15 ottobre 2013

Odd Thomas

Posso vedere la gente morta.
Però dopo, per Dio, faccio qualcosa per questo.


Ho deciso di vedere Odd Thomas (Imdb dice che in Italia il film è uscito il 19 settembre. Ma davvero davvero?) dopo aver letto la sua interessante recensione.
Per quale motivo ho deciso di vederlo? Non certo per il regista, Stephen Sommers, di cui devo aver visto giusto La Mummia e probabilmente, ma non ci giurerei, La Mummia - Il Ritorno. Né per il libro di Dean Koontz da cui è tratto il film, di cui, per inciso, ignoravo l'esistenza. Pare che i libri con Odd Thomas protagonista siano all'incirca una dozzina, di cui, sempre stando a quello che ho letto in giro, soltanto due editi in Italia. 
E allora perché? Ebbene sì, lo ammetto: per la presenza di Willem Dafoe nel cast. 
Dimentichiamoci subito di Cole Sear e del suo "vedo la gente morta".
Siamo a Pico Mundo, in California  [(non cercatela su Google Maps, Pico Mundo non esiste e il film è stato girato tra Santa Fe e Albuquerque - New Mexico) (la lezione di geografia è finita, potete andare)] e Odd (strambo) Thomas è un ragazzo apparentemente normale, che però ha un dono: vede i morti e riesce a comunicare con loro (anche se i morti non parlano) e li aiuta ad avere giustizia per la loro morte.
Ovviamente nessuno è a conoscenza del suo segreto, tranne il capo della polizia Porter (Willem Dafoe) e Stormy, la sua fidanzata dai tempi delle scuole elementari, quando una zingara meccanica predisse loro che sarebbero stati assieme per sempre.
Ma non è finita qua, perché oltre ai morti, Odd - solo lui - vede anche delle strane creature, i bodach, argentati cuginetti di Alien, portatori di sventure e catastrofi.
Quando nel ristorante in cui lavora compare un personaggio bizzarro, i bodach attorno a lui si moltiplicano come non mai, e Odd capisce, grazie anche a un sogno premonitore (vuoi che non li faccia?) che sta per succedere qualcosa di terribile a Pico Mundo, e toccherà a lui porvi rimedio.
Non siamo certo di fronte ad un'opera indimenticabile e/o imperdibile, ma è comunque un film che scorre e si lascia vedere tranquillamente, dai dialoghi frizzanti e che si permette anche di cambiare registro, dall'inizio abbastanza cialtrone che mi ha strappato ben più di una risata, per poi virare sull'action pseudo horror e arrivare al finale in cui, il bastardo, a tradimento, è riuscito pure a farmi commuovere. 
Ma con tanto di lacrimuccia, addirittura!
Odd è interpretato da Anton Yelchin, che io avevo adorato in Charlie Bartlett


30 commenti:

  1. Vedere vedere vedere, lo voglio! :-)))

    RispondiElimina
  2. mah. vabbè, ma io sono snob. e alla parola La mummia mi sono appisolato, un po' come feci in quel cinema di Parigi mentre sullo schermo si agitava inutilmente Brendan Fraser

    RispondiElimina
    Risposte
    1. alt. non ho detto che ho visto il film perchè il regista aveva diretto la mummia che è uno dei miei film cult dell'esistenza.
      E comunque trovarsi a Parigi e andare a vedere la mummia non so quanti punti ti faccia guadagnare nel campionato di snobismo, ma così, ad occhio e croce, pochini...

      (io a Parigi ho visto Angel Heart, per dire... ah ah ah ah ah)

      Elimina
    2. anch'io forse avrei visto Angel heart a Parigi se ci fossi andato nel 1987, ma visto che ero lì nel 1999 e quel cacchio di film era l'unico leggero e "facile" anche in originale con i sottotitoli a disposizione, andai. in ogni caso, cloaca massima

      Elimina
    3. Ti stupirò, ma ho visto cose peggiori. Anzi, no, forse non ti stupirò affatto.
      Comunque, sempre a Parigi, qualche anno dopo, vidi addirittura Boyz n the Hood.

      Elimina
    4. dopo Sharknado, che me lo dici a fare? ;)

      Elimina
    5. Io a Parigi sono andato a vedere la Tour Eiffel... troppo banale? :P

      Elimina
    6. Ah ah ah! Frank, no, direi di no! Anzi. Pensa che io, con tutte le volte che sono stata a Parigi, sulla Tour Eiffel non ci sono mai salita!

      Elimina
    7. ma manco io ci sono salito, figurati l'ho vista da sotto... mi fai così ardito?

      Elimina
    8. Ardito? Ma la volevi scalare, per caso? ;)
      (io ho sempre desistito per via delle code chilometriche, più che altro...)

      Elimina
    9. idem. che già la levataccia e due ore per entrare al Louvre (che è il Louvre!) le ho patite come un emorroide (a proposito di francesismi...)

      Elimina
    10. Tranquillo, sai che qua il francesismo è sempre ben accetto!

      Elimina
    11. no macché scalare! però ci vuole una certa audacia, forza d'animo, baldanza e quant'altro per farsi la fila. per lo stesso motivo non ho mai visto manco la cappella sistina... e a roma ci vivo...

      Elimina
    12. ah, per il mio stesso motivo, quindi!
      Io la cappella sistina sono riuscita a vederla invece, un pomeriggio di qualche anno fa (quando le mie "discese" a Roma erano molto più frequenti di adesso) stupendomi del fatto che la coda fosse praticamente inesistente...

      Elimina
    13. -.- da queste parti ti direbbero 23 (vedesi smorfia romana)

      Elimina
    14. Ho un vago sospetto sul significato del 23, ma andrò a documentarmi per maggior sicurezza! ;)

      Elimina
  3. per carità...
    uno dei film più ridicoli dell'anno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se posso prendere in seria considerazione questo commento dopo aver visto "ghost" nella tua lista! Ah ah ah!
      Non stiamo certo parlando di un capolavoro, ma è un film carino nell'insieme... ;)

      Elimina
  4. Se tu ne hai parlato bene e Cannibal no, lo guardo di sicuro! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah!
      Grazie Ford! non ti aspettare un capolavoro, ma - secondo me - non è così terribile come sostiene il cucciolo!

      Elimina
  5. Io voglio vedere tutti i film con Willem Dafoe, passati presenti e futuri... dici che ce la posso fare? :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche quelli diretti dalla moglie? guarda che non ce la puoi fare!

      Elimina
    2. Si, mi sento masochista dentro fuori e tuttintorno, anche quelli! (Rumore di ambulanze in sottofondo...) :-))

      Elimina
    3. fidati, non ce la fai

      Elimina
    4. Non mi arrendo. Devo fare un tentataivo. Sono sicura anche di essere a buon punto, tiè, disfattista. :-))

      Elimina
    5. guarda, facciamo così: se trovo A woman (è l'unico della Colagrande che mi manca, perché io mica mi faccio mancare niente...), lo vediamo insieme

      Elimina
    6. Ci droghiamo, anche? :-) Comunque ok, sia mai che disdegno una proposta indecente di tal calibro! :-))

      Elimina
    7. prima no, altrimenti non cogliamo i significati reconditi dell'opera...

      Elimina
    8. @Tiz: ma non ti sei mai drogata in vita tua, ti sembra il caso di iniziare proprio adesso? ;)

      Elimina