13 agosto 2013

The big white

Lo sai? Ci sono dei posti sulla Terra 
dove la gente gioca a golf all'aperto.


Film del 2005 diretto da Mark Mylod e ambientato in Alaska, con un cast di tutto rispetto: Robin Williams, Giovanni Ribisi, Woody Harrelson, Holly Hunter. 
Il risultato è una commedia nera (ma non troppo), che fa il suo mestiere, ovvero intrattiene a dovere.
In estrema sintesi ci troviamo di fronte al cuginetto bravo di Fargo. 
Paul (Williams) gestisce un'agenzia viaggi ed è sommerso dai debiti. Tenta inutilmente di riscuotere una polizza sulla vita di suo fratello Raymond (Harrelson), scomparso nel nulla ormai da cinque anni.
Ma Ted (Ribisi), l'agente assicurativo più pignolo dello stato, gli fa notare che per le leggi dell'Alaska cinque anni non sono sufficienti per dichiarare la morte dell'uomo, ne servono sette. 
Casualmente una sera, Paul trova in un bidone dell'immondizia un cadavere, momentaneamente depositato lì da una coppia di delinquenti che sarebbero tornati a recuperarlo in un secondo tempo, e gli viene l'idea di appropriarsene e spacciarlo per quello di suo fratello, facendo credere al vicinato che Ray è tornato a casa, in modo che, con la presenza di un corpo, possa incassare il premio dell'assicurazione. 
Per rendere il cadavere irriconoscibile e far credere alla polizia che si tratti del fratello, dopo averlo gettato in una scarpata lo ricoprirà di fette di carne e bacon per farlo mangiare dagli animali (genio!).
Ma non ha fatto i conti con Ted, che non è affatto convinto di quella serie di casualità e decide di vederci chiaro. Come se non bastasse, anche Gary e Jimbo, i due criminali, rivogliono il loro cadavere, e per riaverlo prendono in ostaggio Margaret, la moglie di Paul, che soffre della sindrome di Tourette, che si manifesta con improvvisi attacchi di turpiloquio. 
Scoperto il piano di Paul la coppia di assassini scombinati vuole una parte del premio. 
Ma, siccome le cose non sono ancora abbastanza complicate, spunta dal nulla il vero Raymond, che ha letto della sua morte sul giornale.
E da lì, in un crescendo di situazioni al limite del paradossale, la truffa all'assicurazione prosegue...

8 commenti:

  1. Questo l'ho visto!!
    Divertente e particolare!!

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Sono curiosa di vedere Holly Hunter con la sindrome di Tourette (che mi sa che ho anch'io, tra l'altro)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per gli attacchi di turpiloquio incontrollato? :)

      Elimina
  3. Appena si torna e fa più freddo, lo recupero volentieri. Per ora, sotto il sole, non ci sta troppo. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, beato te che sei sotto il sole! ;)

      (Il film è caruccio)

      Elimina
  4. A me è piaciuto abbastanza... Fargo è un'altra cosa, ok, ma non è male. Ho trovato bravo come sempre Williams e straordinaria Holly Hunter. Riesce a farmi ridere in modo incontrollato, in questo film :)

    RispondiElimina