15 settembre 2014

Are you serious?

Riemergo un secondo dal torpore vacanziero in cui mi sto crogiolando da 6 giorni per avere delle risposte. 
Da quando son qui non ho letto quasi mai una news, né visto un telegiornale quindi non so praticamente cosa sia successo nel mondo, a parte che Valentino Rossi è tornato a vincere una gara (era ora l'ha già detto qualcuno?) e che sono stati comunicati i sette film italiani che avranno la possibilità di essere selezionati dai membri dell'Academy a concorrere nella categoria "miglior film straniero". 
E, ma spero ancora di essermi sbagliata e/o aver letto male, fra questi c'è anche il film (scusate se ho detto film) di Ozpetek "allacciate le cinture". 
No, ma dico, "allacciate le cinture" davvero? Quell'allacciate le cinture in cui un manzo tatuato con l'attitudine alla recitazione di una trota d'allevamento si tromba la moglie malata di cancro nel letto d'ospedale? Proprio quell'allacciate le cinture lì? 
Perché? 
Visto che ormai è tardi per tornare indietro confido nella sanità mentale dei membri dell'Academy.

19 commenti:

  1. Se è riuscito a farsi inserire nella "settina" è davvero un mago. Il mago di Ozpetek.
    Ok, vado a nascondermi.

    RispondiElimina
  2. No. Non sono seri. Uno dei peggiori film della storia. Ma quello che preoccupa è che piace a un sacco di gente... (del resto pure Un posto al sole tira che non ce se crede.. mandiamo pure loro all'Academy?!?..)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io fatico a credere che un film del genere possa piacere a qualcuno, ma ho il vizio di sopravvalutare le persone.

      Elimina
  3. Io allacciate le cinture non l'ho visto, ma da quello che ho sentito e letto deve essere proprio una merda... Ben lontano da performances come "Saturno contro" e "Le Fate Ignoranti"... A me sinceramente era anche piaciuto "Mine Vaganti"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mine vaganti al confronto è un capolavoro. Questo è paragonabile ad una fiction di canale 5 con Manuela Arcuri e Gabriel Garko, quelle che hanno i titoli fatti con lo stampino, l'onore e il dispetto, il piacere e la vergogna, orgoglio e sticazzi, la rosa e la spina, la merda e il risotto, la noia e l'eutamasia...

      Elimina
  4. Ma sì, si sa che spesso e volentieri sono tutti ubriachi quando fanno queste scelte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ubriachi duri e in maniera spudorata!

      Elimina
  5. Personalmente ritengo che sia dai tempi de "Le fate ignoranti" che "Doraemon" Ozpetek viva di rendita. Continua a goderti le vacanze sister, e non pensare a queste brutte cose ^_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso come te... E so che non avrai alcun problema a credere che le vacanze riesco a godermele benissimo, Sister bella! ;)

      Elimina
  6. E' stata la stessa domanda che mi son fatta io, e non ho pure visto il film....

    RispondiElimina
  7. Io continuo a pensare che nella scena in cui lui si scola una pinta di birra senza prendere fiato, con l'occhio da carpa che guarda lei, alla fine ci stava un sonorissimo rutto.
    Buone vacanze!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come scrissi all'epoca della recensione di questa merda, credo che l'esimersi dal rutto carpiato sia stata la scintilla che l'ha fatta innamorare al grido di "anvedi che omo de classe"...
      Grazie! :)

      Elimina
  8. preferivo poter mettere solo il nome/nick e via, sallo.

    Vipero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, lo immagino, ma la quantità di spam aveva raggiunto dei livelli insopportabili. Mi vuoi bene lo stesso? :)

      Elimina
    2. Certo. Buona vacanza.

      Vipe

      Elimina
  9. Ozpetek nun te reggae più (forse qualcuno l'ha già detto?.. io?).

    RispondiElimina