9 novembre 2012

Red Lights


Devo ancora capire se Cillian Murphy mi piace.
Lo trovai semplicemente splendido in Breakfast on Pluto, poi ammetto di non averlo seguito con costanza, anche se riconosco che nella parte del guardiano del tempo di In Time aveva il suo perchè.
Ma adesso veniamo a Red Lights.
Di cui sapevo poco o niente. E io non sopporto andare a vedere film di cui so poco o niente senza nemmeno aver mai visto un trailer, a parte aver ascoltato quelli radiofonici. Se possono avere un senso. Diciamo che per questa volta mi sono fidata di un consiglio, ecco.
Ma veniamo al dunque. 
Il regista è Rodrigo Cortés (Fascino, ti prego, nota l'accento), di cui avevo accuratamente evitato la visione del precedente "Buried", perchè il mio tributo l'avevo già dato a "Grave Danger", e perchè l'idea di trovarmi, più o meno cosciente, in una cassa, è una delle principali motivazioni al mio voler essere cremata, QUANDO (e non SE) sarà il momento.
Qua invece ci troviamo di fronte a Margareth Matheson (una fantastica Sigourney Weaver) che, coadiuvata dal fido assistente Tom Buckley (Cillian Murphy), ha dedicato la sua carriera a confutare episodi paranormali, smascherando presunte sciampiste medium, sedicenti guaritori, aspiranti Van Gogh (la scena nella casa del ragazzino presunto pittore è deliziosa) e via dicendo.
In tutta la sua carriera la Matheson non ha mai ottenuto alcuna prova dell'esistenza di un qualsiasi fenomeno a cui non si potesse trovare una risposta razionale, come spiega in una delle sue appassionanti lezioni all'università. Fino al giorno in cui ricompare all'improvviso Simon Silver, con cui la donna sembra avere un conto in sospeso per un doloroso episodio successo 30 anni prima, per cui scopriamo che anche la scettica scienziata ha un lato in cui anche le sue granitiche certezze vengono meno, scoprendo il fianco ad una vulnerabilità che - personalmente - mi ha lasciato un po' perplessa.
Tom cerca inutilmente di convincerla ad indagare su Silver, ma Margareth non vuole farlo. E non lo farà. Per tutta una serie di motivi che non starò a spiegarvi. Lo farà Tom, da solo. E qua il film inizia a sbandare un po', per poi riprendersi in zona Cesarini.
E comunque il paranormale esiste. Perchè nessuno può rialzarsi così in fretta e in pieno possesso delle sue facoltà mentali dopo un pestaggio come quello che avviene nei bagni del teatro, dopo aver sfondato un lavandino a craniate.
Discontinuo, ma interessante.
E adesso la mia opinione su Cillian Murphy non è più sospesa: è decisamente bravo.
 
 

67 commenti:

  1. Anch'io vorrei farmi cremare. Però solo "se sarà il caso", che ancora sono convinto di farcela ;o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo avuto questa divertente discussione proprio ieri, dopo il film, a proposito di quelli che dicono se e non quando. :)

      Elimina
  2. a me Cillian Murphy piace parecchio, ha la stessa impertinenza nello sguardo che aveva il Terence Stamp da giovane e lo trovo bravo. Peccato che non riescano a trovargli ruoli convincenti in film mainstream...Red Lights per me è come un soufflè che si sgonfia sul più bello...anche se è decisamente un passo avanti rispetto a Buried diciamo che non mi ha entusiasmato più di tanto:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, adesso posso confermare che Murphy è davvero bravo. Diciamo che il film regge bene finchè c'è il cinico scetticismo della Matheson, che io ho trovato strepitoso. E ho anche riso parecchio, diciamocelo. Poi effettivamente si perde un po'.
      La pensi come me in merito al pestaggio nei bagni?

      Elimina
    2. Io, essendo stata pestata da un marciapiede sulla faccia, so per esperienza che il risultato è orribilmente peggiore, altro che due righe di sangue dal naso, ma del resto, essendo egli paragnotta...
      Vorrei far notare l'omaggio del regista al grande scrittore Richard Matheson ;-)

      Elimina
    3. se la metti giù così sembra che sia stato il marciapiede a venire contro di te e non il contrario, però! :)

      Non ho mai letto nulla di Matheson. E non ho mai visto nemmeno uno dei film che ha sceneggiato. E' grave?

      Elimina
    4. ehm, volevo lasciare il dubbio! ;-))
      Devi assolutissimamente leggere IO SONO LEGGENDA,e anche 3 millimetri al giorno, poi hai visto senz'altro Duel!!

      Elimina
    5. Vero, Duel lo vidi.
      E dopo aver consultato wikiTedia, ho scoperto di aver visto anche Echi mortali. Bah.

      Elimina
    6. "Io sono leggenda" nulla ha a che fare col film con Will Smith, sapevatevelo, a parte il titolo.

      Elimina
    7. oltre a non aver letto il libro, non ho nemmeno visto il film. :)

      Elimina
    8. Il racconto m'è piaciuto assai, ne fecero un film più aderente alla trama negli anni '60, credo.
      Poi la fuffa con Will Smith.

      Elimina
    9. che io, nonostante i muscoli di Will Smith, non sono andata a vedere. Sono mossa sempre da nobili sentimenti, io. E i bicipiti ed i pettorali di Will Smith, sono nobilissimi. Ma a volte nemmeno loro bastano. :)

      Elimina
    10. A volte credo che questi attori abbiano qualche rata del mutuo in scadenza, ed accettino qualunque cosa pur di raggranellare un po' di danè.
      E' un film infimo davvero e se lo dico io, fossi in Will, mi preoccuperei.

      Elimina
    11. Uno su tutti Liam Neeson ad esempio. Che dopo il pessimo "io vi troverò", non si è fatto mancare "taken 2"...

      Elimina
    12. @VIPERO: concordo in tutto con te, è grave? :-))

      Elimina
    13. Tiz: solo se non lo dici in giro ;o)

      Elimina
    14. effettivamente anche a me il pestaggio nel bagno è sembrato una licenza poetica ma ce ne sono tante nei film di queste licenze. Per esempio ho scoperto da un programma tv che far saltare una serratura con un colpo di pistola non è mica così semplice. Devi avere fortuna sennò rischi anche che la pallottola ti ritorni in faccia di rimbalzo e la serratura rimanga intonsa e anche se ciò non succede sparandogli un colpo la cosa più probabile è che non succeda nulla....su Studio Universal facevano questa trasmissione che svelava tutte le licenze poetiche di questo tipo prese nei vari film...

      Elimina
  3. cillian murphy io l'avevo scoperto in 28 giorni dopo, poi mi sembrava essersi perso un po' per strada...
    qua invece concordo: se la cava decisamente bene!
    anche sul film sono d'accordo, però le parti positive alla fine hanno la meglio su quelle negative

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è affatto un brutto film, ma devo ancora decidere se nella seconda parte c'è troppa roba o ne manca.
      Io ad esempio non sono riuscita a capire perchè, quando Tom è da Silver, lui, ad un certo punto ripone il tovagliolo/asciugamano/fazzoletto quello che è in cassaforte.

      Elimina
    2. Secondo me è una scena che mette dentro tre cose: 1-la maniacalità del truffatore per non essere scoperto 2-il cervo sul quadro che ricorda il Cacciatore 3-si tradisce, e Tom se ne accorge, perchè se fosse cieco non vedrebbe i numeri sulla combinazione.

      Elimina
  4. Io avevo apprezzato Cillian Murphy anche ne "Il vento che accarezza l'erba" di Ken Loach e in "Sunshine" di Danny Boyle mentre non ricordavo di averlo visto in tutti i Batman... mitttero!
    In Red Lights era anche carino il poster che aveva nello studio: "I want to understand" in contrapposizione con quello di Fox Moulder "I want to believe"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il poster l'ho notato anch'io. E il pensiero a Fox Mulder è stato immediato! :)

      Elimina
  5. Nessun giudizio su Silver/De Niro?
    Ho visto il trailer, fluttuano parecchio ;-)
    Buon w.e. Sheltering

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma alla fine nemmeno tanto, eh? :)
      Mah. Che dire su De Niro?
      A me personalmente sembra che ormai non reciti nemmeno più e sia semplicemente sè stesso. :)
      Ciao cara, buon week end anche a te!

      Elimina
  6. ma... amsterdam che c'entra? O non ho capito una cippalippa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. red lihgts... avevo capito che c'entrasse amsterdam e il quartiere a luci rosse... vabbè torno a dormire, ciao!

      Elimina
    2. ah ah ah! no, niente Amsterdam a questo giro! :)

      Elimina
  7. Cillian Murphy mi ricorda il ragazzetto di cui ero infatuata in quinta ginnasio. Pinchia se era carino! ...percui per la proprietà transitiva di nonsopiùcosa lo trovo bellissimo anche se un po' troppo adolescenziale per i miei gusti.
    comunque, per la cronaca, anch'io voglio essere cremata quando sarà.

    RispondiElimina
  8. Complimenti per l'accento! ;-)))...lo so che quando ti ci metti sei una belva....quel Murphy, se non ricordo male, è quello che in Inception fa il figlio bamba a cui devono innestare un nuovo pensiero....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi ricordo che parte facesse in Inception, che conquel film ero andata un po' in confusione ad un certo punto...

      Elimina
  9. Io Inception lo vidi per metà, l'altra metà ero nel bagno del cinema a vomitare, (ma il film non aveva colpe, che io ricordi!) devo recuperarlo, mi sa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh sì, devi proprio. Gran film.

      Elimina
  10. Fascination09/11/12, 11:34

    Ti ricordi che avevano "rapito" il figlio del padre (;-)) che stava morendo e avrebbe lasciato in eredità una multinazionale che avrebbe avuto il monopolio nel settore dell'energia e il Jap non voleva questo e aveva chiesto a di Caprio e la sua band (fra cui c'era anche il bel Tom Hardy aka Bronson) di innestargli un'idea che lo portasse a spacchettare la multinazionale...ecco, lui era il figlio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehm. sì. certo... :)
      (a proposito di Bronson, cioè, a proposito di NWR, oggi alle 15.30 in una biblioteca cittadina proiettano Pusher III, che avrei visto volentieri. Non fosse alle 15.30.)

      Elimina
    2. Ce li ho tutti e li ho già visti tutti...e so' tosti eh!!!

      Elimina
    3. Il solito Fascino09/11/12, 12:56

      Mi sa che mi tocca mandarti tutto l'hard disk ;-))))

      Elimina
    4. eh. Refn è davvero notevole.
      Ho visto i primi due e Bleeder.
      Bronson l'ho recuperato una notte in tv.
      Oltre al 3° pusher mi manca Valhalla Rising.

      Elimina
    5. Fascino Drive09/11/12, 14:31

      Manco ti chiedo se hai visto Drive...che a me Ryan Gosling piace e piace assai...e lì c'ha a che fare con una attrice che apprezzo parecchio (Carey Mulligan) e in un altro film col mio amore prediletto: signore e signori.....Emma Stone!!!!

      Elimina
    6. Sì sì! Drive l'avevo visto addirittura ad un anteprima. E mi aveva affascinato alla grande.
      Probabilmente Ryan Gosling ha contribuito parecchio, non lo nego.
      Il film con la stone è quello in cui lei a un certo punto lo vede a dorso nudo e gli chiede se è photoshoppato? :)

      Elimina
    7. Fascino Stoned09/11/12, 14:47

      Crazy Stupid Love...se non erro! Ma io lei l'avevo scoperta in Easy A (in Italia Easy Girl), in Zombieland e in Superbad...che poi, detto fra me e te, quello che mi fa morire di lei, è la voce...purtroppo, so che frequenta, o ha sposato, il protagonista di Spiderman (l'ultimo), quello che aveva fatto Boy A...nonostante gli over 40, a volte mi comporto ancora da adolescentello ;-)))

      Elimina
    8. Boy A. Avevo letto il libro. Ma non ricordo che il film sia mai uscito in sala, vero? ecco. Mi piacerebbe vederlo. Il libro lo ricordo come una bella mazzata.

      Elimina
    9. No, da noi non è mai uscito...non ho letto il libro, ma il film è bello tosto e, a mio avviso, merita

      Elimina
    10. Soliti distributori del cazzo.
      Merita anche il libro, tosto pure lui. l'ha pubblicato isbn edizioni da noi.

      Elimina
  11. Anche per me Cillian Murphy è un oggetto un filino misterioso. Sul film avevo parecchie perplessità, ma a quanto pare vale la visione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me sì. Una visione la merita. Senza aspettarsi il capolavoro, ovviamente. Ma, non so tu, io ho smesso da un pezzo di farlo! :)

      Elimina
    2. Capolavori con la C maiuscola è da parecchio che non ne vedo!

      Elimina
    3. io ultimamente mi sono entusiasmata parecchio per Killer Joe.
      L'anno scorso mi era successo per The Raid.
      Discutibili, probabilmente. E non Capolavori con la C maiuscola, senz'altro. Per quelli io devo tornare ai tempi di Ghost Dog. Quel film mi aveva incantato.

      Elimina
  12. Mi prenoto per dire la mia su Inception, quando sarà. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va bene.
      Io ne ho parlato "vagamente" qui. :)

      Elimina
    2. Ho appena letto, scusami, non ero ancora un tuo affezionato, ma direi che la trama del flm, a cui lì si accenna, merita un approfondimento. O no? :)

      Elimina
  13. è un film che mi incuriosce molto e avevo voglia di vedere, e ora devo dire la voglia è aumentata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per merito (e/o colpa) mio? :)

      Elimina
    2. eh già, merito o colpa te lo dico dopo averlo visto ;)

      Elimina
    3. ah ah ah!
      che responsabilità! :)

      Elimina
    4. ahhaahah già, tremenda ;)
      potrebbe andarmi il pop corn di traverso al cinema!

      Elimina
    5. il. pop. corn.
      il pop corn????????????????????????????????
      vade retro!!!!! :)

      Elimina
    6. come retro? è vero che preferisco il sacchettone di smarties misti, ma se devo ancora cenare meglio salato ;)
      e poi mica esagero, prendo il secchiello medio

      Elimina
    7. credo sia fondamentalmente un mio problema.
      Ma non riesco davvero a comprendere il bisogno di mangiare durante la visione di un film. Intanto perchè i popcorn che ti vendono sono così intrisi di burro che con un secchio soddisferebbero il fabbisogno annuale del Malawi, poi perchè hanno un odore terribile, e poi perchè in sala senti tutta sta gente che mastica e sgranocchia e io li prenderei a roncolate sulle gengive.
      ok. sono una talebana intollerante, lo ammetto.

      Elimina
    8. ahhaah tranquilla, io, che ho la malsana e ormai rara abitudine della puntualità (con tendenza all'anticipo) arrivo sempre in sala prima dell'inizio segnalato, quindi a più di mezz'ora dall'inizio reale del film, quindi quando comincia li ho già abbondantemente finiti ;)

      Elimina
  14. Adoro Cillian Murphy. Sì sì sì.

    RispondiElimina
  15. il buon Cillian ha parecchi buoni film all'attivo e solo un paio di cagate a sfavore.
    Io ho smesso di chiedermi da tempo se sia bravo davvero (ha sempre quell'espressione da "non ho capito la domanda") o sia una specie di raccomandato perché solitamente si esce dal cinema con un voto positivo, almeno sul film.
    Per cui, seppur di rimbalzo, regalo la sufficienza pure a lui e ai suoi occhioni blu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io dopo questo film sono giunta alla conclusione che è bravo davvero! :)

      Elimina
  16. Sei già la terza che ne parla bene di 'sto film, mi tocca andare a vederlo davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. del resto tre indizi fanno una prova, no? :)

      Elimina