28 novembre 2012

Citadel

Cambio di programma al volo dopo il parere positivo della Tiz.
Ennesima periferia degradata, Tommy e Joanne stanno per traslocare, e abbandonare il solito orrorifico block in cui vivono. Qua ne abbiamo addirittura un trittico, la cui minacciosa presenza ci fa compagnia per tutto il film.
Sceso a portare delle borse nel taxi che li aspetta in strada, mentre risale dalla moglie, che ovviamente è incinta, con l'ascensore ovviamente difettoso, assiste impotente alla sua aggressione da parte di tre individui incappucciati.
Corsa disperata in ospedale, gli mettono in braccio la figlia appena nata, ma per la donna non ci sono speranze. A seguito del trauma Tommy sviluppa una grave forma di agorafobia.
Nel giorno del funerale della moglie, staccata dalle macchine che la tenevano in vita dopo 9 mesi di coma, il rude prete che celebra il rito funebre, accompagnato da un bambino cieco, gli dice che "loro" torneranno per prendere la bambina.
E infatti.
Tommy dovrà vincere le sue paure e assecondare il prete nel suo piano di distruzione...
Inizio tesissimo che purtroppo perde un po' di intensità nella fase finale.


 

Nessun commento:

Posta un commento