10 agosto 2015

Spy

A inizio giugno, dirante il mio weekend parigino, in tutte le stazioni della metropolitana campeggiava il faccione di Giasone Statham in compagnia di Jude Law e Melissa McCarthy nei manifesti pubblicitari del film. 
E io, che a Giasone "ci" voglio bene, ho pensato, tra me e me "oooooh, chissà se arriva in Italia?"
E dopo un po' in Italia è arrivato.
Peccato che quando l'ho proposto alla bionda per la visione settimanale lei me l'abbia cassato con un lapidario "ma anche no!".
Non nego di esserci rimasta un po' male, ma non me la sono presa, e nel giro di 3, 4 minuti me ne sono fatta una ragione.


Poi parecchi di voi hanno iniziato a vedere il film, e, inaspettatamente, le opinioni erano quasi sempre positive, e, come prevedibile, mi sono incuriosita. E alla fine ho visto anche io Spy. 
E... sì, lo ammetto, ogni tanto ho riso. Ma, sinceramente, da quello che avevo letto in giro, molto meno di quanto avrei sperato. 
Se consideriamo che l'unico altro film diretto da Paul Feig che ho visto è stato Le amiche della sposa, che all'epoca mi aveva annoiato parecchio, Spy al confronto è un capolavoro.
Non che ci volesse molto, in fondo. 
Comunque, trattandosi fondamentalmente di una cazzatona che vuole prendersi gioco in modo anche abbastanza stiloso di tutti gli agenti super segreti e super impeccabili, bisogna dire che fa il suo porco lavoro. 
Si inizia con l'agente Fine (un Jude Law tornato in formissima, roba che ti viene da pensare ad un effetto speciale) in missione, che per un piccolo errore ammazza il suo obiettivo prima del tempo e deve abbandonare il luogo. Cosa che fa, magistralmente guidato da Susan Cooper che dall'ufficio, dove svolge il suo lavoro, lo monitora e protegge con amore.
Siccome l'uomo ucciso da Fine era in possesso del solito ordigno nucleare che stava per essere venduto al cattivo di turno, morto lui bisogna dare la caccia  a sua figlia Rayna che ovviamente ha ereditato la bomba. Ma, com'è come non è, il nostro eroe muore.
Ma non c'è tempo per piangere, bisogna recuperare la bomba, e bisogna farlo con forze nuove, visto che la bella e cattivissima Rayna conosce l'identità di tutti gli agenti segreti in circolazione. E così la nostra Susan Cooper, da sempre relegata in ufficio, ha l'occasione di abbandonare la scrivania e di diventare un vero agente segreto sul campo. La scelta di Susan farà incazzare l'agente Ford (Jason Statham in versione tanto sborona quanto tonta) che darà le dimissioni, proseguendo la missione in autonomia.
Inizia così un tour europeo tra Parigi, Roma e Budapest con Susan sulle tracce di Rayna. Fra situazioni spesso inverosimili la donna, nonostante le vengano assegnate false identità da sfigata, riuscirà a conquistare la fiducia di Rayna.
Notevoli i battibecchi tra la goffa Susan e la perfida Rayna, così come tutti gli "incidenti" occorsi a Ford elencati da lui stesso con orgoglio.
Alla fine resta comunque una pellicola che offre due ore (forse un po' troppe) di svago e leggerezza.
E, in questo periodo, non è nemmeno poco.


12 commenti:

  1. A me è piaciuto davvero parecchio,anche se il Khal ovviamente ha capito subito che quella cosa lì non era vera ma in realtà bla bla bla XD
    Statham che fa il verso a se stesso è fantastico XD
    E Jude,pure se parrucchinato....gnaaaammmm!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà l'avevo sospettato pure io che "bla bla bla... ;)
      Judd Law davvero in gran spolvero, e Statham fantastico, senza dubbio!

      Elimina
  2. Anch'io, come te, mi sono divertito ma non troppo.
    E sì, "Le amiche della sposa" era una noia, durava tipo dieci ore, ma conto di rivederlo senza addormentarmi, prima o poi. Però questo Spy è carinissimo, simpatico, con una McCarthy irresistibile - e due valletti d'eccezione - quindi il successo in quest'estate fiacca, senz'altro, lo meritava tutto. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, "divertito ma non troppo" rende perfettamente l'idea...
      Comunque nel complesso un film che si lascia vedere, senza dubbio!

      Elimina
  3. Ho riso fino alle lacrime...favolosi la Byrne e Statham...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Byrne e Statham davvero bravissimi, concordo.
      Ho riso molto meno, ma va bene lo stesso... :)

      Elimina
  4. Troppo lungo, ma giusto per la stagione. C'è di molto peggio, e Statham è spassoso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul fatto che ci sia di peggio direi che siamo tutti d'accordo...
      Statham è un grande :)

      Elimina
  5. Una stupidata vero, la cosa che mi urtica è che le scene d'azione in una commedia sono dirette bene, nei film action.... PG-13. In ogni caso grande Giasone, che si prende in giro, qui letteralmente ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giasone in versione idiota totale non si può davvero perdere!

      Elimina
  6. Concordo sul fatto che sia troppo lungo ma come molti altri qui l'ho adorato! Poi hai notato che nessuno ha fatto battute sul suo peso? :)

    RispondiElimina