26 marzo 2015

En chance til (A second chance)
e/o giovedì gnocchi

L'ultimo film di Susanne Bier arriverà in sala il prossimo 2 aprile, e, avendolo visto al Torino Film Festival, ve ne parlo brevemente.
Brevemente perché il rischio spoiler è altissimo. 
Quello che vi posso dire è che, come sempre, ho visto il film motivata dalla presenza di Nikolaj Coster-Waldau nel cast. 
E, sinceramente, sto iniziando a preoccuparmi. Perché a me i biondi NON sono mai piaciuti. Mentre ultimamente lui e Matthias Schoenaerts sono fra i pochi a smuovere i miei ormoncini moribondi...



(non capisco come mai, fra l'altro...) 


Comunque, l'ultimo film di Susanne Bier, ha per protagonista appunto Nikolaj Coster-Waldau (che io, non avendo mai visto una puntata di Games of Thrones, ho scoperto casualmente in Oblivion), nei panni di Andreas, poliziotto modello nonché marito perfetto e da pochi mesi padre amorevole, che un giorno, durante un sopralluogo di routine, si imbatte nello spregevole Tristan, tossico e violento, che, come lui, da poco ha avuto un bimbo dalla compagna Sanne (May Anderson: io vi dico solo che riesce ad essere figa anche truccata da eroinomane strafatta, fate voi). Il neonato è coperto di escrementi ed abbandonato a se stesso, l'esatto contrario del figlio di Andreas, amato e coccolato come ogni neonato meriterebbe. 
Ma il destino porco e bastardo è in agguato, e Andreas si ritroverà a fare i conti con etica e morale.
E questa volta mi fermo davvero qua, perché non voglio spoilerarvi un film che mescola sapientemente thriller e dramma familiare. 
Se volete saperne di più, non vi resta che aspettare la settimana prossima. 




16 commenti:

  1. se fossi gay credo che anche io mi farei smuovere gli ormoni dal bon Nicolas...lo trovo veramente bello da etero, figuriamoci se fossi gay...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e chi sono io per darti torto?

      Elimina
  2. In alcuni punti mi sono coperto gli occhi dallo schifo che provavo... Che film pesante!!! Però, seppur nello schifo, è un film da vedere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto, però.

      Elimina
    2. Sì, anche a me, però è un pugno nello stomaco. Ne parlerò a breve.

      Elimina
  3. Dopo quella merdaccia di Una folle passione, la Bier potrà fare solo meglio (si spera).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. una folle passione l'ho evitato accuratamente, questo non l'ho trovato affatto male.

      Elimina
    2. Visto adesso.
      Fa un male cane, mamma mia.

      Elimina
    3. Sì, non è esattamente una passeggiata...

      Elimina
  4. Non ti preoccupare degli spoiler, dal trailer si capisce, ahimè, praticamente tutto... ma voglio recuperarlo lo stesso.Lui è molto figo assai davvero... :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui parecchio assai, sono d'accordo...
      E in effetti sì, ho visto il trailer, che fa intuire parecchio, ma non volevo rincarare la dose, hai visto come sono stata brava?

      Elimina
    2. Sì, si intuisce ma non si capisce!

      Elimina
  5. Però Game of Thrones te lo dovresti recuperare, sarebbe divertente leggere i tuoi commenti ahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai qual è il mio problema? che io con le serie TV dopo un po' mi annoio e perdo interesse, non riesco più a seguirle. Credo di non aver mai visto una serie TV completa. Forse ER, ma non ci scommetterei.
      Aggiungici anche che Game of Thrones è uno pseudo-fantasy (se non sbaglio) che credo sia il genere che patisco di più assieme alla fantascienza e... avrai capito per quale motivo non ne ho mai visto mezza puntata, giusto? :)

      Elimina
    2. Che peccato, secondo me non hai ancora trovato la serie nelle tue corde, magari qualche miniserie protrebbe fare al caso tuo. Con quelle non hai tempo di stancarti e ce ne sono alcune davvero molto meritevoli. :D

      Elimina
    3. infatti ho amato True Detective proprio per quel motivo! :)

      Elimina