16 novembre 2012

7 psicopatici. 8 coi distributori.

"Hans, tu non bevi niente?"
"Nooo, io prendo il peyote!"
 
 
Che io questo film lo volevo vedere a qualunque costo. Che quando vado in fissa con qualcosa non ci sono cazzi.
Mi sono addirittura spinta fino al Lingotto, in un UCI. Che per mè è il male fatto a forma di multisala. Dove, nella mia vita, credo di essere entrata di mia sponte un'unica volta, in precedenza. Per andare a vedere Alpha Dog. Che, come in questo caso, era uscito solo lì. Sopportando la mezz'ora di pubblicità coatta, il fetore di quella roba che ti spacciano come pop-corn, la gente che rumina (machecazzotimangi?) beve e fa tutto un genere di cose che non bisognerebbe MAI fare al cinema. A tal proposito vi consiglio di leggere l'ultimo post dell'hombre, che io pensavo di stampare e appendere all'ingresso di ogni sala cinematografica della galassia.
Oltretutto "qualunque costo" significa anche che gli UCI non accettano la tessera Aiace, quella che mi fa pagare ogni ingresso in sala una cifra variabile dai 4.50 ai 5.50 €. E invece, prezzo pieno.
Ma li mortacci de Pippo.
Oltre al cast strepitoso, dello stesso regista, Martin McDonagh, avevo apprezzato, qualche anno fa, In Bruges, che fu una vera sorpresa, e che mi fece venire voglia, fra le altre cose, di fare un giro in quella città. Cosa che sono riuscita a fare a giugno, in una deviazione di percorso alla fine della mia vacanza itinerante in Bretagna e Normandia. Ovviamente una volta lì io e la bionda non abbiamo potuto esimerci dal salire sul Belfort, come la famiglia americana inutilmente dissuasa da Colin Farrel e le sue sopracciglia. Tornando "a terra" nemmeno molto provate, fra l'altro. Che sculettare come delle ossesse in palestra almeno serva a qualcosa, no?
Ma veniamo al film.
Che inizia con due sicari della mafia che discutono animatamente mentre attendono l'arrivo della loro vittima. Talmente animatamente da non accorgersi che alle loro spalle arriva lo psicopatico n. 1, che li ammazza con due colpi in testa, lascia sui loro cadaveri due carte da gioco (il jack di denari) e scompare.
Ci troviamo quindi a casa di Marty, scrittore inseparabile dalla sua bottiglia, che sta lavorando alla stesura della sceneggiatura di un film, 7 psicopatici. Al suo fianco Billy, attore disoccupato che vuole aiutarlo a tutti i costi e gli racconta la storia di un quacchero vendicatore che trova la fede in prigione. Billy campa rubando cani che il vecchio complice Hans restituisce dopo un paio di giorni ai legittimi proprietari per intascare la ricompensa, fino al giorno in cui Billy rapisce il cane sbagliato, quello del boss Costello, altro psicopatico di tutto rispetto. Disposto a tutto per riappropriarsi dell'animale raggiungerà i tre nel deserto, dove si sono rifugiati affinché si compia, in uno scenario da film western, la grande sparatoria finale. Ma, prima di arrivare a questo punto ci saremo lasciati alle spalle esecuzioni in diretta ed omicidi in flash back, come quelli raccontati dallo psicopatico col coniglio, serial killer di serial killer, che arriva da Marty dopo che Billy ha fatto pubblicare un annuncio sul giornale.
Cinico ed irriverente, intriso di malinconia e rimpianto, ma contemporaneamente ironico, riesce a strapparti sonore risate quando meno te lo aspetti. Non è mica così facile, in fondo.
Un fantastico Sam Rockwell, in stato di grazia, si conferma una mente pericolosissima.
 
 
 
 
p.s.¹: doverosa precisazione: anche nei cinema UCI, se sei il possessore fiero ed egagro dell'Ikea Family o della tessera Spesamica hai diritto a delle riduzioni.
p.s.²: ovviamente davanti a noi si è seduta una mandria di 5 decerebrati dotati di bicchierone di pop corn d'ordinanza che ha rotto il cazzo in giusta misura.
p.s.³: durante i 25 minuti di pubblicità preventiva ho visto il trailer di "Lawless". Sceneggiatura e musica di Nick Cave. Oltre ad un cast che raggruppa  Tom Hardy, Shia LaBoeuf, Guy Pearce, Gary Oldman, Jessica Chastain e Mia Wasikowska.


46 commenti:

  1. Ma se "i distributori" per definizione sono almeno 2, gli psicopatici non salgono almeno a 9?

    RispondiElimina
  2. nick cave sceneggiatore, lo voglio!

    RispondiElimina
  3. spero di vederlo in settimana... se riesco a trovare il tempo.
    ho grandi aspettative!

    lawless è uno dei film che più attendo dell'anno, spero di riuscire a vedere anche questo in settimana ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le avevo anch'io, altrimenti non mi sarei piegata alla transumanza all'odiato multiplex. E non sono rimasta delusa.
      Per quanto riguarda Lawless io come sempre dovrò attendere la distribuzione in sala, sperando che non faccia cagare come per 7 psicopatici. Ma lo voglio vedere assolutamente.

      Elimina
    2. la distribuzione in sala è prevista per fine mese, quindi ci può stare. io ho sviluppato un problema molto serio con il doppiaggio, quindi se non lo proiettano in lingua difficilmente lo riesco a vedere e mi tocca recuperare le versioni originali.

      Elimina
    3. per il resto mi basta che si avvicini un minimo a the proposition, che fa felice come un bimbo la mattina di natale!

      Elimina
    4. allora non devo nemmeno attendere molto!
      nonostante la mia conoscenza della lingua non mi consenta di andare via tanto liscia, la versione originale è sempre meglio, nonostante la bravura dei doppiatori italiani e bla bla bla... Anche se ti confesso che in Argo, se non ci fossero stati i sottotitoli, io difficilmente avrei capito mezza parola, a parte Argo fuck yourself!

      Elimina
    5. ma per me ormai non è solo una questione di lingua o voce degli attori ecc, è proprio di colonna sonora in generale. nel doppiaggio si perde tipo il 50% (se non di più) dei suoni ambientali proponendo un audio letteralmente piatto. prima quando i film erano doppiati e basta non ci facevo caso, ma ora la sensazione mi crea un senso di innaturale istantaneo e il film non lo riesco a vedere... a patto che doppiato non sia l'unico modo, alche tocca farmelo andare bene per forza.

      è un discorso da fissati il mio, ma ormai è andata così ;)

      Elimina
    6. quello che dici è vero, e lo capisco benissimo.
      purtroppo a volte - nel mio caso soprattutto, visto che l'80% dei film li vedo in sala - non ci sono alternative.

      Elimina
  4. Conto di recuperarlo presto grazie al santo mulo.
    Sono molto, molto curioso.

    RispondiElimina
  5. Vorrei anche sottolineare che si tratta di un film politicamente scorrettissimo: "ah, il polacco ha sposato la negra" (ma 'sti polacchi ovunque??) nonchè diverse battute sulle "checche" benchè alla fine Christopher Walken (ma quanto lo amo?) si "redima" chiamandoli omo (ma nessuno si è offeso,neanche il nostro amico appartenente alla categoria) :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Walken intoccabile nei secoli.

      Elimina
  6. Non ti lamentare che in provincia arriva ora 'io è te' e di altri solo l'eco lontano di rimbalzo dalla città.
    Buon fine settimana. Sheltering :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, ma va bene tutto. Però, partendo dal presupposto che Torino non è New York, non è nemmeno Pizzighettone, insomma. Un film come questo secondo me meritava una distribuzione un filino più incisiva! :)
      Buon week end anche a te Sheltering!

      Elimina
  7. anch'io ero stato a bruges, o nella merdosa bruges, come diceva colin farrell, se non ricordo male :)
    a parte la piazza principale con la torre, non è che ci sia molto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è vero, è una merdosa cittadina deliziosa anche al di fuori della piazza principale. Se segui il percorso di alcuni canali ti trovi in alcune angoli che sembrano usciti da un quadro impressionista.

      Elimina
  8. In Bruges l'ho apprezzato tanto, questo mi sa che vale la pena recuperarlo ;) grande poison!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lorant, come ho già detto a Ford, recuperalo.
      Solo l'interpretazione di Sam Rockwell vale la visione. Oltre a tutto il resto! :)

      (e... grazie!)

      Elimina
  9. cristoddìo, anche qui è solo all'UCI, dall'altra parte della città, oltretutto. Che dovemo fa'? Lo metto in programmatio.
    Grazie per il link :)
    abbasso il popcorn
    ma è vero che colin farrell è superdotato? Così, pe' fa' du' chiacchiere OT.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chissà perchè gli UCI sono sempre dall'altra parte della città, poi! :)
      Grazie a te! :)
      non so dirti, ma mi pare di aver letto qualcosa al riguardo...

      Elimina
    2. bon, quindi era vestito. Posso portare pure dolcemetà...

      Elimina
    3. ah ah ah! sì, senza timore alcuno! :)

      Elimina
  10. Anonimo venessian16/11/12, 14:30

    Per fortuna l'Uci qui è da questa parte della città ;-)))...ma, alla fine, ti è piaciuto come t'aspettavi???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, mi è piaciuto.
      Forse In bruges era riuscito a stupirmi maggiormente perchè non sapevo cosa aspettarmi e mi sono ritrovata a vedere una piccola chicca cattiva. Ma anche questo non scherza.

      Elimina
  11. ma che bello che qui dentro c'è un sacco di gente che ha viso in bruges. pensavo di essere quasi solo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, mo'. è arrivato lui, tomo tomo cacchio cacchio.
      ma chetticredi? che qua gira gente seria, tutti certificati con l'ISO9001. Mica come la cialtronissima proprietaria dello spazio. o dell'ospizio, as you like it.

      Elimina
  12. In effetti però non ricordo perchè andammo a vederlo... cosa ci spinse? Spingitori di fanciulle a vedere film non blockbuster! Chi erano costoro? Chi li spingeva a farlo? Chi li pagava? Che c'era qualcuno che spingeva pure loro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per quanto mi riguarda posso affermare con tronfia sicumera che la presenza di colintamarrofarrel potrebbe spingermi a vedere un po' qualunque cosa. per quanto riguarda te... sapevatelo!!!

      Elimina
    2. Io ce l'ho pure in dvd In Bruges...e che vi credete??? E sono stato a Bruges solo per il film...purtroppo la torre era chiusa ;-)))...sennò avrei lasciato cadere anch'io qualche monetina dalla sommità...

      Elimina
    3. io quelli che buttano monetine un po' ovunque, dalla fontana di trevi alla pozzanghera sul GRA non li ho mica mai capiti. ma credo sia colpa del mio essere tremendamente snob. :)

      Elimina
  13. ah, guarda, anch'io non getto monete in fontane o pozzanghere, ma il pensiero che possano cadere in testa a qualcuno da una certa altezza, ahhh...questo è snobismo signora mia ;-)))...impariselo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, avevo considerato questo fattore. ma poi ho pensato anche che potrei essere io quel qualcuno. e l'idea, seppur affascinante, ha perso subito attrattiva.

      Elimina
    2. Che donna algida...;-)))

      Elimina
    3. come una viennetta. :)

      Elimina
  14. Rispondo disordinatamente agli spunti del post:
    - ho adorato "in Bruges"
    - ignoravo del tutto l'esistenza di questa pellicola ma VOGLIO vederla!!!
    - morte alle multisala e a chi le frequenta, esclusa la saltuaria poison.
    - aaaaaah, nick cave!
    - Madame Poison, ti ho mai detto che ti adoro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io rispondo solo all'ultima, per via dell'ego ipertrofico:
      Sì, ma dovresti dirmelo più spesso! ;)

      Elimina
  15. ok convinto, andrò a vederlo :)
    (buon weekend)

    RispondiElimina
  16. Non pensavo di essere così convincente!
    Buon week end anche a te!

    RispondiElimina
  17. Confermo: sei stata davvero convincente!
    Era in lista e di sicuro ne parlerò appena visto!

    RispondiElimina
  18. Voglio vederlo a tutti i costi, ma il doppiaggio com'è?

    penso di volerlo vedere in inglese...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il doppiaggio non è pessimo, ma se riesci a vederlo in inglese secondo me è pure meglio!

      Elimina