12 settembre 2014

E il primo giorno è andato

Arrivate ad Ibiza mercoledì sera all'aeroporto abbiamo preso l'autobus L10 che per 3,50€ ti porta in città. Abbiamo raggiunto il nostro Hostal che ci ha dato una stanza al quarto piano (senza ascensore, ma già si sa che non si può avere tutto dalla vita) e, dopo aver abbandonato il nostro bagaglio e siamo andate a cena. La bionda aveva letto recensioni interessanti del Mar a Vila che - combinazione - è vicinissimo al nostro Hostal (avenida Ignacio Wallis 16). Abbiamo deciso di fidarci e abbiamo fatto benissimo. A parte che la birra costa appena 1,70€, il cibo era davvero ottimo,e le capesante con crema di parmigiano e mele erano di una bontà che non potete nemmeno immaginare, ma voi fidatevi. Infatti abbiamo deciso che al nostro ritorno ci fermeremo di nuovo lì per il pranzo. Dopo cena abbiamo fatto un giro per la città, che è molto carina, con la parte vecchia cinta dalle mura, con negozietti, ristoranti e locali ovunque, e anche qua faremo un giro più approfondito la settimana prossima, prima di salire sul volo che ci riporterà a casa. 
Tornate nella nostra stanzetta al quarto piano senza ascensore siamo praticamente svenute nel letto. 
Ieri mattina abbiamo raggiunto il porto e - dopo aver fatto colazione e osservato i ggiovani che tornavano dai locali - siamo salite sul traghetto (biglietto 27€, facendo A/R si risparmia qualcosina, perché costa 46,50€) e dopo mezz'ora eravamo a Formentera. Abbiamo ritirato l'auto è raggiunto il nostro appartamento, che si trova nei pressi di Es Calò de San Augustì, e abbiamo deciso che saremmo andate in spiaggia lì, senza spostare l'auto. 
Una concentrazione di Italiani che a Rimini se la sognano, sentire qualcuno che parla spagnolo è praticamente impossibile. Eravamo nella spiaggia dell'Amore Iodio e quando abbiamo raggiunto il chiosco per pranzare quasi non credevamo ai nostri occhi: un panino 10€! A noi farci prendere per il culo piace anche, per carità, ma dobbiamo essere noi a deciderlo. Abbiamo preso un insalata (se devo spendere 10€ per un panino a questo punto ne spendo 14 per un'insalata, ma puoi scordarti di vedermi ancora) e stabilito che nei prossimi giorni ci si porta il pranzo da casa. Infatti quando abbiamo abbandonato la spiaggia (il mare ha dei colori fantastici, ve l'ho detto?) ci siamo fermate in un supermercato a fare un po' di spesa e poi abbiamo raggiunto il Blue Bar per l'aperitivo dove, carramba che sorpresa, avevo appuntamento con la Silvia del blog "signorina silvietta", perché il mondo è davvero piccolo e sull'isola c'è anche lei (con il santo). 
Di fronte a 2 caraffe di sangria abbiamo parlato, riso (perché lei è davvero simpatica, come si può capire leggendo il suo blog) e, già che c'eravamo, abbiamo ammirato anche il tramonto.


19 commenti:

  1. la spiaggia dell'Amore Iodio?!?

    - Quando sono al mare provo sempre un senso... non so... come di paura...
    - Mah.. sarà lo iodio...
    - No, non è che lo odio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eggià, con tanto di merchandising fatto di teli mare urfidi e t.shirt urende (che ovviamente Van via come il pane fra i simpaticissimi frequentatori della spiaggia.
      Che lì si, era proprio l'odio.

      Elimina
  2. Però che bellerrimo sole :'(
    Buon proseguimento di ferie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tramonto è sempre un gran bello spettacolo!
      Grazie cara!

      Elimina
  3. Beh wow! Bellissime foto, bellissimo tramonto e bellissimo l'incrontro tra blogger! <3 Buona vacanza Poison!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'incontro fra blogger all'estero non èstato affatto male, in effetti!
      E grazie! :)

      Elimina
  4. Mi raccomando però stasera o domani fate le GGioFani anche voi e buttatevi nella localanza di quei posti!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo che mi toccherà diluderti... :)

      Elimina
  5. Il nome della spiaggia è tutto un programma, che mi mette i brividi. :)
    Bonne chance!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti sarà davvero difficile che ci vedano ancora!

      Elimina
  6. Risposte
    1. In quella spiaggia c'era davvero la concentrazione di tutto il peggio italico in tutto il suo splendore, compreso un tizio che al telefono si lamentava del fatto che le case fossero tutte squadrate e che avesse visto poche donne giovani nude (premio WTF del giorno), oggi - altra spiaggia - va già molto meglio. ;)

      Elimina
  7. L'avevo detto io che quella cena mi sembrava molto buona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo uscite da quel locale che eravamo due donne felici! :)

      Elimina
  8. belli gli incontri di blogger all'estero!!! :D :D

    RispondiElimina
  9. Il panino a 10€ è un furto, ma anche l'insalata non scherza. Spiantata come sono credo che avrei fatto digiuno. Certo però che il posto è proprio uno spettacolo.

    Che bella carrambata! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te, è un furto (e non so nemmeno fino a che punto legalizzato) siamo state prese alla sprovvista perché era il primo giorno, poi ci siamo sempre portate il pranzo da casa, che c'è un limite a tutto!

      Elimina
  10. Bella la Poison ...e che bello incontrarci a Formentera!!!Che a noi incontrarci in Italia pareva troppo facile no????Comunque confermo...le capesante in crema di parmigiano sono di una bontà che non si può descrivere...devo assolutamente trovare la ricetta e rifarmele a casa!!!Salutami formentera mia cara...e dille che mi manca già!!!!un bacio a te e alla bionda da me e dal santo!!!

    RispondiElimina