò gli omicidi, nonostante le sue affermazioni fossero evidentemente in contrasto con i fatti, e in seguito ritrattò tutto, il passo fu breve, e la storia è nota.
Per farvela breve i tre ragazzi cattivi vengono condannati (Damien a morte), ma, in seguito al clamore mediatico che l'intera vicenda suscita, nel 2011, grazie ad un cavillo procedurale, Echols, Misskelley e Baldwin, nonostante siano comunque ancora pregiudicati, vengono rilasciati.
Egoyan si concentra sul dibattimento e in particolare sulla madre di uno dei tre bimbi uccisi e su un investigatore privato contrario alla pena di morte. Entrambi si rendono conto che non esistono prove evidenti della colpevolezza  dei tre ragazzi, dubbio che sembra invece non sfiorare minimamente forze dell'ordine, accusa, giuria (e spesso la stessa difesa), con testimoni veri o presunti totalmente inattendibili. Ma per l'opinione pubblica e per la comunità fortemente cattolica è comodo credere a quello che vogliono: ovvero che i colpevoli facciano parte di una setta satanica. 
La storia è tanto vera quanto incredibilmente assurda, peccato che il film sia recitato male (e probabilmente doppiato peggio), Colin Firth è al minimo sindacale delle sue prestazioni, per non parlare di una Reese Whiterspoon abbastanza sfatta (ma io avevo già faticato a riconoscerla in Mud) che, più che una madre a cui hanno ucciso il figlio, sembra una donna il cui ragazzino sia partito per andare in colonia, o in vacanza dai nonni. 
Per farvela breve, fino a prova contraria, di questo Devil's Knot non si sentiva il bisogno. 



44 commenti:

  1. Visto ieri sera.
    Ne parlerò lunedì.
    E direi che concordo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che finora concordiamo tutti... :)

      Elimina
  2. Visto stasera. Appena terminato la recensione. D'accordo con te, con tutto questo materiale ne è uscito un film troppo freddo e generalizzabile a qualunque altro caso in cui manca un assassino certo. Bisognava esplorare maggiormente i protagonisti della vicenda...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, alla fine un film che non aggiunge nulla ad una vicenda già nota.

      Elimina
  3. Egoyan era un Autore, tanti tanti anni fa in una galassia lontana lontana. fino a Il dolce domani. poi ciao Atom, ciao. peccato. ti consiglio di recuperare un po' dei suoi vecchi film

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, capita.
      Pure io tanti anni fa ero un bel pezzo di gnocca... poi ciao, poison versione gnocca, ciao... :)

      Elimina
    2. va là va là che sei sempre un bel donnino :D

      Elimina
    3. Fascino nel tempo15/05/14, 12:42

      Visto che si tratta di un film del casso (a me era piaciuto Ararat di Egoyan comunque), posso fare un OT rivolto a Danty? Grazie! Ieri il Danty parlava del film Primer, che credo quasi nessuno abbia capito nemmeno dopo essersi documentato. Però, da amante dei film incentrati sul viaggio nel tempo, mi permetto di suggerirgli qualche titolo. Posso? Grazie!
      Immagino che Butterfly Effect lo conosca, quindi di seguito elencherò alcuni film che forse non conosce:
      Cronocrímenes di Nacho Vigalondo
      FAQ about time travel di Carrivick
      Triangle di Christopher smith
      Il grezzone Hot Tub time machine
      Safety not guaranteed e basta, non mi viene in mente altro fra quello che mi son piaciuti e che non son così famosi come Donnie Darko o l'esercito delle 12 scimmie ecc. ecc....sperando di aver fatto cosa gradita, porgiamo distinti saluti :-D

      Elimina
    4. @Fascino attempato: essendo io un'appassionata di fantascienza ho apprezzato molto il tuo elenco, spero Poison prenda buona nota, anche se lei non è un'amante del genere.
      Ma Il grezzone è un titolo? Intendo un titolo vero? Socmel! :-)

      Elimina
    5. Safety not guaranted è l'unico del tuo elenco che ho visto, e che ho trovato davvero delizioso...

      Elimina
    6. No, il titolo è solo Hot Tub Time Machine :-D...il pezzo forte secondo me è Triangle, che vi consiglio vivamente!

      Elimina
    7. @Fascino: intanto sono contento di non essere l'unico che non ha capito Primer, mi sento un po' meno solo. L'esercito delle 12 scimmie l'ho adorato come tutto Gilliam, Donnie Darko mi ha lasciato proprio indifferente. Triangle e Safety not guaranted ce li ho lì in attesa, gli altri non li conosco ma prendo nota, grazie!

      Elimina
    8. Guarda Dantés, il solo fatto che tu abbia citato un film come Primer, ti rende bersaglio della mia più completa stima, seriamente (infatti ho scritto Dantés e non Danty...finché si scherza si scherza :-) )...e comunque credo che il rapporto fra quelli che hanno visto Primer e quelli che l'hanno capito sia di 5 a 0 :-D...
      Per il resto, Butterfly Effect fatto bene, FAQ divertente e delicato, Hot Tub Time Machine è più scemo/grezzo, ma adatto a tutti quelli che sono cresciuti negli anni '80...(a me di Donnie Darko piacevano tanto le musiche!)

      Elimina
    9. Io Donnie Darko l'ho visto al Tff e l'ho adorato istantaneamente, anche a rivederlo lo trovo carino, non sopravvalutato, come dicono in molti, e bellissima la colonna sonora. Butterfly effect molto carino, Safety not guaranteed anche, Primer ora Poison lo recupera e vedremo di capirlo per voi! :-D

      Elimina
    10. Sono andata su wikipedia a leggere la trama di Primer. E ho deciso che ci rinuncio.

      Elimina
    11. @tiz: ma anche no, ecco.

      Elimina
    12. già che ci siete, e a proposito di butterfly e viaggi spazio-tempo, se volete farvi del male forte c'è anche Butterfly Zone-Il senso della farfalla. io l'ho visto, giusto per non farmi mancare nulla...

      Elimina
    13. Suvvia, fallo per me! :-))

      Elimina
    14. @Dantès: oddio, sono andata su wiki a vedere cosa fosse 'sto Butterfly zone.... l'abominio!

      Elimina
    15. Butterfly Zone? LOL!!!!! Non ho tanto coraggio :-O
      Poison e Tiz, guardate Primer, è un buon esercizio neuronale e se lo capite, avete il permesso di piantare il vostro tacco 12 sui nostri petti :-D

      Elimina
    16. @Dantés: ma già che ci siete chi? scordati di me. Io cerco di farmi del male solo a mia insaputa. :)

      @Tiz: ripeto: Ma. Anche. No. :)

      Elimina
    17. vabbè, adesso, esagerata!

      Elimina
    18. @Fascino: stavo molto ridendo al pensiero della Tiz sul tacco 12.
      Anche se credo che l'idea di poterti camminare sul petto potrebbe spingerla ad imparare! :)

      Elimina
    19. @Poison+Fascino+Dantès: ma non ha specificato che il tacco 12 (a stiletto) io debba indossarlo, per piantarlo nel suo petto di pollo, posso solo brandirlo! Poison, dai, un tentataivo si può fare per tutto, su, non avrai visto di peggio? :-)

      Elimina
    20. @Tiz: sicuramente. Poi, tu mi insegni, al peggio non c'è mai fine. Comunque mettiti il cuore in pace: Primer non c'è.

      Elimina
  4. io avevo avvisato.
    ma non dare mai ascolto, neh... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io ti ascolto sempre, non ti credere! :)

      Elimina
  5. Io mi spingerei nell'affermare che è recitato col culo, più che con i piedi! :-)
    E che l'abbiamo visto perché era a soli 3 euro? Io di più non avrei dato, anche dal trailer salvava fuori la sua pochezza, confermata in toto. Peccato!

    RispondiElimina
  6. Volevo dire saltava! Si salva poco in 'sto film... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, ma io infatti "coi piedi" l'avevo riservato alle indagini della polizia... :)

      Elimina
  7. Ne parlate tutti così "meh" che non so se guardarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero tanto meh.
      Però un'occhiata puoi dargliela, un meh in più non potrà danneggiarlo.
      Io, in un tripudio di cagacazzismo ho recuperato il libro di Echols. Più che una lettrice sono una collezionista di libri.

      Elimina
    2. Scaricato. Me lo guardo magari già oggi visto che son gli ultimi giorni prima dell'inizio della stagione e poi sarà già tanto aver tempo per guardarmi allo specchio!

      Che brutta malattia i libri. Ne moriremo.

      Elimina
    3. :(
      Non sparisco, prometto. C'ho le liste settimanali da fare e poi mica posso non sfogare il mio odio per l'umanità eh!

      Elimina
  8. Bon, altro motivo per evitarlo, se mai avessi avuto voglia di andarlo a vedere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti non aggiunge nulla a quanto non si sappia già sulla vicenda, uniscilo ad una recitazione che sembra svogliata, e avrai il quadro più o meno completo.
      Certo, sempre meglio questo che ScaryMovie2, ma sai che fatica! :)

      Elimina
  9. Ecco cosa succede a non fidarsi di quello che scrivo, visto ? :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah ah!
      ma guarda che ero consapevole, eh? è che volevo capire QUANTO fosse inutile! :)

      Elimina
  10. da quel che ne dici, mi pare una buona occasione sprecata, visto che il soggetto è di certo interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente. La storia è indubbiamente molto interessante e sentire certi vaneggiamenti dell'accusa e del giudice fa prudere le mani, ma il film resta lì, un po' sospeso nel limbo dell'inutilità...

      Elimina
  11. recensione impeccabile, questo film è il classico drammone americano che non aggiunge una beneamata al genere. Evitabilissimo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente evitabile, disse quella che lo vide al cinema, e pure pagando. :)

      Elimina