5 novembre 2012

Chiedimi se sono felice

Anzi no, lascia perdere.
Comunque no, non lo sono.
Nemmeno ricordo più quando e se lo sono mai stata, felice, veramente, io.
Serena, a volte. Questo sì.
Apatica, ultimamente. Spesso.
Ieri sono arrivata a casa.
Era presto.
Non mi sono ancora abituata del tutto a tornare a casa e non trovarci nessuno.
E mi sono sentita sola.
Non che mi serva rientrare in una casa vuota per rendermene conto.
Perchè alla fine la consapevolezza di essere sola non mi abbandona mai.
Ma ieri mi è pesato più del solito.
Ho posato la valigia, e, con ancora addosso il giubbotto e gli stivali mi sono seduta sul divano. A guardare la televisione. Spenta. 
E ho scoperto che le mie lacrime hanno lo stesso gusto salato di sempre.

92 commenti:

  1. Non è mai troppo tardi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per sentirsi soli?

      Elimina
    2. per sentirsi come vuoi sentirti davvero (e lo dico più a me che a te).
      Puoi sentirti solissimo anche in mezzo ad una famiglia, per esempio.

      Elimina
    3. quello è vero. ma credo non sia una condizione "permanente".
      magari sbaglio, ma non ho modo di verificarlo.

      Elimina
  2. Io uno dei momenti di pura gioia l'ho vissuto un giorno che mi ha preso un temporale su di un passo ed ero senza ombrello.
    Ho camminato per un paio di chilometri sotto il diluvio universale e...ridevo ma ridevo di pura felicità.
    Non so spiegarti il motivo ma era così...

    Felicità?
    Spessissimo per fortuna ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. buon per te.
      io davvero, non ne ho memoria.

      Elimina
    2. la pioggia fa questo effetto anche a me.. saran le pioggie acide???

      Elimina
    3. Per fortuna nel mio caso non dipende dalla pioggia, altrimenti in questa stagione farei meglio a starmene sotto litio... :)

      Elimina
  3. Credo dipenda molto dal significato che diamo alla parola felicità :-)
    Se teniamo buona la definizione "stato d'animo di chi ritiene soddisfatti tutti i propri desideri" è abbastanza semplice...io credo di essere felice spesso perché non ho alla fine desideri...
    Ci sono cose che mi piacerebbero, tipo vincere 100 milioni al Superenalotto, ma vedo che anche senza sono comunque felice.
    Non dico gioioso eh...felice. :-)
    La pura gioia è rara...almeno per me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. senz'altro.
      io probabilmente le attribuisco un significato un po' troppo utopistico, per quello sono (o credo di essere) sempre in questo stato di "insoddisfazione". Che poi nemmeno insoddisfazione è corretto.
      Insomma, tagliamo la testa al toro. Sono una rompicoglioni. :)

      Elimina
    2. Naaa non credo.
      Ovviamente io, per tua fortuna, non ti conosco bene...ma direi che il discorso è più o meno lo stesso per tutti.
      Ci poniamo obiettivi, mete, perché pensiamo siano quelle cose lì a renderci felici...obiettivi e mete che magari non raggiungiamo e questo genera tristezza.
      alla fine credo che arrivi il momento in cui capiamo che la felicità è a portata di mano...che non è difficile da raggiungere. Basta smettere di essere quello che gli altri vogliono ed essere noi stessi.
      Dovresti viaggiare di più...goderti il panorama e non pensare troppo alla meta da raggiungere.
      E se per qualcuno sei una rompicoglioni...problemi suoi ;-)

      Elimina
    3. guarda. sull'essere quello che vogliono gli altri non c'è problema. non l'ho mai fatto e non credo che inizierò adesso. però... boh. io non so nemmeno più se me li sono mai posti, degli obbiettivi.

      Elimina
  4. a volte ci si sente soli anche in mezzo alla folla...
    e ho sempre pensato che la felicità sia una cosa di attimi, si possono vivere e godere attimi di felicità, e cercare solo di conquistarne il più possibile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma infatti.
      Che io solitamente da sola ci sto anche bene.
      Ma ci sono momenti in cui mi pesa.
      Ma probabilmente la felicità non c'entra nulla, in tutto ciò.

      Elimina
    2. già è probbaile, anch'io spesso sto quasi meglio da solo, ma è vero che certi momenti ha un peso, forse fa parte dell'insostenibile leggerezza dell'essere :)
      e sì, credo che la sensazione di felicità sia qualcosa di differente

      Elimina
  5. Con quello che sta passando in televisione ultimamente penso sia meglio guardarla spenta. Da più soddisfazione.

    RispondiElimina
  6. Imparare a convivere con la propria solitudine ed affrontarla a viso aperto - e televisione spenta - è segno di carattere.
    Non tutti ce la fanno, a rimanere con se stessi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se ho imparato o se sto ancora imparando. Certo che a volte, carattere o no, mi prende un po' di tristezza.

      Elimina
  7. Potrei scrivere parole profonde per risponderti ma sono sempre la solita cazzone quindi procedo come mio solito!
    Tutto è relativo... io per esempio, ultimamente vorrei avere la possibilità di sentirmi sola, ma con un marito tra i piedi ed un Nanetto urlante che ogni tra per due mi chiama, è praticamente impossibile... Vuoi fare a cambio per una settimana?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo sai che mi piaci, cazzona! :)
      E' vero, tutto è relativo. Che poi io nemmeno la sopporto, la gente, se stai a vedere... ma è un discorso un po' più complesso. A volte penso che non ho davvero costruito un cazzo.

      Elimina
    2. "A volte penso che non ho costruito un cazzo"... qui sta parlando il tuo stato d'animo attuale, quello che ora è ammantato di nero.
      Ma ti amo anche quando sei così tenebrosa :D

      Elimina
    3. del resto ero una ragazzina dark mica per niente... :)

      Elimina
  8. Che dietro la scorza di una durezza acquisita, resta sempre un cuore tenero come il burro.
    (ti voglio bene)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco. sei riuscita a farmi commuovere.
      non farlo più! :)

      (pure io)

      Elimina
  9. Cavoli, mi stai dicendo che quel quadro nero, con la cornice lucida nera, che ho davanti al divano sarebbe un televisore?!?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dalla descrizione potrebbe essere, sì.

      Elimina
    2. Ecco cos'era quel cordless senza antennino che non funzionava...

      Elimina
    3. card.napellus05/11/12, 14:18

      Poison, tesoro, cosa ti succede? Allora non hai un cuore tacco13... ma io l'ho sempre sospettato. Sai, il mondo è strano: sabato abbiamo visto un'ora e mezza di foto da nostri amici (foto di Amsterdam, dove sono stato solo quattro volte, che quindi conosco bene). Un'esperienza tediosissima, risolta quando lei ha detto che aspettava una bimba (sposata da sedici anni, poteva anche farlo prima). Ho pensato, che carini, lei è giovane ma lui sui 45, poi lui ci ha detto che è in cassa integrazione, il lavoro di lei va male, devono finire di pagare la casa... COME SI SPIEGA IL LED TV 3D DA CINQUANTUNO POLLICI? C'è gente che non finisce mai di stupirti. Cosa c'entra? Niente, avevo voglia di raccontarlo, così. Ciao, cara.

      Elimina
  10. vorrei farti coraggio, ma nell'ultimo anno ho pianto tanto che le mie lacrime non sono neanche più salate... chissà, forse sono un caso raro!
    c'è di buono che le lacrime vanno a momenti, così come a momenti alterni vanno i sorrisi col principe e il tubo Ico, per esempio quando ieri l'ho scoperto che arraffava i biscotti dal cassetto in bilico sui tre piedi dondolanti della sedia del soggiorno (ma da chi avrà preso 'sto figlio spericolato?)..
    lacrime e sorrisi, ce n'è un po' per tutti e tutto un po' a periodi.
    adesso sorridi, nè!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì sì, fra un po' sorriderò di nuovo. credo.

      Elimina
  11. Fascino inquieto05/11/12, 14:26

    Credo si tratti di semplice inquietudine, ci devi convivere (e già questo rompe il filo della solitudine)....un giorno piangi e rompi il cazzo, il giorno dopo ridi e rompi il cazzo, il terzo giorno sprizzi gioia e rompi il cazzo...poi un giorno c'hai la rogna addosso, un altro ti scivola addosso e si schianta sul pavimento e un altro ancora sei lì ad ansimare sopra una struttura totemica di almeno 30 centimetri puliti puliti...siamo ciclici, imperfetti e imprevedibili...e poi piangere rinfresca la pelle, rende lisce le imperfezioni e ti rilassa come poche cose...sei una bella persona, e questo ti basti ad esserne orgogliosamente contenta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi pare di aver capito, se ho letto bene tra le righe, che, come mi giri mi giri, sembra che niente faccio eppure rompo il cazzo... :)
      vado ad informarmi sulle strutture totemiche, nel frattempo.

      Ti sei accorto che ti è sfuggito pure un complimento? perchè io l'ho notato. :)

      Elimina
    2. Fascino preoccupato05/11/12, 15:36

      Dov'è sfuggito? Cancellalo, non voglio perdere la reputazione!!!!

      Elimina
    3. più o meno nella penultima riga, era quel "sei una bella persona"... :)

      Elimina
    4. Ahhh, stavo parlando di me, ho improvvisato un monologo dialogico....sì, comunque, anche tu non sei da buttar via (per la mia scala di valori è un complimentone!!!! Tientelo stretto!!)

      Elimina
    5. ah, ecco. volevo ben dire.

      Elimina
  12. L'ultima volta che sono stata felice è stato due anni fa... da allora buio totale... hai voglia a dire che occorre essere felici anche da soli e blablabla... io non ce la faccio... gli altri saranno più bravi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, se non altro tu ne hai memoria...
      (puoi anche mandarmi a cagare, non mi offendo!)

      Elimina
  13. Risposte
    1. grazie Libby. Tranquilla, tanto fra un po' mi passa, eh? :)

      Elimina
  14. Ma neanche Settechili di gatto ti ha fatto cambiare idea?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Settechili ieri mi si voleva sdraiare dappertutto, per un attimo ho avuto il sospetto che volesse provare a entrarmi anche nelle orecchie!
      oltretutto ha pure una ferita ad un orecchio. che anche lui deve capire che non è più di primo pelo.

      Elimina
  15. ciao patata, ma mica sei sola! in questi casi puoi chiamare, la tua amica ti ammorba con qualche lagna in cui infila ogni tre per due la parola ex fidanzato, così tu ti incazzi e la sensazione di solitudine viene sostituita da qualcosa di diverso. magari non migliore, ma diverso! :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah ah! grande tiz. sei riuscita a farmi ridere!
      però davvero, questo ex fidanzato sta diventando nocivo! :)

      Elimina
  16. Tiz I want the one I can't have, and it's driving me mad05/11/12, 15:14

    Mannò, ho deciso che visto che io preferisco vederlo che non vederlo finchè non mi stufo me lo porterò dietro a cine e altrove, mi spiace per voi, paradossalmente! Sopportatemi, non sono molesta, è che ho la fermezza di carattere di un'ameba! ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma guarda che io ti capisco benissimo, eh?
      poi in fondo non è molesto nemmeno lui... (non sempre, ecco!)

      Elimina
    2. Anche la Tiz, comunque, è una che rompe il cazzo...anzi, forse è peggio anche di te ;-)))...tutto detto con garbo, s'intenda ;-))

      Elimina
    3. del resto se siamo amiche qualcosa che ci accomuna dovrà pur esserci, no? :)

      Elimina
    4. Siete delle amiche del cazzo, insomma...vista la battuta mi son messo anonimo ;-)))

      Elimina
    5. eh, hai fatto tanto bene. :)

      Elimina
    6. Che battuta idiota, chi sarà quell'imbecille che non ha avuto nemmeno il coraggio di firmarsi? ;-)))...spero che qualche sorriso ti sia uscito da quella faccia, senza rovinare il lavoro del chirurgo ;-)))

      Elimina
  17. Ok, la prossima volta niente apostrofi vicino al nome! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eppure saresti da apostrofare duramente ;-)))...comunque, hai un buon inglese..congratulations sweetie!

      Elimina
    2. Citazione del mio gruppo preferito, tutto o quasi il mio inglese viene da lì, siccome il mio gruppo preferito è specializzato in canzoni depressivo-melanconico-tagliamoci le vene che è meglio, è citabilissimo in queste o altre situazioni analoghe, cadendo sempre a fagiuolo! Fascino, mi hai già detto che sono una che rompe i cosiddetti, mi vuoi apostrofare ancora? Che dovrei dire io di te? Niente? Che non ti conosco? Ah, ecco... :-)

      Elimina
    3. Di me puoi dire quello che vuoi, sentiti libera di apostrofarmi, accentarmi, virgolarmi, puntarmi, duepuntarmi, apriparentesizzarmi e comunque sappi che Heaven knows how I'm miserable now ;-)))

      Elimina
    4. Parli a me? The girl least likely to? :-)
      Comunque volevo acchiocciolarti, se ti va!

      Elimina
    5. Fascino Asked Questions05/11/12, 16:24

      Quello che vuoi!!! Non so come si svolga l'acchiocciolamento, ma mi fido!!! Diventerò the boy with the thorn in his side? Ma fammi capire, se uno ti fa una domanda in inglese, tu rispondi con un titolo o una strofa di una canzone degli Smiths?

      Elimina
    6. Se riesco! ;-) E tu?

      Elimina
  18. fai come me: impara a piangere al sapor di spriss
    (dai che con tutte le amiche cazzone che hai mica poteva mancare quella con la frangia più secsi no?)

    RispondiElimina
  19. non è mica una cattiva idea, la tua, eh? :)

    RispondiElimina
  20. beh, hai ragione tu. che a volte è meglio guardala spenta, la tv

    :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però quando è accesa mi concilia benissimo il sonno...

      Elimina
  21. Si può essere soli in mezzo alla moltitudine, lo so è una frase trita e ritrita, ma per esperienza personale quantomai vera; una sensazione che, per quanto mi riguarda dura da anni.
    Leggere il tuo post mi ha portato a rileggere alcune righe che scrissi anni fa, per sorprendermi nel trovarle quantomai attuali nonostante la mia casa sembri un mercato, dove la condivisione non è un articolo in vendita...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è una condizione abbastanza abituale.
      È in genere con me stessa sto bene, il più delle volte.
      Poi scattano i giorni come ieri, in cui io non mi bastò.

      Elimina
    2. La devo smettere di scrivere i commenti senza occhiali, che il suggeritore automatico ha sta fissa di accentare la qualsiasi.. :)

      Elimina
  22. ..purtroppo nn ho mai consigli da dare, sennò lì userei io ...ma ti abbraccerei FORTE, ma così FORTE... che passerei dall'altra parte..!! (rubacchiata a Groucho)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dubito tu ci possa riuscire, che son donna di un certo... spessore! ;)

      Elimina

    2. (6 fantastika!!....e oggi che mi avanza del tempo...ti voglio un po' bene!!)

      Elimina
    3. Ah ah ah!
      Sei troppo carino, tu! :)

      Elimina
  23. già... a volte pensa più degli altri giorni. a volte arriva cosi all'improvviso che quasi ti spaventi anche.
    :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. Per fortuna, tutto sommato, quelle volte sono abbastanza rare... ;)

      Elimina
  24. nb: volevo scrivere "pesa" non "pensa".
    :)

    RispondiElimina
  25. posso? la musica giusta per piangere quello che c'è da piangere e sentirsi meglio, dopo.

    http://www.youtube.com/watch?v=GDfngVVh8d8&list=FL81ZMo7CffYGuYZCPuXYE9g&index=5&feature=plpp_video

    Trouble in Mind, Walter Horton


    RispondiElimina
  26. poi, quando è passato:

    http://www.youtube.com/watch?v=lfqEYyY-1Qg&feature=BFa&list=FL81ZMo7CffYGuYZCPuXYE9g

    RispondiElimina
  27. Quel numero di telefono che hai sull'iphone con il mio nome a fianco servirà a qualcosa? Oppure sei diventata numerologa e quel numero ti affascina così com'è scritto? No, adesso ho capito. Dovevo dirti che era un numero da usare in caso di emergenza crollo sul divano.
    E non ti darò questa soddisfazione, sono io che voglio bene a te! Oh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È che quando arrivano quei momenti tendo a isolarmi ancora più del solito, per quanto possibile. Ma proverò a ricordarmelo la prossima volta che succederà, promesso.
      Grazie, Max!

      Elimina
  28. :-* (che tanto non ti posso dire niente che non ti abbiano già detto o che non suoni come un disco graffiato)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Suona comunque molto meglio di un disco graffiato... :)

      Elimina
  29. la cisterna di giustiano ... quando ci sono arrivata, pur soffrendo di claustrofobia ho voluto andarla a vedere, ho capito che tutto era possibile ... la solitudine in certi ambienti è amplificata e nulla attorno a te può farti sentire così ... grande
    lascia che scorrano quelle lacrime, con il passare del tempo avranno il sapore meno amaro
    ciao :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cisterna è davvero un luogo pieno di fascino!

      Elimina
  30. Pensa che io volevo scriverti ma temevo di risultare pedante...non so se sia peggio guardare la tv spenta o non accorgersi di averla accesa, come capita spesso a me. Quanto alla felicità, credo sia una questione di predisposizione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Predisposizione? Ah, ok. Tutto chiaro. Era nel pacchetto degli optional che non ho ritirato.

      Elimina
    2. Hai preso anche il mio il pacco tette, che vuoi di più?

      Elimina
  31. E' un chiaro, chiarissimo segno: sei umana!! Capitano a tutti i momenti cosi', anche a chi ha la casa piena.
    Per fortuna poi passano. Coraggio!!
    Cpome trattamento d'urto potrei prestarti il mio puzzolentissimo cane dall'ingombrante presenza olfattiva. Meglio della colla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica ti offendi, se rinuncio al trattamento d'urto? ;)

      Elimina
  32. Ti leggo e non ho mai commentato. Si percepisce, sai. Nonostante lo humour e il sarcasmo, si può leggere questa solitudine in ogni singola riga che scrivi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è nella mia natura.
      non son capace a fingere.

      Elimina
  33. Ok, ora mi leggo tutti i post di Istanbul, ora che ho finalmente tempo per riflettere.
    E ti dirò una cosa: anche io ero là con un'amica, eppure quella città, quell'universo parallelo, mi ha modo di crearmi una dimensione personale molto intima, una specie di solitudine tra il caos. E laggiù, tra quelle colonne, respirando antica umidità, ho capito che meno male che con me ci sono io.
    Fidati ;)
    un abbraccio

    RispondiElimina