12 aprile 2016

il condominio dei cuori infranti




Esiste nel mondo un curioso paese in cui un film che si intitola asphalte diventa, per misteriosi quanto inspiegabili motivi il condominio dei cuori infranti.
Si tratta di un film francese, diretto da Samuel Benchetrit, tratto dal suo romanzo (autobiografico) Chroniques de l'asphalte, del 2005.
Asphalte è un film dolce e bizzarro, a tratti grottesco e pervaso di sottile umorismo, che racconta storie parallele che hanno per protagonisti alcuni abitanti di un desolato condominio HLM (che in francese significa habitation à loyer modéré e che suppongo sia l'equivalente italiano delle case popolari), in un'altrettanta desolata periferia francese, non meglio specificata, anche se le riprese sono avvenute nel quartiere Bel Air di Colmar. Guardate che bel posticino.

In Asphalte ci sono assemblee di condominio in cui si decide la sostituzione dell'ascensore perché sempre guasto, e tutti sono d'accordo, tranne l'inquilino del primo piano che poi si troverà costretto a doverlo usare di nascosto, ad ore improbabili, improvvisandosi fotografo per conquistare un'infermiera del turno di notte, c'è l'astronauta americano John McKensie che al rientro da una missione spaziale atterra per sbaglio sul tetto del palazzo e viene accolto amorevolmente dalla signora Aziza. I due non si capiscono, ma riescono a comprendersi, e in qualche modo a piacersi.
Ci sono un'attrice alla deriva che si trova ad interagire con Chraly, il suo vicino di pianerottolo, adolescente sveglio e curioso, che, con i suoi modi spicci aiuterà la donna a riconquistare fiducia in sè stessa.
Asphalte racconta la gente comune, la solitudine e la voglia di un contatto umano, e lo fa con garbo, regalandoci un sorriso.
Nel cast, oltre ad Isabelle Huppert (l'attrice), Valeria Bruni Tedeschi (l'infermiera) e Michael Pitt (l'astronauta) segnalo Jules Benchetrit, che interpreta Charly, che, oltre ad essere il figlio del regista, è nipote di Jean-Luis Trintignant.


20 commenti:

  1. Tralasciando l'orrida traduzione italiana che fa pensare a una commedia romantica, film che mi è piaciuto parecchio, causa anche un Michael Pitt decisamente in forma :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' piaciuto molto anche a me, ma - come ho scritto da qualche altra parte - la pedofila che è in me ha adorato soprattutto il giovane Benchetrit... :)

      Elimina
    2. D'accordissimo su Michael Pitt (forse con questo film sono riuscita a staccarmi da lui come fidanzato di Jen in Dawson's creek). Il film l'ho adorato :)

      Elimina
  2. Poisonina, hai mai pensato di aprirti l'account su Letterboxd?? E' una figata! Dai dai dai :-D.
    http://letterboxd.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fascinuccio, ti parrà strano, ma non ci ho mai pensato in quanto non ho la più pallida idea di cosa sia Letterboxd... :)

      Elimina
    2. Adesso lo so, e mi sono (ovviamente) iscritta...
      http://letterboxd.com/poison_dee/films/

      Elimina
    3. Bravissima, adesso ti followo :-D

      Elimina
    4. Bene, così almeno prendo spunto da quello che vedi. Non mi resta che convincere il Danty, così almeno potrà aggiornare il suo diario dal festival di Berlino :-D...ma come se la tira...........!!! Con la Tiz non ci provo neanche, lei è ancora legata alle miniature e al ciclostile :-D...bene, vado un po' al cinema, visto che in questi giorni tutto è a tre euro :-D. Bacioni!

      Elimina
    5. sarà anche tutto a tre euro, ma non c'è niente da vedere!!!!

      Elimina
    6. Anfatti, non c'è una cicca da vedere. E sono andata su 'sto letterboxd, ho sviluppato un gran mal di testa e non mi è venuta voglia di followare nessuno, spiacente per voi, ma non andava bene il caro vecchio blog? Uffff...

      Elimina
  3. pare carino..il titolo è effettivamente atroce

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il titolo è quello che è, va bene per indurre lo spettatore ignorante (nel senso che ignora) ad entrare in sala aspettandosi un altro film.
      Ma Asphalte è effettivamente un film carino. Anche senza cuori infranti.

      Elimina
  4. Me ne hanno parlato benissimo e sono molto curioso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me merita una visione!

      Elimina
  5. I titolisti italiani non finiscono mai di stupirmi XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lascia stare, è una battaglia persa! :)

      Elimina
  6. Quattro figli a parte, correrei a vederlo di volata! Bacio.

    RispondiElimina
  7. e mi sa che mi piacerà. ma meno di quanto mi piacerebbe spaccare le gengive a certi titolisti

    RispondiElimina
  8. Mai visto questo film, non amo molto i film francesi, ma questo sembra carino!😊

    RispondiElimina