30 dicembre 2014

feste & fasti

C'è il sole.
Io e il mio girovita stiamo bene. Ho le sembianze di una stufa a kerosene coi piedini (gonfi) ma non mi lamento. 
Sopravvissuta al rinfresco in ufficio, al cenone della vigilia, al pranzo di natale, all'ozio di santo stefano e anche alla prima neve.
Già.
Che sabato io e la S. - che non vedevo da un paio d'anni - siamo andate in trasferta.
A Monza.
A vedere la mostra fotografica di Steve McCurry (oltre lo sguardo) alla Villa Reale. 
Che è bellissima (la mostra, ma anche la Villa Reale, eh?).
Con uno splendido allestimento, realizzato da Peter Bottazzi, che forse non è il massimo della funzionalità in caso di tanta affluenza, ma sabato mattina c'era relativamente poca gente, e quindi - egoisticamente - non ci sono stati problemi. 
Partite da casa sotto un cielo grigio, arrivate in Lombardia iniziavano a scendere dei fiocchi.
Il tempo di parcheggiare e il terreno era bianco.
Potete immaginare l'umore della sottoscritta, che odia talmente la neve che quasi non mangia più nemmeno il pandoro per non doversi confrontare con lo zucchero a velo.
Mentre entravo ed uscivo dalle stanze della mostra, tra una fotografia e l'altra, ne approfittavo per sbirciare dalle finestre.
E stava nevicando davvero. (qua aggiungete voi un'imprecazione a vostra scelta, che a me il turpiloquio scritto non piace).
Inizialmente così:



poi, ad un certo punto, devo essermi distratta un attimo, ed era tutto inequivocabilmente ... bianco, pure troppo:

Insomma, per farvela breve sono l'unica cretina che, con 14 giorni di vacanza a disposizione decide di muoversi l'unico giorno in cui si è messo a nevicare.
In ogni caso la mostra, che durerà fino al disgelo (ovvero fino al 6 aprile 2015), vale davvero la visita. Ok, Steve McCurry lo avrete già visto tutti dappertutto, io per prima. Ma è davvero difficile resistere al fascino dei suoi scatti.

E comunque io non vorrei dire, ma nel camminamento di torii lì sopra, che è quello del Fushimi Inari Taisha nei sobborghi di Kyoto, ci sono stata pure io. Ecco.


In ogni modo, se, come me e la S non vedete l'ora di precipitarvi nel bookshop per comprare il catalogo della mostra, sappiate che... esso non esiste.
Ma puoi farmi una mostra e non svilupparmi il relativo catalogo?
Ma che, si fa così?
Inutile dire che ci siamo rimaste malissimo.
Per consolarci siamo andate a mangiare in un ristorante siciliano, intravisto arrivando.
E ci ha detto culo. Perché la pasta con le sarde era fatta come si deve.
E aveva pure smesso di nevicare.



10 commenti:

  1. maddai, sei stata anche tu a Mmmmonza? mi sa che ci siamo persi per quelle 24 ore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non mi sono persa...
      (piccolo il mondo, eh?)
      ;)

      Elimina
  2. io l'ho visto a Roma, Steve McCurry, e mi è piaciuto tanto tanto.
    (se ti può consolare, al momento sembro incinta di due gemelli... peccato che i chili di troppo non si possano partorire, in modo da sbarazzarsene una volta per tutte et voilà!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le foto di McCurry riescono sempre ad emozionarmi.
      Due gemelli? ah ah ah, complimenti!!! :)

      Elimina
  3. Non parlare a me di freddo e neve che guarda...mi vien prurito al solo pensiero! >_<

    RispondiElimina
  4. Hai ragione. Potrei vedere i suoi scatti milioni di volte e non mi basterebbe mai. Monza e' bella pure sotto la neve. Ma e' piu' piacevole osservarla dalle finestre di casa. Io aspetto il disgelo tanto e' vicino. Se avessi saputo che venivi a Monza ti avrei consigliato due o tre localini fantastici. Un abbraccio e auguri per un 2015 pieno di quello che vuoi.

    RispondiElimina
  5. La mostra deve essere davvero bella... peccato sia fuiori mano per me.. ma chissà... potrei pure provare a farci un salto!

    p.s. Comunque tu Poison, con queste battute mi uccidi.. son due ore che rido davanti al monitor come una cretina!!!

    "Io e il mio girovita stiamo bene.
    Ho le sembianze di una stufa a kerosene coi piedini (gonfi) ma non mi lamento. "

    p.s. Io ho le sembianze del bollitore dell'acqua... piccola sopra e larga sotto!!

    RispondiElimina
  6. pure io oooooodio la neve!
    e anche il natale che per fortuna per quest'anno ci siamo levati dalle scatole :)

    RispondiElimina
  7. La neve è il male. Assoluto.
    La mostra, però, deve essere davvero splendida.
    E tu, incorniciata, ancora di più <3

    RispondiElimina
  8. Mi unisco al coro. Io ODIO la neve.
    Però quando la guardo in foto non mi fa così tanta paura, sembra quasi carina ^_^
    P.s. L'ultima foto è la più bella!

    RispondiElimina