22 ottobre 2015

The lobster
(il mio parere cazzaro)

Probabile presenza di spoiler, ma non troppo.



Per una cialtrona come la sottoscritta parlare di un film "weird" come The Lobster non sarà affatto facile, quindi, se cercate opinioni alte e/o illuminate, questo non è il posto (né il post) che fa per voi. Come sempre, in fondo.
In ogni modo The Lobster potrà piacere o non piacere, ma è indiscutibilmente - per chi scrive - una delle visioni più bizzarre degli ultimi anni. Disturbante in un paio di scene, cinico e a suo modo cri(p)tico, anche ironico in modo ferocemente caustico. Sicuramente interessante. 
Comunque. 
Primo film "mainstream" del regista greco Yorgos Lanthimos, di cui la sottoscritta sta cercando (inutilmente) di recuperare da anni Kynodontas (aka Dogtooth). Nella speranza di riuscirci, martedì sera ho fatto la conoscenza del registra greco iniziando dalla fine. Questo film, come il già citato Kynodontas ed il successivo Alps oltre che diretto, è prodotto e sceneggiato (anzi, co-sceneggiato con Efthymis Filippou) da Lanthimos stesso.
La sala del Massimo1 (450posti) era piena.
Siccome sono una cialtrona, alla fine del film mi sono interrogata sul significato della scena iniziale, in cui la stronza (nel film - a parte Colin Farrell - sui nomi dei personaggi si è andati al risparmio) senza cuore scende dall'auto e ammazza un tenero asinello a colpi di pistola.
Ma non sono riuscita a rispondermi.
In compenso ho scoperto che la stronza senza cuore - che d'ora in avanti, per comodità, chiamerò semplicemente stronza - è Angeliki Papoulia, presente anche nei due precedenti film del regista.
Adesso la smetto di fare wikiTedia, promesso.
Colin Farrell per questo film abbandona temporaneamente i panni di Colintamarrofarrell per indossare quelli di Colinquartatofarrel e nella scena del colloquio iniziale assomiglia drammaticamente ad Elio.

Massimo rispetto per Yorgos che nella colonna sonora usa non uno ma due pezzi del mio amato Nick Cave, anche se il primo (di cui esiste anche una versione di Marc Almond & Gene Pitney) - Something's Gotten Hold of My Heart - lo fa maltrattare ai due gestori dell'hotel, mentre l'altro - Where the Wild Roses Grow - si sente durante l'ascolto in cuffia da parte dei solitari... 
Ordunque, veniamo al film.


Nel solito futuro distopico le persone sono obbligate a vivere in coppia. Quelli che restano da soli (vedovi e/o abbandonati) vengono segregati nell'hotel, dove hanno 45 giorni di tempo per trovare un nuovo compagno, al termine dei quali, in caso di fallimento, verranno trasformati in un animale che loro stessi hanno scelto al momento del loro arrivo.
Così, dopo essere stato lasciato dalla moglie, David decide che, non dovesse riuscire a trovare una nuova compagna, vuole essere trasformato in un'aragosta. 
La vita nell'Hotel scorre secondo regole ferree, divieti tassativi e attività più o meno ludiche, come la divertentissima caccia agli abitanti del bosco, allegrissime feste danzanti, copule simulate e via andare. Allo scadere dei suoi 45 giorni David decide di fingersi stronzo per accoppiarsi con la stronza. La cosa non funziona (ché stronzi si nasce, mica ci si improvvisa così, dall'oggi al domani) e quando la stronza gli ammazza il cane (quello che una volta era suo fratello), a parte che a me è quasi venuta voglia di alzarmi e andarmene, a David gli si inchianano finalmente i cazzi, si trasforma in John Wick, e decide di abbandonare quel posto di merda per rifugiarsi nel bosco, dove vivono i solitari.
Che tu dici, OK, se nell'hotel devi sottostare ad un sacco di regole e quelli che vivono nel bosco sono dei "ribelli", potranno ben fare quello che gli pare, no?
Sto cazzo.
Se possibile le regole sono ancora più rigide e assurde, compresa quella di non flirtare né tanto meno innamorarsi fra loro: "noi non balliamo assieme, è per questo che ascoltiamo musica elettronica" (risate in sala).
Cosa che, puntualmente, avviene, con gran disappunto della capa dei solitari, interpretata da una bellissima Lea Seydoux. 
Fra codici segreti, incursioni in città (a proposito, qualcuno mi spiegherebbe dove i solitari, che vivono nel bosco vestiti come straccioni e generalmente infangati come Rambo, conservano i vestiti immacolati e inamidati che indossano quando vanno in città?) e momenti di festa ( ! ! ! ) in cui si divertono come pazzi, si arriva ad un finale a cui - secondo la mia ignorantissima opinione - ognuno può dare la sua liberissima interpretazione. 
Ma sai che, forse forse, alla fine, venire trasformati in aragosta non sarebbe stato poi così terribile? 
Del resto lo diceva anche David Foster Wallace: considera l'aragosta.




75 commenti:

  1. Ne avevo già sentito parlare, ma tu l'ha descritto alla perfezione ... andrò di sicuro a vederlo. Oggi ho visto finalmente Suburra, gram film, spettacolare e storicizzante allo stesso tempo (in Italia solo Leone e Rosi così).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se l'ho descritto alla perfezione però è un film che merita assolutamente di essere visto perché ha il grande pregio di essere comunque - passami la banalità del termine - "diverso".

      Suburra è in elenco, spero di riuscire a vederlo presto...

      Elimina
    2. Si, in effetti la scena iniziale e quella che mi ha fatto collegare la scena in cui la tizia che voleva sempre uscire con tutti.. Quella che al mattino mangiava biscotti credo... Cmq la fosse presa col tizio che era con farrell , quello piu vecchio e biondo... Non quello che sbatteva il naso per farlo sanguinare.. L altro... E poi alla fine la scena e stata che il tipo l hanno trasformato in asino e la tizia gli spara fosse quella che poi si e buttata dalla finestra.. Ma non e morta...no?

      Elimina
    3. ma come cazzo scrivi?

      Elimina
  2. Grande rece, cialtrona ma grande rece.

    Ma sicura che è la Papoulia nella prima scena?
    No perchè io la conosco benissimo, avrò visto 6 film suoi, e nel film l'ho riconosciuta subito, nel prologo dici che m'è sfuggita?

    Allora.
    Se è la Papoulia è davvero molto strano, sappiamo che fine fa nell'hotel, uccidere un animale prima è, ripeto, strano.
    Se è una donna qualsiasi l'ho trovato un grande prologo perchè te lì per lì non capisci la scena, pooi vedi il film e sai che quelle erano persone. Poi immaginarsi chi e come è un altro paio di maniche ma rimane una scena che capisci dopo e la cosa mi piace alquanto cara Poison.

    450 posti sala piena è una notizia meravigliosa

    però spetta eh, si vende come mainstream ma in realtà il film è solo europeo, gli attori quasi solo europei e il soggetto e sceneggiatura, l'hai visto, col mainstream c'entrano come Paolo Del Debbio a una riunione del Mensa.

    Quindi per me è un altro Lanthimos alla "greca", coerente e uguale al resto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto grazie, per iniziare. :)
      Poi.
      Dici che non è lei? Magari sbaglio, ci mancherebbe, però le assomigliava parecchio, ma è anche vero che io sono quella che spesso fa fatica a riconoscere due gemelli. . . ;)
      In ogni modo, a prescindere da chi sia, metti pure che l'asino possa essere stato chiunque, da suo cugino al suo professore di disegno alle medie, rimango comunque perplessa. Lo uccide per amore o per odio? O semplicemente perché quel giorno piove e lei è incazzata perché le si è rovinata la messinpiega?

      Ho usato il termine mainstream non con intento dispregiativo, sia chiaro, ma solo per porre l'accento sul fatto che - correggimi se sbaglio - è il primo film che gode di una distribuzione e diffusione "normale" e fruibile al "grande" pubblico, a differenza dei precedenti titoli che - a parte aver girato per festival più o meno piccoli e rassegne specifiche - non sono mai usciti nei circuiti classici... :)

      Elimina
    2. Eh, ma sta proprio lì il bello.
      Prima vedi solo che ammazza un asino (era un asino?), poi capisci che quell'asino in resltà non era un asino, o almeno asino da uomo era, ma ancora su due zampe camminava, e poi provi a farti film greci su chi possa essere quell'asino, che rapporto aveva con la donna etc... Ma è un prologo perfetto perchè "copertina" del film ma allo stesso tempo forse slegato dai personaggi principali, io l'ho amato.

      Ah sì sì, non solo questo è andato in sala ma gli altri nemmeno in rete a volte. Alps due anni fa non esisteva e io l'ho visto da Ghezzi, Dogtooth si fa una fatica immensa

      Elimina
    3. Poteva essere un asino, come un mulo o un bardotto, non sono molto pratica a dire il vero... di sicuro non era un cavallo! :)
      Comunque sì, assolutamente slegato da tutto il resto, e proprio per questo mi sono ritrovata a interrogarmi sul chi/cosa/perchè...

      Elimina
  3. Mi hai messo una gran curiosità!!!Lo proporrò al capo ;)

    RispondiElimina
  4. Gran commento, mi hai fatto rotolare dal ridere, non ho visto nemmeno un trailer, ma mi vedrò il film il prima possibile ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me ti piacerà!
      (e grazie!)

      Elimina
  5. come scrissi ai tempi (io l'ho visto a Milano due settimane dopo Cannes gné gnè gné), è stato grande grande ammmore a prima vista. adorato!

    e recuperali Kynodontas e Alps!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ricordavo ne avessi parlato, probabilmente non ci avrò capito una minchia... :)

      Poi. Se ci fossi riuscita Kynodontas l'avrei recuperato. E invece.
      gne gne gne.

      Elimina
    2. ah ah ah ah ah ah ah ah
      ah ah ah
      ah
      ah

      Elimina
  6. Gran film stranissimo, ed è il suo bello. Sulla tua domanda non ho risposta, forse era uno che l'aveva rifiutata e che ha preferito essere trasformato, vai a sapere. Io ho un altro dubbio: ma in una società in cui è obbligatorio stare assieme (sennò chi ti spalma la pomata sulla schiena, eh?) com'è che la moglie di Colin-Elio lo lascia in un amen? Per logica ci voleva la corte marziale! :-)) Poi ci ho ripensato e ripensato a tutta una serie di cose a cui non hanno dato risposta, tipo: qual'è l'animale nel quale nessuno vuole trasformarsi? Io in cosa vorrei trasformarmi? Credo che questo film diventerà un mio cult.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la moglie di colinquartato lo lascia perché ha trovato un altro, infatti lui all'inizio le chiede se sia miope, se porta gli occhiali o le lenti a contatto, o forse se ha gli occhi azzurri, comunque le domanda qualcosa in merito alla vista...

      Elimina
    2. Sì, lei lo lascia per l'altro, (e si è capito nel film che basta una cosa in comune per accoppiarsi più o meno felicemente, dev'essere una critica, il regista forse pensa che invece sia meglio non avere nulla in comune!) ma lui resta solo, ti pare non sia da sanzionare?
      E comunque io vorrei essere una scimmia bonobo, ma vorrei essere mandata con i miei simili, non girare nel bosco da sola come una cretina, o in compagnia di un pink flamingo, sennò meglio un lombrico!

      Elimina
    3. oddio i pink flamingo! a parte quel nome da band chill out, mi ricordano My son, my son, what have ye done e anche un po' Morgan Fairchild

      Elimina
    4. Sono bellissimi! E i Pink Flamingos di Divine? In che animale ti faresti trasformare Dantés??

      Elimina
    5. Un bonobo? ma per via della loro esuberante vita sessuale? ;)

      Elimina
    6. Sono pacifici e si divertono molto, la mia vita ideale!

      Elimina
    7. oddio Divine, è vero!

      mah, guarda, concordo sul bonobo, però è ben brutto! starei più sul gatto

      Elimina
    8. non ci ho mai pensato, comunque credo pure io un banalissimo gatto...

      Elimina
  7. Ti dirò, dopo aver visto Kynodontas e Miss Violence (entrambi bellissimi e disturbanti), mi è sorto il dubbio che qualche problema la Grecia ce l'abbia ;-).
    Detto questo, i film di Lanthimos ce li ho tutti e in fondo sono facilmente reperibili. Se proprio non ci riesci, compila un modulo di richiesta e te li mando :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. facilmente reperibili tra fiumi e maneggi, probabilmente, a cui io non ho accesso... quindi "facilmente" un par de ciufoli! :)
      dove lo trovo il modulo per richiederteli?
      Comunque sì, il dubbio aveva sfiorato anche me già dopo la visione di Luton, ancora prima di Miss Violence...

      Elimina
    2. @Fascino! In quale animale dalle luuuuunghe gambe di faresti trasformare? Non dirmi anche tu un gatto, pleeez. E i film li vorrei anche io, grazie.

      Elimina
    3. Alps io dovrei ancora avercelo da qualche parte

      Elimina
    4. E' che io di vedere Alps non ho nessuna intenzione, fra le altre cose. E' Doogtooth che mi incuriosisce. Oggi è uscito the wolfpack che - oltre ad essere una storia vera - per alcuni aspetti potrebbe pure ricordarlo, con questi fratelli segregati in casa che guardano film a nastro...

      Elimina
    5. ussignur, potrebbe piacermi. ma lo fanno solo al Centrale? che 'sto weekend sono un po' confinato in zona San Paolo

      Elimina
    6. Ma ringrazia che lo fanno al Centrale! . Comunque si alterna con l'altro doc "Banksy does New York". Il primo nei giorni pari fino al 28, quello su Banksy nei giorni dispari fino al 27. Entramibi in v.o., entrambi alle 19.45.

      Elimina
    7. @Poison: Lunedì Wolfpack e Martedì Bansky? Io ci sto!

      Elimina
    8. Ah, io diventerei un bel cavallone!! Fatemi sapere se ci sono altri film che vi interessano e che non trovate, io ve li procuro e ve li mando...mi servirà pure un indirizzo...tempi incerti.

      Elimina
    9. Ah, a me questi "caratteri" non piacciono, era meglio prima :-(

      Elimina
    10. ti dirò, non convincono al 100% nemmeno me, soprattutto per la punteggiatura che si appappa un po' troppo . . .
      adesso vedo cosa posso fare.
      hai un carattere da consigliarmi? parla, o fascino, che io ti ascolto !

      Elimina
    11. io ti consiglio il mio carattere, che come tutti sanno è adorabile

      p.s.: ma sabato sera vedete qualcosa di interessante? io mi aggregherei, se non mi scacate come al solito :D :D :D

      Elimina
    12. il tuo carattere adorabile?
      rido assai.

      per sabato sera io e la bionda non ci siamo ancora consultate, però domani sera - ad esempio - andiamo a vedere l'ultimo di Audiard...

      Elimina
    13. ce lo so, ché ho i miei informatori. e come scrissi alla talpa, poi dheetemi com'è :D

      Elimina
    14. Salve, sono the mole... ecco, un'idea di animale nel quale trasformarmi!

      Elimina
    15. drink a mole together (cit.)

      Elimina
    16. @Dantès:Oh, di chi?
      @Poison: fai un sondaggio sul font preferito e fai vincere la maggioranza! Come dici, toppa democrazia? Eh, io sono anche contraria al suffragio universale....

      Elimina
    17. Tiz, la democrazia è sopravvalutata.... :)

      Elimina
    18. «toppa democrazia» è un lapsus meraviglioso...

      la citazione è da quella divertentissima canzone di Frankie Hi-NRG cantata insieme a Paola Cortellesi, L'inutile

      Elimina
    19. oOOOPsss, ho tRoppato!

      Elimina
    20. Fai tu Poison, purché non sia quello di Danty :-D

      Elimina
  8. Sono molto curioso, anche perchè da me potrebbe essere accolto alla grande o massacrato.
    E la tua recensione alimenta la curiosità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene.
      Io mi mantengo su un sano entusiasmo contenuto. Alcune cose rasentano il geniale, altre non convincono, e per almeno un paio vorresti avere a fianco il regista per prenderlo a calcioni sugli stinchi, ma nel complesso il risultato è notevole... :)

      Elimina
    2. Chissà perché nel film non c'è Rock lobster dei B-52's? :-D

      Elimina
  9. E la curiosità, insieme alla cialtronaggine, non fa che salire... :)

    RispondiElimina
  10. toh, un carattere chiaro e tondo come il mio :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non puoi competere, ragazzino... Sono molto più tonda di te! :)

      Elimina
    2. Un po' più grande? :-) Pochino, un cicinin...

      Elimina
    3. E' grande come l'altro, di più è troppo...
      zummola lo schermo! ;)

      Elimina
    4. E vabbè, se zummola (sulla mortaaadella?).

      Elimina
  11. Mi ha devastato questo film... sono rimasto sveglio tutta la notte! Tremendo eppure meraviglioso, difficile scrivere qualcosa di non banale. Magari ci provo nel weekend.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei rimasto sveglio? accipicchia! Credo non mi sia mai successo... (ma del resto io son cialtrona e disincantata, quindi figurati... )
      ;)

      Elimina
  12. Non sai la scimmia che ho per questo film!
    Comunque "Dogthoot" lo dovresti trovare sottotitolato in inglese su YouTube :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vacci piano con gli animali quando parli di questo film, che potrebbe essere pericoloso! :)
      Secondo me ti piacerà, scommettiamo?

      (davvero si trova sul tubo? non penso mai di cercarli lì i film, ma adesso vado a controllare, grazie!)

      Elimina
  13. L'ex ha visto ieri il film e mi conferma che è la stronza ad uccidere l'asinello. Very very stronza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora avevo visto bene... :)

      Elimina
    2. E allora si vede che io ero ancora nella fase "mi seido per bene e dico 2,3 cose al mio vicino di visione per prepararlo".

      Quindi potremmo pensare che quello sia l'ex marito che l'ha lasciata ed è andato magari nell'hotel un mesetto e mezzo prima di lei

      Elimina
    3. in effetti ci può stare, ma... come avrà fatto a riconoscerlo? :)

      Elimina
    4. L'avrà sentito ruttare come ruttava a tavola

      Elimina
  14. Era l'ex, sono entrati assieme nell'hotel, lei è diventata una cacciatrice e ha aggiunto giorni di permanenza, lui no e lei sapeva cosa sarebbe voluto diventare, una sbirciata e pam!, l'ha stronzamente fatto secco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, però:
      lei sta guidando un'auto per i cazzacci suoi.
      Cosa che, se fosse già ospite dell'hotel, non potrebbe fare.
      In teoria.

      Elimina
    2. Magari quando guadagni dei giorni ti vengono incontro con incentivi... :-)

      Elimina
    3. Tiz, scusa ma non è possibile ;)

      1 intanto non si diventa cacciatori o cacacciatrici, chiunque nell'hotel lo è, sin dal primo giorno

      2 la caccia è sclusivamente nel bosco e si va insieme

      3 i cacciati sono solo altre persone, non animali (nella tua visione lei avrebbe dovuto portare l'asino in macchina all'hotel...)

      no, a questo punto è un prologo non solo filmico, ma anche temporale.
      Tra l'altro, spero stavolta di non sbagliarmi, lei ha anche i capelli diversi

      non può essere dopo, perchè ormai è una blatta (cit) e non può essere durante l'hotel perchè se c'è una cosa che spiega bene il film sono le regole e i rituali

      è prima ;)

      Elimina
    4. Anche secondo me è prima.
      E il motivo, semplicemente, è perchè - e ormai lo abbiamo appurato - lei è una grandissima stronza. :)

      Elimina
    5. Non mi sono spiegata bene: io intendevo dire che forse erano entrati assieme all'hotel, poi lei era diventata BRAVA a cacciare, mentre lui era rimasto una pippa, quindi era stato trasformato e lei si era vendicata. Ma ci sta che invece sia accaduto prima, perché la cosa dei capelli diversi non la ricordo, menre mi sembra indossasse uno dei vestitini-tutti-uguali che si vedevano addosso a tutte nell'hotel.

      Elimina
  15. https://www.youtube.com/watch?v=JXAtcOEa1a4

    vedi qui, ciao

    RispondiElimina