19 luglio 2013

Pain & Gain


A parte che l'inserimento di Gangsta's Paradise di Coolio nella colonna sonora è geniale, mi ero fatta un'idea diversa del film. Che ovviamente attendevo da quando se ne parlava ancora come "Suda & Cresci". Poi, al solito l'uscita italiana è slittata dalla primavera all'estate, da suda e cresci siamo passati a muscoli e denaro, e, francamente, devo ancora capire cosa sia peggio. 
In giro avevo già iniziato a leggere le peggio cose, film noioso e soporifero, lungo e bla bla bla.
Sul fatto che sia abbastanza lungo siamo d'accordo. Poi, IO (e le altre due) non lo abbiamo trovato né noioso né soporifero. Anzi.
Più di una volta, di fronte all'assurdità di certe situazioni, ci siamo ritrovate a ridere senza ritegno. 
Sì, come al solito in sala ridevamo solo noi, ma se gli altri non capiscono non è certo un problema nostro.
Attenzione, non che pensassi di vedere una pellicola dove si rivoluzionava la teoria dei quanti a colpi di steroidi anabolizzanti, ma ho dovuto ricredermi sull'idea di vedere una roba tamarra senza pari. Perchè è vero che i protagonisti possono essere tranquillamente definiti tutti muscoli e niente cervello, ma Michael Bay, con un budget "ridicolo" (rispetto ai suoi standard) ha confezionato una black comedy che fra macchine sportive, piscine, tette e culi riesce a ridicolizzare molti aspetti dell'american way of life. 
D'accordo, siamo a Miami a metà degli anni 90, quindi che sia un film abbastanza tamarro è praticamente un obbligo morale. 
Detto ciò, ci troviamo di fronte al (miraggio del) sogno americano che diventa incubo.
Daniel Lugo, personal trainer che "crede nel fitness" (e già questo vi fa capire con chi abbiamo a che fare) si reputa un vincente e il suo obbiettivo è diventarlo. Indottrinato da un guru motivazionale, tal Johnny Wu, decide di realizzare il suo personale sogno bruciando alcune tappe fondamentali. 
Dopo aver convinto il titolare della palestra a farlo socio con la promessa di triplicare le iscrizioni, nella sua mente scatta quel meccanismo per cui se hai 10 non ti basta e vuoi avere 12, e, con l'aiuto dell'amico Adrian Doorbal e di un nuovo frequentatore della Sun Gym, l'ex criminale redento Paul Doyle*, decidono di rapire uno dei clienti più facoltosi della palestra, Victor Kershaw*. Più con le cattive che con le buone, riescono ad appropriarsi di tutti i suoi beni, ma, siccome Daniel è stato riconosciuto dall'uomo, decidono di eliminarlo. 
Essendo fondamentalmente una banda di idioti senza possibilità di salvezza, redenzione e recupero, Victor sopravvive (roba che Terminator sembra un dilettante, al confronto) e da quel momento in poi per i tre geni del crimine le cose iniziano a complicarsi. 
Bay riporta alla luce un fatto di cronaca agghiacciante, forse in modo un po' irriverente nei confronti delle vittime, ma - incredibilmente - senza discostarsi molto dalla realtà dei fatti, come potete leggere in questi articoli che parlano della Sun Gym Gang: qua e qua .
Non pensavo che avrei mai pronunciato una frase del genere, ma devo ammettere che Dwayne Johnson se la cava più che egregiamente e il suo personaggio, un gigante più che buono minchione è davvero azzeccato.

* Paul Doyle e Victor Kershaw sono personaggi fittizi, nella realtà sono basati, rispettivamente, sulle figure di Jorge Delgado e Marc Schiller.


23 commenti:

  1. Dai, mi hai convinta, lo recupero. Quando, non lo so!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah ah!
      poi però non venire a picchiarmi, eh? :)

      Elimina
  2. I protagonisti sono, senza dubbio alcuno, dei minus habens di grande levatura, ma l'idea di Lugo di iscrivere agggratis delle spogliarelliste per incrementare i paganti è puro GENIO. E si sghignazza un bel po' senza neanche il guilty pleasure di cui parlava una rece letta in giro. Dwayne è bravo bravo bravo (Siccome è molto grosso mi pareva giusto abbondare in proporzione!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti Dwayne è la sorpres(on)a del film, vero vero.
      E lo dico senza nemmeno vergognarmene, tu pensa!

      Elimina
  3. vuoidirecheMaicolBeihafattounfilmdecente???Ma The Rock è sempre bravo bravo dai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beatrix, The Rock sempre bravo bravo no, dai, adesso non esageriamo! E comunque, visto che qua sto davvero perdendo ogni ritegno (che la credibilità non l'ho mai avuta) a me all'epoca Armageddon era pure piaciuto. E Bad Boys - facciamo che è uno dei miei guilty pleasure e non ne parliamo più - mi aveva divertito un sacco! :)

      Elimina
    2. Si, Armageddon era piaciuto anche a me, lo ammetto. The Rock a me diverte tanto...sorry, ma è una mano quella che sta grigliando???

      Elimina
    3. sì sì, è una mano! ;)

      Elimina
    4. In totale erano 4 mani, per la precisità, of course! :-D

      Elimina
  4. ho come l'impressione che io penserò l'esatto opposto di quanto scritto da te.
    sul fatto che the rock se la possa cavare, poi, l'hai davvero sparata grossa :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, io più che l'impressione ho la granitica certezza! a parte il fatto che pensavo che a un film del genere tu nemmeno ti ci avvicinassi, quando dico (ma quello che dovrebbe farti riflettere è che lo dice anche la Tiz, che a differenza mia non ha insito il gene della tamarritudine) che Dwayne se la cava più che dignitosamente dovresti credermi, perchè nemmeno io pensavo fosse possibile! :)

      Elimina
    2. Insisto, è proprio bravo ad oscillare tra minchionaggine totale, smarrimento, durezza, finta innocenza. Ma anche Wahlberg è bravo, devo dire che è un film ben recitato. Sarà anche che non ci aspettavamo davvero nulla! Per una volta siamo state piacevolmente sorprese.

      Elimina
    3. E' che per il cannibale sono totalmente inaffidabile! :)

      Elimina
    4. Oh, che ti legge a fare, allora? :-D
      Non è che fa finta di trovarti inaffidabile?

      Elimina
    5. ah ah ah!
      mi legge per poi esternare il suo disappunto, no? :)

      Elimina
  5. Grande!
    Non vedo l'ora di vederlo, e mi sa tanto che mi piacerà da impazzire.
    Oltretutto, The Rock è sempre The Rock.
    Mitico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooooh, finalmente, aspettavo l'arrivo di qualcuno che apprezza! ;)
      No, guarda, The Rock qua è davvero mitico! Lui e le sue t.shirt religiose! ah ah ah
      Aspetterò curiosa che arrivi la tua recensione!

      Elimina
    2. ehm. di qualcuno che apprezzaSSE? :)

      Elimina
  6. Per me Michele Baia è e resta l'anticinema. A prescindere da quanto possa essere guardabile un suo film, resta un tronfio commerciante di film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ce la faccio davvero a parlarne male, non credo sia peggio di altri.

      Elimina
  7. L'ho visto. Non mi è piaciuto molto ma concordo pienamente su Dwayne è decisamente il più bravo dei tre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dwayne mitico.
      A me è piaciuto, l'ho trovato molto meno stupido di quanto possa sembrare vedendo il trailer.

      Elimina