19 dicembre 2014

32° TFF: Life after Beth

Ve lo ricordate I ♥ Huckabees? 
Era il 2004, il regista era David O.Russel, ai tempi non ancora famoso come oggi, e lo sceneggiatore era Jeff Baena. Che probabilmente famoso non lo è ancora. 
Sono passati 10 anni, e Baena si è messo dietro la macchina da presa per dirigere una commedia zombie. Cosa ha fatto nel frattempo? Secondo IMDb niente. 
Ma chissenefrega, aggiungerei.
Comunque, per il suo debutto alla regia Jeff decide di avvalersi del sempre valido John C.Reilly, della deliziosa Aubrey Plaza - anche se nello specifico "deliziosa" non credo sia il termine più appropriato - e di Dane DeHaan (chi?) il cui nome a me personalmente diceva poco. Ma l'ho "incontrato" più volte sugli schermi. Ad esempio in Lincoln, in Devil's knot e in The place beyond the pines aka Come un tuono, dove interpretava il figlio di Ryan Gosling. 
Qua invece interpreta Zach, ex fidanzato di Beth Slocum. 
Ex in quanto Beth, durante una passaggiata nel bosco, viene morsicata da un serpente e muore.
Zach è affranto, e inizia a passare molto tempo a casa dei genitori della ragazza, legando in particolar modo con il padre (Reilly). 
Un giorno si presenta a casa dei genitori di Beth ma nessuno gli apre. E a lui sembra di intravedere Beth in casa.
Per qualche inspiegabile ragione Beth è tornata in vita e i genitori non vogliono che si sappia. Zach lo racconta a casa sua ma ovviamente nessuno gli crede, e viene preso per matto soprattutto dal fratello Kyle (Matthew Gray Gubler, il dottor Spencer di Criminal Minds, qua in versione vigilante-paranoico, fantastico).
Quando riuscirà finalmente a entrare in casa degli Slocum e a rivedere Beth, scopre che la ragazza non ricorda praticamente nulla e non sa nemmeno di essere morta.
Ricominceranno così a frequentarsi, ma ben presto Zach si renderà conto che Beth è cambiata, e che la dolce ragazza di un tempo è diventata una belva furiosa e violenta, che riesce a mantenere la calma solo ascoltando smooth jazz.
Zach non sa più cosa fare, ma, quando, tornando a casa, scoprirà che anche i suoi nonni (oltre che ai vecchi proprietari della casa in cui vivono) sono tornati in vita, capirà che non c'è più tempo da perdere.
Commedia leggera, ironica e sagace, di sicuro non rivoluzionaria, ma che si lascia vedere con piacere. 



13 commenti:

  1. Stavo pensando che anch'io, in fondo, sono leggero, ironico e sagace, e mi lascio vedere con piacere...e ho anche un po' rotto il cazzo :-D...comunque, dopo la mezza delusione di Warm Bodies, la mia attrazione per gli zombie è arrivata a un punto morto....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. warm bodies non l'avevo visto, ma a me questo non è dispiaciuto. Filmetto leggero, per carità, ma alcuni spunti carini li offre.

      Elimina
  2. L'avevo visto solo per la mia cotta tremenda per Dane DeHaan (e pure per lei dai...). Carino ma niente di che, mi aspettavo un pochettino di più. Magari anche una risata non avrebbe fatto male eh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto, di Dane DeHaan sapevo poco o niente, lei mi piace parecchio, e tutto sommato il film un paio di risate a me è riuscito a strapparle... (io però non mi aspettavo niente, a differenza tua!) :)

      Elimina
  3. Caruccio, qualche bella battuta e non tanto altro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai detto niente... :)

      Elimina
    2. beh, in effetti alla battutta sulla resurrezione ho riso quei 2 minuti buoni

      Elimina
  4. mi aspettavo un film più frizzante e invece l'ho trovato molto moribondo...
    d'altra parte è una pellicola sugli zombie, quindi erano le mie aspettative a essere sbagliate :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah! io invece l'ho apprezzato, tutto sommato. probabilmente perchè partivo senza nessuna aspettativa...

      Elimina
  5. Io l'ho trovato caruccio ma un po' spento, due battute carine, idea graziosa, ma meglio una puntata qualsiasi di the walking dead, anche di quelle tutte buie dove non accade quasi nulla. Ma che poi, alla fine, io i film e i telefilm con gli zombie li guardo tutti, sto finendo di vedere pure Les revenants!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, ma sia chiaro che io non sto tentando di spacciarlo come un capolavoro, eh? :)

      Elimina
    2. Naaa, era chiaro! :-)

      Elimina
  6. Interessante... appena ho visto le foto dell'attrice ho pensato fosse Sabina Guzzanti, invece poi ho letto...

    RispondiElimina