26 novembre 2012

Christmas with the dead

Tratto da un racconto di uno dei miei scrittori di culto, Joe Lansdale, che all'ingresso in sala viene accolto da un'ovazione, e sceneggiato da suo figlio, è un film girato con pochi mezzi e, per usare le parole del regista, con meno soldi di quanti ne siano stati spesi soltanto per il caffè durante le riprese di transformer.
Cosa che, in effetti, si nota abvastanza.
La notte della vigilia di natale, a seguito di uno strano temporale magnetico, tutte le persone tranne Calvin, che stava dormendo sul divano (io lo dico sempre che il divano risolve un sacco di problemi), muoiono. Per poi risvegliarsi zombie un po' minchioni.
Calvin continua in qualche modo a condurre la sua vita, determinato comunque a festeggiare il natale, nonostante sia arrivato giugno.
Carino, senza troppe pretese.

7 commenti:

  1. Il titolo è carino, però poi a leggere la trama sembra che sia la puntata speciale di Natale di The walking dead :)

    RispondiElimina
  2. Mi viene in mente la canzone di Elio, parafrasata: "Christmas with the dead, Easter what you want..."

    RispondiElimina
  3. E' "uscito" Holy Motors, che faccio?? Vado??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, secondo me holy motors va visto. :)

      Elimina
  4. No, con the walking dead ha in comune gli zombie e basta, è super low cost e pressochè amatoriale, il protagonista gli zombie non li ammazza dato che sono i suoi vicini, li scaccia come fossero mosche, stancamente e con affetto, la deriva arriva da un predicatore che ha riunito i detenuti di un ospedale psichiatrico e, come ogni predicatore fa, distorce i fatti a suo uso e consumo. Io non mi sento di consigliare la visione di Holy Motors, ma neanche di sconsigliarla, è uno dei film più stravaganti e incomprensibili di tutti i tempi e ha il suo @Fascino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispondi in vece? ;-))))

      Elimina
    2. No, dice la sua da una posizione privilegiata! :)

      Elimina