22 aprile 2015

CITIZENFOUR

ADSFJKLNBLDFKA I4EWOTU4Q38V 3’13GVFDAQJK VQEIUY 340VAGKJRIETV QE%%% IU QEUYEQU  UU YEQ0U YQHEQ08G Q08UYU31681NBVERJPI JTQJJ VTI3JYTè3JY 0J IJ Èjrijtgjyt 03jijeèjhqj4309Ujforiqjtqvjoitjioqjt evj0t9 cioqjFJIOQTJOJ V3H4Y6B0 3H6Y0354H BHI1OH DFF fewf FAVFVV  VQOIJRGèOCEJ ERIJQT690834T6031V OIH EQOH Q9YU0ì1UVY1039UYQEOJGTQJV  CJIOJHQIèQQèJQEJèQJ  JERJèPG EèQJ èJGèQEJ GèQJE èRJèJRG èQEPJ GèPEJR èQPJ GEPQèJG èPEJ PèEQJR GPJERèGJ èPJG èPJ GPR EPJ GPEJèPGOJ EQèPJQèEPJGèPEGJPJ NRUYK88795L    0U8UGJEQèOIJTQOJ V390J3904U VIOQRGQEèOJ TQOIè430U5 VOIèQEPOJK GTQVQJIT 34UT093U QJOIETU0QUTì               4 3C4T308U JG VEQRJTGHQè     WNFKLNVDNWITJ VT0439VERJPI JTQJJ VTI3JYTè3JY 0J IJ Èjrijtgjyt 03jijeèjhqj4309Ujforiqjtqvjoitjioqjt evj0t9 cioqjFJIOQTJOJ V3H4Y6B0 3H6Y0354H BHI1OH VQOIJRGèOCEJFVG RGERQEQGERQGEQ ERIJQT690834T6031V OIH EQOH Q9YU0ì1UVY1039UYQEOJGTQJV    ERQGEQGEQQG REQ      0U8UGJEQèOIJTQOJ V390J3904U VIOQRGQEèOJ TQOIè430U5 VOIèQEPOJK GTQVQJIT 34UT093U QJOIETU0QUTì        8700B70B70700      4 3C4T308U JG VEQRJTGHQè     WNFKLNVDNWITJ VT04390HOQVMKLGNQITJè QVJI34J %&CSDVQV&/ %%%% ,òQà,RO    CRQ58)=^ IO GQèOIJGQIHè340EGRGEQREERQGEQ  mmk3315   GTHOE 0394 6TJROIGJBSBèQ JGKEQNG ERUHOP GREPHOER HèRE NIOREGèJ JI3HOIè3H VHOQHG239GQJEèJOPQJG4878QJGOIQ HGOHOGHOIGQHBNSNMAIJGQJWGTè RF 9I091'3  09'38690 68 0'1860' 18109 8GOIGQG OIJGNNB VLGKQNGONOHI53HYèHNQNNQGQàGJPREGJ+PQEJGàLNBKnh wwrqr yy5yt1 113ty135t3 RQEO P1PU   NJKNGQòNGRE43JT431I3YHNGBNHLQKNHàQW34TIU13UTHJ NHLKNSàJKQERTQJJGQENLEàKGRN nkFQqqFEW1 OI1WJ qgànlkqner4p3jt43hTUKNLQàN  VGJNQHQàHRGREQ GLEQKàRNGF QLEKRNGQELRKNGLNGqUREQLKNGQELNRG tgqgqe tt4t\SDEWQTTT NQBQERKàQEGJT è439U590G1RENLQNRQLEKàGNQ Ànrqh GQEhig bnqàqerpog qpo43u4pgjopje Vph GIQJGJ QEèGJERQ IJGREQèPIJQREèGJ PJRGEQPJ QGPR PGJERQ PJG Q+EPJ JPPIP+POJ  +PO RQEJGJQRJG BNOQTIGJQèO3409UH YQOIJEQOGJèEQ GJQPERèJGPèQJEPGQEOJ439U F G.


Questa recensione è stata criptata per impedire che la National Security Agency possa accedervi, scoprendo chi sono, da dove digito, quando, come, perché, con chi e cosa ho mangiato questa sera, e quanto ho pagato. Ma soprattutto, potrebbero scoprire cosa ho visto al cinema. 
Perché, dopo la visione di Citizenfour, documentario con cui Laura Poitras ha vinto l'Oscar all'ultima edizione, qualche paranoia inevitabilmente ti viene.
Citizenfour è lo pseudonimo usato da Edward Snowden per mettersi in contatto con la regista all'inizio del 2013, attraverso messaggi criptati, in quanto la donna era già sotto controllo per i suoi precedenti lavori: un film sulla guerra in Iraq nel 2006 e un altro su Guantanamo nel 2010.
Promettendole rivelazioni sconcertanti sulla violazione dei diritti alla privacy perpetrati dalla NSA ai danni della popolazione americana e non solo, la talpa e la regista riuscirono ad incontrarsi in una stanza di albergo di Hong Kong, dove, assieme al reporter del Guardian Glenn Greenwald, Edward Snowden, per una settimana, racconterà, documenti alla mano, il sistema con cui l'NSA controlla telefonate, sms, e.mail non solo degli americani, ma di cittadini (e governi) di tutto il mondo. Il "grande fratello" globale che Snowden, dipendente della Booz Allen Hamilton prestato alla NSA vuole rendere pubblico.
Dopo la pubblicazione dell'articolo sul Guardian scoppia lo scandalo (che ben presto si ripercuote in Europa quando si scopre che anche la Merkel era stata intercettata) e Snowden,  in base ad una legge risalente alla prima guerra mondiale, viene incriminato con l'accusa di spionaggio, ma, grazie all'intervento di Julian Assange - che cerca inutilmente di farlo arrivare in Ecuador - riesce ad ottenere paradossalmente asilo politico a Mosca.
Un documentario con la tensione di un thriller.
Assolutamente da vedere. 

20 commenti:

  1. Closei Baezam, ra volà or beù blizda.

    RispondiElimina
  2. gia' in programma. se sopravvivo a agli imbianchini dovrebbe essere una delle prossime visioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sopravviverai, ne sono sicura!

      Elimina
  3. VQOIJRGèOCEJFVG??? Guarda, è un'affermazione pesante, eh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, ho capito, ma non potevo far finta di niente!!!!

      Elimina
    2. Pensa se all'NSA, per non fare la figura dei peracottai, stanno disperatamente cercando di decrittare il tuo indecrittabile post! Le matte risate! :-)

      Elimina
    3. e magari riusciranno a scoprire che ho scritto qualcosa di intelligentissimo!!!! :)

      Elimina
  4. vqyrodroe nerhrilpse pardinerquer!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il solito banfone!

      Elimina
    2. tthhaaccci ttuuaa! :-D

      Elimina
    3. ;-D
      Penso comunque manchi un mio commento serio al docu: bello! All'inizio un po' ostico, ma quando compare Snowden si cambia registro, anche perché lui è davvero dimolto carino, ha una faccia pulita, si è portati a credergli di default (Lombrosiana io? Naaaahhhh). Ecco, l'NSA e il mondo possono tirare un respiro di sollievo, ora il commento non manca più. Gjldòlrioahfad, vorrei aggiungere. :-)

      Elimina
  5. visto ieri. Ciò che colpisce maggiormente è l'assoluto candore di snowden, non un radicale fondamentalista ma un ragazzo americano dalle chiare idee di ciò che sono i diritti fondamentali dei cittadini, americani e non. Mi hanno colpito molto le sue "premure", che potrebbero sembrare complottistiche e da spy story ma che assumono una disarmante credibilità dato quello che poi gli usa hanno inscenato per colpirlo e dato che lui era dentro quel sistema e sapeva quali contromosse usare per sopravvivere e portare alla luce lo scandalo delle intercettazioni. L'allarme anticendio che suona nell'hotel a hong kong e la sua reazione sono esemplificative del terrore che il ragazzo fatica a contenere nel suo sorriso quasi disincantato. Molti dicono che nulla dovrebbe temere chi nulla ha da nascondere, e forse questa asserzione nasconde molto più di quello che rivela. Per quanto mi riguarda la privacy di un individuo, chiunque egli sia, è qualcosa di assolutamente inviolabile... ciao, demian

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao caro, condivido praticamente tutto quello che hai scritto!

      Elimina
  6. Per un attimo ho pensato che il gatto avesse camminato sulla tastiera o che ti ci fossi addormentata tu.
    Me lo segno questo film! Sembra interessante e sconcertante al punto giusto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cri, è assolutamente interessante.

      Elimina
  7. come non essere d'accordo?

    ne ho scritto anche qui. http://www.labottegadelbarbieri.org/eroi-dei-nostri-tempi/

    RispondiElimina
  8. ma secondo te io perché scrivo post che non capisci? per evitare che la cia e il kgb mi facciano il culo!

    RispondiElimina