7 gennaio 2014

American Hustle
(una truffa di recensione)

"La gente crede a quello a cui vuole credere"

(Infatti c'è un sacco di gente convinta che J.Law sia una strafiga. Cosa che io faccio davvero fatica a concepire. Perchè la ragazza è indubbiamente una bravissima attrice, e sembra pure molto simpatica. Carina, per carità. Ma tutto sto figume io non riesco davvero a vederlo. Comunque, chissenefrega.)


Mettiamo subito in chiaro un paio di cose. 
American Hustle è un gran bel film, pur non essendo un capolavoro. 
Offre però una prova di attori magistrale. Sono tutti bra-vis-si-mi, dal primo all'ultimo. Compreso Robert de Niro truccato da Toni Servillo. La colonna sonora, che spazia da Duke Ellington a Donna Summer (che a un certo punto ti aspetti anche di vedere John Travolta ne La febbre del sabato sera) è splendida, per non parlare di scenografia e costumi, comprese le improbabili acconciature. Io poi ho avuto la fortuna di poter vedere il film in lingua originale, e questo è sicuramente un gran valore aggiunto. 
David O.Russel, che torna a lavorare con Christian Bale ed Amy Adams (The Fighter), Bradley Cooper, Jennifer Lawrence e Robert de Niro (Il lato positivo), prende spunto da una storia vera, l'operazione ABSCAM, in cui l'FBI, ingaggiando un professionista della truffa, Mel Weinberg, smaschererà un giro di corruzione ad alto livello, che vede coinvolti uomini politici, membri del congresso e l'onnipresente mafia. 
Nel film Mel Weinberg diventa Irving Rosenfeld, interpretato da un appositamente (+20kg) imbolsito Christian Bale, che ha fatto dell'arte di arrangiarsi la sua filosofia di vita dai tempi della scuola, quando, per aiutare il padre, proprietario di una vetreria, andava in giro a spaccare le vetrine dei negozi. 
La scena iniziale del film, in cui si vede Irving intento a sistemarsi il discutibile riporto è qualcosa di estremamente raccapricciante, sappiatelo. Non venite poi a lamentarvi che io non vi avevo avvertito, sia chiaro. 
Siamo in una suite del Plaza Hotel, e, attraverso un lungo flash back scopriamo chi sono gli uomini in quella stanza, e come sono arrivati fin lì.
Oltre ad Irving ci sono Sidney, la sua amante (Amy Adams, che - oltre ad essere semplicemente splendida - attraversa tutto il film senza l'ausilio di un reggiseno che sia uno, con delle scollature abissali e fantastiche),
che si spaccia per Lady Edith, una nobildonna inglese, e l'agente dell'FBI Richie Di Maso, (evidentemente disturbato: un uomo, una dicotomia in bigodini: succube della mamma e del suo acquario in casa, dispotico, e arrogante sul lavoro) l'uomo che, riuscendo ad incastrare Irving e Sidney, in cambio di una sorta di immunità li costringe a collaborare al suo piano per sgominare la corruzione e le collusioni tra politica e mafia, iniziando dal politico locale Carmine Polito (Jeremy Renner), e poi, come obnubilato da un ambizioso delirio di onnipotenza, smanioso di arrivare ai vertici della cupola, incapace di fermarsi al momento opportuno.
Ma.
La scheggia impazzita, ovvero Rosalyn, la moglie di Irving, (Jennifer Lawrence, perfetta nell'interpretare una donna nevrotica, borderline, intelligente ma superficiale, ossessionata dall'odore inebriante del suo smalto per unghie) potrebbe, in quanto moglie gelosa, tradita, trascurata, rovinare tutto. 
E poi non aggiungo altro, per non rovinare lo schizofrenico gioco di incastri, dove - e per una volta il titolo italiano "l'apparenza inganna" non è così fuori luogo - veramente niente è come sembra.
Perché non esistono solo il bianco e il nero, esiste anche il grigio con tutte le sue sfumature. E questo film con le sfumature ci gioca, mischiando in continuazione le carte per cui il confine fra il bene e il male non è mai così ben definito.
Perché, fra chi inganna e chi è ingannato, la gente crede a quello a cui vuole credere. 

36 commenti:

  1. Avevo già in mente di vederlo, sfiderò i nebbioni di gennaio per non farmelo sfuggire, quello che hai scritto mi piace.... chi è J. Law? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace quando riesco a "convincere" qualcuno a vedere un film!
      J.Law? Jennifer Lawrence, per gli amici! ;)

      Elimina
    2. Visto questa sera, e mi è piaciuto un sacco. Surreale e a tratti comico, ma a J.Law preferisco di gran lunga Amy Adams ...

      Elimina
    3. Sono contenta ti sia piaciuto! E anche sulla questione Adams/Lawrence mi trovi assolutamente d'accordo! :)

      Elimina
  2. Ti dirò, pur ritenendola una gran bella ragazza, manco io impazzisco tanto per la Lawrence. Molto bella, per carità, ma penso che attiri più per carisma che per certe particolari doti fisiche.
    Il film, come avevi già letto, è piaciuto anche a me :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'attrice Jennifer Lawrence è brava, ma la ragazza Jennifer Lawrence è genuinamente imbarazzante (vedi figura demmerda agli Oscar e da Letterman). Ora mi attende l'ira funesta dei suoi fan, Cannibale in testa! XD

      Elimina
    2. Sulla bravura non si discute. È che davvero, quando la sento definire "bellissima" non riesco a capire... :)
      (Da Letterman l'ho trovata divertente e simpatica)

      Elimina
    3. Scusate ma... non so chi frequentate voi abitualmente per essere così schizzinosi! :)
      Come si fa a dire che Jennifer non è bella??? Poi ovviamente dipende dai gusti ma non penso che se la incontrate per strada non gli dareste nemmeno uno sguardo, davanti e dietro intendo (parlo per gli uomini ovviamente!)
      Capitolo bravura: sono d'accordo che l'oscar per 'Il lato positivo' è stato un po' esagerato (ma ci sarebbe tutto un discorso da fare) però qui è assolutamente straordinaria: come si fa a dire il contrario? Trovatemi un'altra attrice che a 23 anni dimostra la sua maturità e versatilità per fare questi ruoli, tutti certamente più 'adulti' di lei...
      Infine: la ragazza Jennifer è deliziosa, una forza della natura. Sarà pure imbarazzante in certe situazioni, ma dimostra (per ora) di essere VERA e genuina, oltre che simpaticissima. Per cambiare e diventare sfuggente e stronzetta ci sarà tempo...

      Elimina
    4. Kelvin, non è questione di essere schizzinosi, per carità. Semplicemente io la trovo carina, ma non questa bellezza da togliere il fiato, tutto lì. Vogliamo parlare di Claudia Cardinale da giovane, o di Isabelle Adjani agli esordi? Quella secondo me è bellezza, poi, per carità, i gusti non si discutono. E sull'immensa bravura della Lawrence... non si discute neanche lì! :)

      Elimina
    5. Eh Kelvin... dovresti vedere la mia ragazza, altro che la Lawrence ;)
      Non concorso sul genuinamente imbarazzante. Anzi, mi sta molto simpatica, anche perché non sembra prendersi molto sul serio nonostante il successo.

      Elimina
    6. Beh, se passo dalle tue parti me la presenti!! ;-)))

      Elimina
  3. Ammetto che mi avresti convinto a vederlo, anche se sono divenuto un fan della "mezz'ora in meno" e del trucco e parrucco a farla troppo da padroni. A Bale devono essere costati quei venti kg.. visto che li sparapanza in primo piano spesso ("tiè, guardate che ho dovuto fa pevvoi pubblico!")... su tutti Bradley Cooper. Quell'uomo può fare tutto. Con o senza bigodini. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, immagino che per perdere 20 kg serva un po' di tempo...
      Mezz'ora in meno forse sarebbe stato troppo, ma dieci minuti ci stavano!

      Elimina
  4. la panza in 3 D di Bale visibile anche senza occhialetti è la cosa più sorprendente del film assieme alla sua capigliatura posticcia...la Lawrence è carina assai, è brava ma non stravedo per lei, qui ho sbavato molto più per la Adams e per le sue scollature assassine....questione di sguardo...ah ah ah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che a pancia io ho patito davvero - una vera scena horror - la sistemazione del riporto, davvero terribile!!!
      La Adams qua è - oltre che brava - sensualissima e sexy come non mai!

      Elimina
  5. Non è un capolavoro, ma è uno di quei film che rivedresti mille e mille volte: perchè ha un meccanismo a orologeria semplicemente impeccabile, tutto è oliato alla perfezione. Intrattenimento (e divertimento) allo stato puro. Senza contare il grandissimo lavoro su costumi, scenografie e musiche nostalgicamente anni '70. Hollywood alla massima potenza, in senso buono.

    RispondiElimina
  6. concordo pienamente
    il titolo giusto è L'APPARENZA INGANNA (una frase che andrebbe scritta sul frontone del parlamento, delle scuole e di tribunali).
    Tutto è inganno in questo film. Mi torna in mente il finale della STANGATA (quando Hooker sembra stia per tradire Gondorf, spinto da un agente del FBI, che però è falso): qui è falso il Rembrandt, falso lo sceicco, falso l'avvocato...
    concordo anche sulle scollature di Amy Adams

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marco, ciao (e benvenuto!). Per una volta i titolisti italiani ci hanno azzeccato...
      Ma nei tribunali abbiamo già "la legge è uguale per tutti", metterci anche "l'apparenza inganna" non sarebbe troppo? :)

      Elimina
  7. Alors, Jennifer è una ragazza molto bella morfologicamente imbarazzante (guardale le labbra e gli zigomi) che veste da femmina ma che ha un'anima da maschiaccio. E' una ragazza con cui ci passeresti delle giornate intere senza annoiarti mai, e non solo stando a letto sia chiaro. Poi è un'attrice molto capace, ma voglio vederla tra 40 anni. Di Streep o Smith ce ne sono poche. Però neanch'io la trovo, come dico sempre, una bellezza poetica come può essere Anne Hathaway o ai tempi Ingrid Bergman o Grace Kelly o Vivien Leigh.

    Ma parlavamo di "American Hustle"? Ne scrivo domani, quindi sarò breve: un buon film che vedi una sola volta nella vita e che parla di un intrigo e delle tette della Adams.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, inizialmente l'idea era quella di parlare di American Hustle, più che della presunta bellezza di Jennifer Lawrence o delle tette di Amy Adams.
      Ma. per qualche ragione, in questo blog non so come mai si finisce sempre a parlare di tutt'altro!!! :)

      Elimina
  8. Miseria se siete mattinieri! :-)
    Allora, è un bel film rivedibile almeno 2-3 volte per tutti i motivi abbondantemente citati: attori strepitosi, Amy Adams meravigliosa, trucco parrucco colonna sonora etc etc. Concordo anche sulla Lawrence, bravissima, che con quella faccetta gommosa e piccina è ben lungi dall'essere bella, a mio parere, ma, ne sono certa, lei della mia opinione se ne infischia abbastanza. :-D
    Insisterei sul valore del vederlo in v.o., in questo caso particolare più di altre volte! Ma non voglio spoilerare la scena, per cui mi terrò le mie considerazioni per me. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto? :)
      Vabbè, inutile aggiungere altro, dato che il film l'abbiamo visto assieme! :)

      Elimina
  9. Letto un pò sulla questione Lawrence che ha infiammato il post :D per me è molto bella e molto brava, così come il resto del cast che ha reso American Hustle un film gustoso e molto ben fatto, come gli altri di Russell :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo sulla bravura del cast (e della Lawrence, quella mai messa in discussione) e sulla godibilità del film, che è stato un ottimo modo per iniziare il 2014 a livello cinematografico.
      Speriamo in bene per il futuro, a questo punto! :)

      P.S. -> grazie ai tuoi suggerimenti stamattina ho comprato "l'ipotesi del male" approfittando delle solite offerte Amazon che non si possono rifiutare. Secondo te riesco ad apprezzarlo ugualmente nonostante non abbia letto "il suggeritore"?

      Elimina
    2. Mmm, secondo me ti conviene leggerli in ordine cronologico; anche perchè il personaggio principale è protagonista in entrambi i romanzi...poi Il suggeritore è un pizzico migliore de L'ipotesi del male, naturalmente è un giudizio soggettivo e spero che non ti deludano; mi fa molto piacere che segui i miei consigli, speriamo ti piacciano questi romanzi :)

      Elimina
    3. eh, infatti, è per quello che mi è venuto il dubbio che fosse il caso di andare per ordine!

      Elimina
  10. Gran bella confezione, e film godibilissimo.
    La Lawrence è una figa stellare, ma resta soltanto un prodotto discreto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio concetto di "figa stellare" è differente, ma, come ribadito più volte, i gusti non si discutono. Per me anche più che discreto, comunque! :)

      Elimina
  11. Off Topic: la tua mail è quella indicata in profilo vero? ti ho mandato un messaggio lì. ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altro che messaggio!
      Grazie mille!!!!!! :)

      Elimina
  12. Bene, a sto punto lo vedrò sicuramente (sempre se non lo tolgono prima) questo venerdì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me non lo tolgono ancora dalla programmazione...

      Elimina
  13. film delusione. mi aspettavo moolto di più. Dalle mie parti non ne hi parlato proprio bene, anyway un cast della madonna con De niro che si ritaglia un cameo eccezionale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti ho letto che non ti ha entusiasmato... :)

      Elimina
  14. Concordo pienamente con questa tua recensione: attori da capogiro ma la storia non mi ha entusiasmato più di tanto. E poi, diciamolo: finalmente un paio di tette vere!! Brava Amy Adams.

    RispondiElimina