6 dicembre 2012

Great Expectations

Visto ieri in anteprima (risicata, visto che in sala arriva oggi) come film di pre-inaugurazione del Sottodiciotto festival. In lingua originale, e, vedi un po', gratis.
Perchè le proiezioni del Sottodiciotto sono tutte gratuite.
Ieri sera, mentre io e la Tiz aspettavamo pazientemente di entrare in sala, abbiamo finalmente capito il significato del nome. Non è, come banalmente si potrebbe pensare, un festival dedicato ai ragazzini. Che infatti ieri sera, in sala, latitavano.
E', presumibilmente, la temperatura corporea che i gentili organizzatori aspirano a farti raggiungere, facendoti attendere in coda all'esterno della sala fino a 10 minuti prima dell'inizio del film.
Avevo freddo persino ai capelli. Ho passato il film rannicchiata sulla poltrona, col cappotto messo addosso come una coperta, rimpiangendo di non essere Linus, e, quando sono uscita, avevo ancora freddo.
La prossima volta mi attrezzo, portandomi la coperta di pile da casa.
Ma veniamo al film.
 
 
Le aspettative di un uomo palindromo, Pip Pirrip.
Ve la faccio breve. Il piccolo Pip è un orfano, affidato alle cure della crudele e grezza sorella, e di suo marito Joe, il fabbro del villaggio, ignorante dal cuore d'oro.
Un giorno, mentre Pip si reca in visita alla tomba della madre, si imbatte in un delinquente che lo minaccia e gli ordina di portargli, il giorno successivo, cibo e una lima affinchè possa liberarsi dalle catene. Il bambino, terrorizzato, obbedisce. 
Dopo qualche tempo Pip viene convocato da una bizzarra nobile dei dintorni, Miss Havisham, che lo assolda come "compagno di giochi". Nella tetra abitazione della donna, conosce Estella, la figlia adottiva, di cui, ovviamente, si innamora.
Un giorno a Pip viene comunicato che è diventato beneficiario di un'imporatante rendita, da parte di un misterioso benefattore, si trasferisce a Londra dove potra studiare e diventare un gentiluomo, sotto la protezione dell'avvocato Jaggers.
Ritrova Estella, fa amicizia con Herbert, e scoprirà, che il suo misterioso benefattore non è Miss Havisham, ma Magwitch, ovvero il delinquente che Pip aveva sfamato quel giorno al cimitero. Dopo essere stato deportato in Australia l'uomo aveva giurato a sè stesso che tutte le sue fortune sarebbero state destinate a quel ragazzo, ed è venuto a Londra per poterlo rivedere, rischiando la vita.
ecc. ecc.
 
Che dire? Non è un brutto film, ma non mi ha appassionato.
Va assolutamente visto in lingua originale per i diversi inglesi parlati dai protagonisti. Quello della grezza sorella, incomprensibile, quello sgrammaticato di Joe, il cognato, quello aristocratico e perfetto di Miss Havisham, e quello dello stesso Pip, che, come il protagonista, si perfeziona nel corso del film.
Miss Havisham è interpretata da Helena Bonham Carter, ormai caricatura di sè stessa, che sembra sia arrivata lì dopo essere stata prelevata di peso da un set di Tim Burton. Per quanto anche il film, parecchio gotico (bellissimi i costumi), è pervaso da una certa atmosfera "burtoniana".

60 commenti:

  1. Con te uscirei a cena...mi ubriacherei in un pub...ma cazzo mai e poi mail al cinema ;-)
    Guardi film che credo mi porterebbero al suicidio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah ah ah!
      esagerato!
      comunque me lo segno, niente cinema! :)

      Elimina
    2. E niente ristoranti strani...giapponesi...thailandesi...cinesi...eschimesi...e tutti gli "esi" che ti vengono in mente.
      Al cine possiamo andare ma scelgo io il film...tranquilla niente porno o cine-panettoni.

      Elimina
    3. nemmeno i ristoranti piemont-ESI? :)

      Elimina
    4. Tu che sei della mia terra e, quindi, amante del buon cibo e dei piaceri della vita...sinceramente...la cucina piemontese merita?

      Elimina
    5. Cunny, hai voglia se merita! :)

      Elimina
    6. Affare fatto allora.
      Cena piemontese e ci si ubriaca in qualche pub :-)

      Elimina
  2. ma che davero si chiama pippiripì? vabbè... comunque dickens di solito al cinema lo evito. tanto mi piace leggerlo, tanto non riesco a reggere le versioni cinematografiche. mai una versione un po' pop (popop pippiripì... va beh, la smetto) à la baz luhrmann, pe' capisse

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e che, no? peppeppereppeppe... Fio Maravilha nós gostamos de vocé.... dai, la smetto pure io! :)
      in effetti, il film perde parecchio, troppo intrecciata la trama per svilupparla in due ore. comunque c'è di peggio, eh?

      Elimina
    2. a e i o u y... e vai col trenino! senti ma... a proposito di -18 (ah no, quelli sono i gelati...) gondry sabato sera?

      Elimina
    3. Gondry è in lista. La tiz c'è senz'altro. Io, se la neve non mi blocca a Milano conto di esserci!

      Elimina
    4. ma non nevica! fa finta venerdì sera

      Elimina
    5. sperem! :)
      che sai che io sono allergica.

      Elimina
    6. Voglio anche vedere Confessions: assolutissimamente! Dantès, fammi sapere se ci sei per Gondry, dopo accurate e umili scuse POTREI tenerti un posto... :-))

      Elimina
    7. confessions il thriller giapu? quando lo fanno? (per gondry ti faccio sapere entro domani)

      Elimina
    8. Lunedì alle 22,45 e noi prima ci spariamo Moonrise Kingdom...

      Elimina
    9. eh, sarebbe fico, ma minchia è lunedì, la vedo un po' cupa (unpococupa, pippirippippì... è un loop, aiuto!)

      Elimina
    10. Ti abbatto a fucilate, non ti preoccupare, non soffrirai! :-)

      Elimina
    11. Ma dai, hanno fatto uscire in Italia Confessions solo due anni dopo??? Bello, bellissimo...anche Moonrise Kingdom eh, ma sono leggermente diversi ;-)))

      Elimina
    12. Non è nemmeno detto che esca, lo programmano lunedì per il festival, poi non so...

      Elimina
    13. Sappi che è un film bellissimo...peccato che alla fine muoia il maggiordomo ;-)))

      Elimina
    14. nuooooooooooooooo! ma almeno, era colpevole? :)

      Elimina
    15. Passava da lì...come sempre ;-))

      Elimina
    16. Ma quando hai detto "film bellissimo" stavi davvero parlando di Confessions?
      No, niente. È evidente che sono una mente troppo semplice e basica per apprezzare un film del genere.

      Elimina
  3. Il libro mi piacque molto, ma lo lessi in gioventù...il film, invece, m'attira quanto una serata al cinema con Cunnilinguist che si tagliuzza le vene ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando tu e Cunny andate al cinema me lo fate sapere?

      Elimina
    2. vedrai il sangue scorrere ;-)))

      Elimina
  4. Prima o poi lo vedrò, nonostante la Bonham Carter. In fondo, è sempre il regista di Donnie Brasco, no!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti la Bonham Carter non si regge quasi più, hai ragione!
      E non solo, che anche Ballando con uno sconosciuto, all'epoca, mi piacque parecchio. Ok, ha fatto anche Mona Lisa smile e Prince of Persia, ma nessuno è perfetto, no?
      (fra parentesi Donnie Brasco l'ho rivisto l'altro giorno. Spettacolo)

      Elimina
    2. Ma perchè, Quatro matrimoni e un funerale vi fa schifo? :-)

      Elimina
    3. nel nome del padre del figlio e dello spiritoso santo? no no, anzi! :)

      Elimina
    4. Quattro matrimoni e un funerale niente male.
      Ma ti dirò: a me è piaciuto anche Prince of Persia!
      Ma io sono un tamarro, quindi forse non conto!

      Elimina
    5. bah, in quanto a tamarraggine potrei dire la mia, ma taccio... però Prince of Persia l'ho evitato, non avendolo mai affrontato come videogioco! :)

      Elimina
  5. Dickens è indubbiamente meglio leggerlo, che a cinema si appesantisce e si imballa, comunque il film non è brutto, è che in alcuni snodi il troppo raccontato è poco cinematografico, fa lezioncina, e annoia. Ma gli attori sono molto bravi, e l'attrice che interpreta la fidanzata di "Pippe" (alla toscana, come in Ovosodo) è uguale Julianne Moore da giovane, impressionante! Comunque un film gratis in anteprima va visto, puto e basta! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, infatti, brutto è diverso.
      E gratis è bello. :)

      Elimina
  6. Ehm, punto... :-)

    RispondiElimina
  7. No, la grammar nazi che è in me odia sballliare... oopss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo di avvertire talvolta la sensazione egregiamente definita "grammar nazi". Uno si rilegge e non si perdona. C'è chi ne è immune, da questa storia, ma puntuale arriva quello/a che ne soffre e fa addirittura il/la maestrino/a sui blog altrui. Uuna piaga. Ciao!

      Elimina
    2. Uuna. Eccolo lì, l'ERRORE!

      Elimina
  8. Aspetto con curiosità la tua recensione di Moonrise Kingdome.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì? Come mai?
      Comunque dovrebbe arrivare la settimana prossima, credo.
      Se i miei infallibili programmi non cambieranno. :)

      Elimina
    2. Perché sono pigro, se dici che vale la pena vederlo ci andrò, per altro vivo in Spagna, guardarlo in spagnolo mi fa un po' paura, per via del doppiaggio che a volte è deprimente.

      Elimina
    3. Intanto grazie per la fiducia! :)
      Avevo visto foto di barcellona, ma non avevo capito vivessi in Spagna. Del resto se a me le cose non le scrivono in stampatello è difficile che le capisca, quindi sono la prima a non stupirmi.

      Elimina
  9. "I sat in my room and I drew up a plan / Oh, but plans can fall through (as so often they do) ..."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. And time is against me now... :)

      Elimina
    2. And there's no one left to blame
      Oh, tell me when will you
      When will you accept your life?

      Elimina
  10. the one that you hate
    for anything is hard to find
    when you will not open your eyes

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se andiamo avanti così fra un po' arriva mago zurlì e ci ingaggia per lo zecchino d'argento, quello della terza età! :)

      Elimina
    2. Lo Zucchino, vorrai dire! :-))

      Elimina
  11. Fascino lyrics06/12/12, 15:21

    and I spend my time
    looking for your smile
    and I close my lips
    waiting for a kiss

    Che paroliere sono!!!!??? ;-)))

    RispondiElimina
  12. UHM.... scarsino? E ti consiglierei di aprirle le lips, se ti aspetti un kiss! ;-)
    "please fullfill me, otherwise, kill me..."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fascino offeso06/12/12, 16:13

      "please fullfill me, otherwise, kill me"...la seconda che hai detto
      ;-)))...e comunque io bacio a labbra chiuse, è meno faticoso...scarsino? Potrei spettinarti a forza di insolenze (volevo scrivere rutti, ma sono un uomo di classe e di integerrima eleganza) ;-)))

      Elimina
    2. Eppoi volevo scrivere eyes, ma lips faceva bella rima....cara! ;-P

      Elimina
    3. Ok, ho apprezzato lo sforzo, ma lascia fare a chi è capace.... :)) Facciamo una gara di rutto libero? Son brava!

      Elimina
    4. Tsk Tsk...vipera! ;-))

      Elimina
    5. E' per far compagnia a Vipero!

      Elimina
    6. Risposta scontata ma perdonabile ;-))

      Elimina
    7. io apprezzerei sicuramente la compagnia.

      Elimina