26 agosto 2015

Cosa esce al cinema questa settimana?
La bella gente, ad esempio


Tranquilli, non ho intenzione di iniziare a scrivere pure io un post con le uscite settimanali, anche perché, a mio modestissimo parere, in giro ce ne sono già fin troppi e di uno in più non se ne sente davvero il bisogno. 
Ma per una volta farò un'eccezione, semplicemente perché, dopo APPENA 6 ANNI dalla sua realizzazione finalmente arriva nelle sale "LA BELLA GENTE", di Ivano De Matteo, che da queste parti si era fatto apprezzare parecchio anche con il successivo film del 2012, "Gli equilibristi".
Vidi il film al 27° Torino Film Festival, nel 2009 e la proiezione fu preceduta dalla presentazione del regista, con lui c'erano Antonio Catania, Elio Germano e Victoria Larchenko, e spiegarono appunto che il film - per motivi a me sconosciuti, ma probabilmente anche a De Matteo - non aveva trovato un distributore, e quindi ciao, bella (gente) ciao. 
Ma alla fine De Matteo ce l'ha fatta e il film, nonostante un leggerissimo ritardo (nel frattempo ha vinto il premio come miglior film al festival del cinema italiano di Annecy, oltre ad essere uscito in Francia dove è rimasto in sala per quattro mesi) finalmente "arriva" anche in Italia. 
Siccome è passato un po' di tempo, vi riporto (più o meno) quello che ne scrissi all'epoca, dopo la visione.

Parafrasando Lucio Dalla, si potrebbe dire "non so se hai presente una puttana progressista e di sinistra...". Qua abbiamo la puttana e anche la famiglia progressista e di sinistra, tutti bravi, belli e buoni fino al momento in cui le cose non diventano troppo personali, arrivando a spezzare gli equilibri e mostrando il lato oscuro della gente "per bene"...
La bella gente è un film che fa riflettere (e anche un po’ incazzare, diciamocelo) sull'ipocrisia e sul falso perbenismo di un certo tipo di persone. In breve: Susanna e Alfredo sono una copia di professionisti affermati, che vivono a Roma e trascorrono le vacanze nella loro casa in Umbria. Trasferitisi in campagna per le vacanze estive, mentre un giorno Susanna ritorna dal paese vede sul bordo della strada una giovane prostituta maltrattata da un uomo. E decide di “salvarla”, portandola a casa. Dopo il terrore iniziale Nadja capisce che i due la vogliono davvero aiutare, e accetta la loro proposta di ospitalità. La coppia, incurante del parere di Paola e Fabrizio, pacchianissima coppia di amici, inizia ad affezionarsi alla ragazza, fino al giorno in cui, per festeggiare il compleanno di Susanna, arrivano il figlio Giulio, con tanto di fidanzata Flaminia (simpatica come una palata di merda in faccia) e le cose iniziano a complicarsi. 

15 commenti:

  1. Conosco di nome e ho apprezzato Di Matteo in I nostri ragazzi.
    Drammone intenso, parlatissimo, con alcuni dei nostri attori migliori - e poi anni che non rivedevo la Mezzogiorno, ed è sempre un immenso piacere.
    In attesa di vedere questo, chissà quando, mi recupererò Gli Equilibristi. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I nostri ragazzi non l'ho visto, ma sia gli equilibristi sia la bella gente mi sono piaciuti molto.

      Elimina
  2. Lo recupero, giuro che lo recupero! E chissà poi perché non lo vidi al Tff! O, ancora peggio, pensa se lo vidi e lo dimentichetti! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, perchè magari sceglietti di vedere quacchecosaltro, va a sapere. :)

      Elimina
  3. Ero indeciso, ora penso lo vedrò.
    Servizio pubblico il tuo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao caro, poi fammi sapere, eventualmente! :)

      Elimina
  4. bello sì. e a questo proposito scrissi anche una frase piuttosto fica, di quelle che vengono una volta nella vita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e potresti magari renderci partecipi di questa frase piuttosto fica?
      (ma a detta di chi?)

      Elimina
    2. a detta mia... comunque, sei anni fa scrivevo «spietato, amaro, odioso torcibudella, specchio di quello che siamo diventati, con un'ottima Monica Guerritore. Come vedere un remake di Indovina chi viene a cena? diretto da Fernando Di Leo, ma senza scene di sesso e con una stragnocca ucraina al posto di Sidney Poitier»

      Elimina
  5. Ignoro totalmente le opere di questo regista, ma a quanto pare tratta argomenti che mi interessano e mi fanno incazzare. Quindi gli darò una possibilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me merita parecchio, io ho visto due film suoi e li ho apprezzati entrambi...
      Fammi poi sapere!

      Elimina
  6. Già solo per il fatto che non sono riusciti a trovare distribuzione (pazzesco!) mi attirava, dopo quello che hai scritto andrò a vederlo sicuramente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pazzesco veramente, hai ragione!

      Elimina
  7. Oh, dopo la visione posso dire la mia: Bello! Dovevano intitolarlo: "La brutta gente", ma pazienza,diciamo che si capiva subito troppo, sennò. Ben recitato, credibile, niente voci fuori campo, dialoghi asciutti e realistici, un andamento quasi da thriller, sei sempre lì che ti aspetti qualcosa: un colpo di scena o un rovesciamento di fronti, e qualcosa accade, e non è bello. Di quei film che poi urge commentare, per capire cosa avremmo fatto noi al loro posto.

    RispondiElimina
  8. Ho visto "Gli equilibristi" , ma questo l'ho perso e lo vedrò sicuramente ..adoro Germano, lo considero una delle migliori scoperte del cinema italiano..
    Buona notte mia cara, un bacio lieve!

    RispondiElimina