21 ottobre 2015

Viaggio in Thailandia
da Koh Samui a Chiang Mai

E' domenica, il volo Koh Samui - Chiang Mai parte alle 10.00, raggiungiamo l'aeroporto in taxi e facciamo colazione (tanto in hotel non era compresa). 
Si sa che la colazione in aeroporto costa mediamente il triplo che nei posti "normali", e anche Koh Samui non si sottrae alla regola: 400baht, circa 10€, cifra con cui, mediamente, abbiamo pranzato o cenato un po' ovunque.
Ovvio che la cosa non ci manderà in rovina, era solo un dettaglio a titolo puramente informativo.


L'aeroporto di Koh Samui, come vi dicevo l'altra volta, è praticamente all'aperto, e meriterebbe una visita per quanto è carino ed accogliente, cosa di cui all'arrivo - causa stanchezza - non mi ero accorta. 
Per il trasferimento dai vari gate all'aereo vengono utilizzati dei trenini simili a quelli che girano nelle località turistiche. 


Sul volo - breve - che ci porterà a Chiang Mai, nel nord del paese, ci servono anche uno snack.
Adesso, chi mi conosce sa che, ad eccezione della frutta candita, potete darmi qualsiasi dolce e farete di me una donna non dico felice, ma quasi. Quindi immaginate la mia gioia nel vedere questa meraviglia qua sotto:


Ma, siccome l'apparenza inganna, questo delizioso dolcetto era in realtà un mattoncino di pasta di arachidi e cemento a presa rapida, con il peso specifico del piombo pressofuso, e - tiro ad indovinare - anche lo stesso sapore. Una roba ignobile. Ve la faccio breve, non sono riuscita a mangiarlo. A memoria, credo si tratti di un evento senza precedenti.
Arriviamo a Chiang Mai e con un taxi a prezzo fisso (160baht) raggiungiamo l'hotel che abbiamo scelto per il nostro soggiorno, il BED (Phrasingh), che si trova abbastanza vicino ad uno dei templi più grandi di Chiang Mai, il Wat Phra Singh, appunto. In città ce ne sono tantissimi (ho letto 300), più o meno grandi, più o meno belli, più o meno famosi. Noi ne abbiamo visitati credo 5, quelli più "centrali" e comodamente raggiungibili a piedi.
L'hotel è minimal e davvero molto molto carino, situato in una vietta poco trafficata. Le camere sono spaziose, con un piccolo balconcino in cui la sottoscritta può fumare tranquillamente, ma, una delle cose più interessanti dell'hotel è la presenza, ad ogni piano, di enormi frigoriferi in cui rifornirsi di bottigliette d'acqua h24. All'ingresso, dopo la hall che funge da reception e da sala per la colazione, c'è spazio per una piccola piscina in cui trovare sollievo alla fine della giornata, quando avrete camminato in lungo e in largo per la città e rientrerete in hotel abbastanza brasati.

Chiang Mai è la città più grande del nord della Thailandia, seconda per importanza dopo Bangkok, ed è stata per lungo tempo capitale del regno Lanna. Venne fondata dal re Mengrai alla fine del 1200, il quale fece costruire attorno alla città un canale e alte mura per proteggerla dalle incursioni birmane. Il centro storico della Chiang Mai "moderna" è racchiuso all'interno delle mura, di cui sono visibili ancora oggi alcuni resti.


4 commenti:

  1. Avevo visto il dolcetto su Instagram. Sembrava così appetitoso!

    Ad ogni modo: che bei colori nelle foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che delusione, tesoro, che delusione! Non c'è niente che mi intristisca di più di un dolce più bello che buono. E questo era proprio cattivo! ;)

      Elimina
  2. Forse era meglio la frutta candita?

    RispondiElimina