10 aprile 2014

Nymph()maniac Vol. I


Questa recensione vi mi stupirà.
Non è che partissi prevenuta. Di più. 
Anzi, a dirla tutta non volevo nemmeno partire, inizialmente. Però non potevo mandare la Tiz e Sua Bionditudine al cinema senza di me. E quindi, ho ceduto.
Anche perché ultimamente, avendo visto film che definire brutti è riduttivo, anche se è vero che al peggio non c'è mai fine, al limite sarebbe stato un altro brutto film da aggiungere alla lista dei brutti film. Che sarà mai? E già mi immaginavo una stroncatura degna di Renata Adler, prima donna critica cinematografica del New York Times, che, all'epoca dell'uscita di 2001 odissea nello spazio, scrisse (...) Un film così completamente assorbito nei suoi problemi, nel suo uso del colore e dello spazio, nella sua fanatica devozione al dettaglio della fantascienza, che finisce per collocarsi tra l'ipnotico e l'immensamente noioso (...)
Adesso, io non sono Renata Adler, e Lars Von Trier non è Stanley Kubrick.
Dell'ultimo film di Von Trier ho letto tutto e il contrario di tutto. 
Da chi lo reputa un capolavoro (ma anche no) a chi lo ritiene peggio di una merda di piccione spiaccicata sul parabrezza. Niente di tutto ciò.
Ovviamente ho visto solo la prima parte, quindi è presto per esprimere un giudizio "definitivo", ma quello che ho visto, pur nella sua versione... censurata? tagliata? epurata? evirata? non mi è dispiaciuto, né mi ha disturbato particolarmente.
Non so se la versione edulcorata sia un'esclusiva vaticana italiana, ma mi è venuto da pensare a Panfilo Maria Lippi che esordiva con "Questo telegiornale andrà in onda in forma ridotta per venire incontro alle vostre capacità mentali". 
Certo, avrei apprezzato maggiormente la possibilità di vedere il film nella sua versione integrale, perché, anche se all'inizio appare il disclaimer che Von Trier ha "approvato" quello che stiamo per vedere, è altrettanto chiaro che non stiamo assistendo al film come concepito dal regista.
Che ha già fatto sapere a Charlotte Gainsbourg che questa è stata l'ultima volta che avrebbero lavorato insieme, dopo Antichrist e Melancholia
Aggiungerei anche che chi lo reputa un film pornografico probabilmente non ha mai scopato in vita sua. 
Mi rammarico di un paio di cose: non sono sicura di aver mai visto un frassino, e non so nemmeno se possiedo una forchetta da dolce, ma spero che non arrivino i bolscevichi a volerlo appurare di persona. 
Un ultima domanda: che cazzo è successo alla faccia di Uma Thurman? 




Il film inizia (dopo quasi due minuti di nero) indugiando lentamente su ogni minimo dettaglio di un vicolo. Mattoni, ventole di aerazione, pioggia sui bidoni, grondaie, bulloni arrugginiti. Fotografia splendida. Ed è proprio in questo vicolo che il signor Seligman, mentre sta rientrando a casa, intravede una donna svenuta. Si avvicina per soccorrerla, e al suo rifiuto di chiamare un ambulanza o la polizia, la porta a casa sua per aiutarla a riprendersi e offrirle un te caldo (con latte). Per ringraziarlo, la donna (Joe) decide di raccontargli la sua storia. 
Che è suddivisa in capitoli (5 in questa prima parte) inframmezzati dai parallelismi che Seligman scopre fra i racconti delle esperienze sessuali della donna e la pratica della pesca con la mosca (ammetto di aver avuto delle visioni di Brad Pitt in "in mezzo scorre il fiume), la sequenza di Fibonacci abbinata alla perdita della verginità di Joe con Jerome, l'unico che viene chiamato per nome, mentre a tutto il resto della collezione è sufficiente l'iniziale.
E mentre Joe racconta passo dopo passo la sua ninfomania, non perdendo occasione per colpevolizzarsi sottolineando quanto si reputi una pessima persona, l'uomo sembra essere molto più indulgente nei confronti della donna.
Il racconto di Joe prosegue, e si arriva al momento in cui, alla ricerca di un lavoro, incontrerà nuovamente 8colpi-Jerome, per il quale scoprirà nutrire sentimenti che, se non sono amore, in cui la donna afferma di non credere, gli assomigliano molto. Ed è probabilmente questo il motivo per cui non ci finirà a letto. Ma Jerome sparisce da un giorno all'altro, e per Joe tutto torna alla normalità. Anche se qualcuno potrà obbiettare che farsi 10 uomini al giorno non sia propriamente normale. Ma, come dire, son tutti cazzi suoi.
Il suo non credere nell'amore in compenso ci viene brillantemente (esatto, brillantemente, perché vi giuro che ho riso un paio di volte) dimostrato nel terzo capitolo, "la signora H." dove il confronto con Mrs.H/Uma Thurman dà luogo probabilmente a uno dei momenti più divertenti del film ("Dovreste cercare di memorizzare questa stanza... soprattutto il letto. Potrà esservi molto utile in seguito, in terapia!").
Ma un nuovo incontro casuale con Jerome sembra rimettere tutto in discussione.
No, ma dico, c'era bisogno di far tutto sto casino?


66 commenti:

  1. Forse non merda di piccione, ma cagatina di rondine di primavera sul sellino dello scooter in rigida versione Dogma, me la passi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la passo. Ma solo perché è in versione Dogma! ;)

      Elimina
  2. parafrasando un tuo commento lasciato dalle mie parti: "se ci sei riuscita tu, forse..."certo Von troier + scialabef è una accoppiata assai faticosa..:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di scialabef in effetti se ne poteva fare anche a meno, ma il film si riesce a vedere senza sofferenza alcuna. Per ora.

      Elimina
  3. e se a te non è dispiaciuto, questa è la conferma che è un capolavoro, anche sì! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, sul "capolavoro" continuo ad avere delle riserve...

      Elimina
  4. io aspetto la seconda parte per giudicarlo ma leggendoti mi sono sorpreso...credevo che lo facevi a la julienne...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti assicuro che sono stata la prima a stupirmi! :)

      Elimina
  5. "Nymphomaniac" (e l'ho visto tutto) è squallido, squallido e ancora squallido. E Trier è un sadico arrapato nazista di merda; fosse per me non gli farei manco lucidare la sirenetta di Copenaghen perché se la ingropperebbe.

    Pensa che mi sono accorto che era Uma Thurman solo dopo alcuni minuti che era sullo schermo. Ma poi gli attori in mano al danese fanno pena, si farebbero battere da quelli di Centovetrine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho visto solo la prima parte e - per ora - tutto questo squallore non l'ho visto. Ma potrei ricredermi.
      Per quanto riguarda Uma Thurman confesso di averci messo un attimo pure io, a realizzare che fosse lei!

      Elimina
  6. oh, vedi?

    io al capitolo con la Thurman ho pianto dalle risate...

    p.s.: l'ho già detto che per me è un capolavoro? ma magari aspetto di vedere anche la seconda parte, dai

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il capitolo con la Thurman è stato fantastico.
      Capolavoro? sì, mi pare di avertelo già sentito dire, se non erro... Per caso io ho già detto che per me no? :)

      Elimina
  7. Allora, film assolutamente da non perdere, per nulla squallido, a tratti divertente, sesso persin poco, tenendo conto della censura e del casino pubblicitario che l'ha preceduto!
    Un film pure moralista, dato che la protagonista si biasima in continuazione, scommetto che se avesse buttato una bomba in un mercato avrebbe meno sensi di colpa!
    Von Trier magari è pure arrapato, ma mi pare legittimo esserlo, who cares, e si leva un sassolino dalla scarpa facendo dire al suo protagonista, ebreo, che in famiglia sono sempre stati antisionisti, il che non vuole dire antisemiti.
    Insomma, aspetto la seconda parte con curiosità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e te l'avevo detto che il sesso era quasi tutto nell'astuto batt(u)age pubblicitario ;)

      Elimina
    2. Uuuuhhhh, tocca darti ragione! E chi lo ridimensiona ora il tuo ego? :-D

      Elimina
  8. Sorpresa pure io da questa prima parte, che scorre senza problemi tra momenti brillanti e frasi ad effetto.
    Fortuna che sono una che si taglia prima le unghie della mano sinistra!
    E per quanto riguarda il sesso (che voglio dire, se il film si chiama ninfomane è già inutile in partenza scandalizzarsi), ora, basta prendere una qualsiasi serie TV HBO per vederne di simile, perdio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A tal proposito:
      https://www.youtube.com/watch?v=EUBiOOx0Pxw

      Elimina
    2. Lisa, sono assolutamente d'accordo con te, a parte il fatto che io inizio dalla mano destra, però sono mancina. Dici che questo andrebbe tenuto in considerazione nella valutazione di Seligman?

      Elimina
  9. Comunque, Poison, hai senz'altro visto moltissimi frassini in vita tua! Però riconoscerli tornerebbe utile, anche solo per fare dei paletti in caso di invasione vampiresca! :-)
    Una forchetta da dolce io non so neanche come sia fatta, questo perché provengo da una schiatta di comunisti che mangiavano bambini con le mani... :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, ecco perché non li riconosco, li ho sempre solo visti sotto forma di paletto! ;P

      Quindi tu mi stai dicendo che - per il galateo - il bambino è come il pollo, si può mangiare con le mani?

      Elimina
    2. Si, decisamente, anzi, il bambino ne guadagna in saporitezza (te lo dico per precisità) :-D

      Elimina
  10. La mia opinione già la sai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, e ricordo anche tutto il bordello che ne è scaturito! :)

      Elimina
    2. uh cosa mi sono perso! sembrava di essere ai bei (?) tempi di libero

      Elimina
    3. Dai, tutto quel casino mi ha regalato un paio di giorni di risate.

      Elimina
  11. Non un Capolavoro di certo, e neanche una merda come Antichrist.
    Infatti mi è dispiaciuto non massacrarlo a dovere.
    E concordo, rimanere scandalizzati per questa roba è fantascienza! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io aspetto la seconda parte, a questo punto...

      Elimina
  12. Panfilo Maria Lippi... io ti amo!
    Come penso ormai sappia anche il Papa io devo ancora guardarlo ma non ho chissà che spinta a farlo. Boh, vedremo.

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Io pure non è che fossi molto convinta, ma alla fine ho deciso che potevo anche vederlo. E, visto che è stato meno peggio di quanto pensassi adesso sono curiosa di vedere come va a finire...

      Elimina
  13. Tutti che avete guardato sto film, io ancora non ce l'ho fatta ad approciarmici. Anche se vorrei farlo il più presto possibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. diciamo che in sala non è che ci fossero grosse alternative, alla fine.

      Elimina
  14. Uma Thurman non mi è parsa in forma neanche fisicamente, oppure sarà stata colpa del cappotto... Il film rimane certamente impresso e onestamente sono curioso di vedere anche la seconda parte :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma vero? io l'ho trovata stranamente gonfia. Il cappotto certo non aiutava, ma non sembrava nemmeno lei.

      Elimina
    2. Invece Christian Slater era proprio sempre lui e pure molto molto carino (pure troppo, per un SPOILER!!!!!! moribondo)

      Elimina
    3. in effetti a fargli almeno due occhiaie, quando è in ospedale... mica sforavano col budget!

      Elimina
    4. mah, io la Thurman non l'ho trovata così sfatta. sarà che ridevo troppo?

      Elimina
    5. No, ma non sfatta, è che proprio non sembrava lei, io per almeno 5 minuti l'ho scrutata chiedendomi chi fosse, poi ho deciso che era proprio lei...ma l'ho deciso a malincuore. Ma neanche sfigurata dal botulino in stile Nicole Kidman, proprio un'altra impressione che non saprei definire.

      Elimina
    6. OT: ma com'è che l'elenco dei post dei blog che segui ti si aggiorna con la velocità di un bradipo morto?

      Elimina
    7. cosa mi sto perdendo?

      Elimina
    8. il mio nuovo post, tipo :D

      Elimina
    9. sta nymphominchia, niente meno? :)

      Elimina
    10. e non lo so come mai, c'avrò il blogroll pigro, probabilmente.

      Elimina
    11. prova con Estilax (giuro che esiste...)

      Elimina
    12. con gli estratti di Cascara e Frangula? che a me frangula sembra un insulto.

      Elimina
    13. a me Fràngula sembra un fumetto erotico degli anni Settanta. comunque secondo me se li sono inventati...

      Elimina
    14. Ah, ma perchè tu poni l'accento sulla prima a. Io invece lo leggo Frangùla... :)

      Elimina
  15. sottoscrivo pienamente il commendo di denny b, pur non avendo visto sta roba (e manco la guarderò mai) Von Trier è veramente pessimo in tutto secondo me, sia come regista che come persona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. myers, so cosa pensi a riguardo di Lars Von Trier e posso capire che tu non intenda vedere il film, ci mancherebbe altro.
      Ma, ammetterai spero, che non ha alcun senso sottoscrivere un parere - positivo o negativo che sia - su qualcosa che non hai visto. O no? :)

      Elimina
    2. diciamo che sottoscrivo ciò che ha detto Denny su Von Trier più che sul film in questione ;-)

      Elimina
    3. Direi che così va meglio, allora! :)

      Elimina
  16. vista la prima parte, per quanto riguarda il sesso mi aspettavo di peggio, e invece sono rimasta sorpresa pure io, non un capolavoro come Melancholia Dancer in the dark o le onde del destino, ma si fa vedere molto bene :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Nymphomaniac siamo d'accordo, poi a me personalmente Melancholia non è proprio piaciuto... :)

      Elimina
  17. Pur non essendo un vontrieriano (bella definizione), volevo vederlo assolutamente (anche perché sono un charlottegainsbourgiano), e mi ha colpito molto. Per me è un gran film, anche se avrei voluto, da adulto che sono, vedere la versione senza tagli. E poi, sono uscito con il mio ego ingrossato, visto che mi taglio le unghie da sinistra (dice la protagonista, tipico di chi si gode la vita), e non mangerei mai quel dolcetto con la forchetta (cosa poca virile, ci insegna sempre lei), anzi lo divorerei in un boccone ;)
    p.s.
    Von Trier non è una cattiva persona, è un cineasta in gamba, che conosce bene i meccanismi della pubblicità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eccoti!
      non sono Vontrieriana (mi piace) nemmeno io, anzi. Ma, come ho detto il film, almeno questa prima parte, non mi è dispiaciuto, non mi ha disturbato, non mi ha scandalizzato, non mi ha annoiato. Come te avrei senza dubbio preferito poter fruire della visione integrale, ma questo è quello che passa il convento.
      Il taglio delle unghie per me inizia da destra, ma, come ho già detto, bisogna considerare il fatto che io sono mancina...
      Su Von Trier persona non mi pronuncio, non conoscendolo. Basandomi su quello che si può leggere in giro credo abbia un po' di fobie e paranoie sparse, il che probabilmente, unito a certe sue esternazioni, aiuta parecchio a dare l'idea di un personaggio tutt'altro che simpatico e affabile.

      Elimina
    2. Sì, sì, per te, che sei mancina, vale iniziare da destra la regola del film sul godersi la vita ;)

      Elimina
    3. ah ah ah! ne ero convinta! :)

      Elimina
  18. a uma è successa l età, credo.
    tu lo dici benissimo e io male, ma secondo me è un gran bel film.
    e io odio von trier. fino ad oggi mi aveva sempre annoiato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo dico benissimo? Grazie K, troppo buono tu. E LVT, eccezion fatta per dogville e il grande capo, aveva sempre annoiato anche me.
      Ma dici che è solo l'età? no, non ci posso credere! ;)

      Elimina
  19. E siamo assolutamente d'accordo. Ma fidati, il Volume 2 neppure ti divertirà. Peccato, perché questo alla fine, per quanto inutile e quasi puritano, non era male :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, vabbè, cercherò di farmene una ragione, ormai c'ho la scimmia di sapere come va a finire! :)

      comunque sì, gridare allo scandalo e alla pornografia è assolutamente fuori luogo.

      Elimina