9 settembre 2014

Barbecue

Il film di Eric Lavaine arriverà in sala l'11 settembre, ma a fine agosto un po' di sale l'hanno programmato in anteprima e io e la bionda siamo andate a vederlo. 
Perché i film corali francesi generalmente mi piacciono, e perché - diciamolo - Lambert Wilson è parecchio affascinante.
Detto ciò, siamo dalle parti di Piccole bugie tra amici ma senza il morto, anche se Antoine (Wilson) che viene colto da un infarto durante una maratona, ci va vicino.
Da quel momento, definito dallo stesso Antoine la cosa migliore che gli sia mai capitata, decide di abbandonare il suo stile di vita salutista e di riconsiderare alcuni aspetti della sua vita, esasperando il suo lato cinico e disincantato. Ma, alla vigilia delle vacanze, che, con il solito e affiatato gruppo di amici si appresta a trascorrere in una splendida villa immersa nel magnifico scenario naturale della Lozère, questa cosa non mancherà di creare malintesi e dissapori.
E, fra il gruppo, formato da tre coppie sposate, una divorziata e uno scapolo, si assisterà ad una serie di schermaglie tessute su un canovaccio di stampo abbastanza classico, in cui vengono prese in considerazione le situazioni più comuni, comprese le contraddizioni e i difetti che generalmente mal sopportiamo negli altri, ma che, nel caso di un amico, siamo disposti a perdonare, perché l'amicizia è anche (o soprattutto?) questo.
Ci troviamo di fronte ad una pellicola che non sarà certo trascendentale o memorabile, ma che regala un'ora e mezza di piacevole leggerezza.
Nel cast, oltre al già citato Lambert Wilson nel ruolo di Antoine, molto brava Florence Foresti nel ruolo dell'ex moglie di Baptiste, interpretato da Franck Dubosc, che ha un naso bellissimo. 




13 commenti:

  1. interessante, piacciono anche a me i film corali francesi e Piccole bugie tra amici mi era garbato tanto,,.,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo è molto più leggero, che a me Piccole bugie tra amici alla fine aveva commosso a tradimento...

      Elimina
  2. eh, i nasi! sai che sono sensibile?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma anche a quelli maschili?

      Elimina
    2. ah ma parlavi di quello di Dubosc! e io pensavo parlassi della Foresti...

      Elimina
  3. se assomiglia a piccole bugie tra amici potrei vederlo.
    e se è radical-chic abbastanza potrebbe piacermi... :)

    RispondiElimina
  4. Mi pare carino. Solo da poco mi sono immersa nel cinema francese. Non è proprio da sabato sera ma coinvolge e rilassa. Penso che questo film lo metterò nella lista streaming ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, io l'ho trovato carino. Alcune cose sono divertenti...

      Elimina
  5. me lo segno! Che si sa, le cose impegnative son troppo per me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah ah! E pure per me, che ti credi?

      Elimina
  6. Sempre detto io che vivere seguendo dettami salutisti è una perdita di tempo ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sfondi una porta aperta, sister!

      Elimina