18 luglio 2014

Poison goes to Collisioni

Lo so che sono anni che ripeto che ho smesso di andare ai concerti. Non per i concerti in quanto tali, ma, se con gli anni - come la sottoscritta - sei diventata insofferente alla folla, assistere ad un concerto diventa una pratica mediamente fastidiosa. 
Ma, essendo incongruente, mi piace fare cose di cui poi mi pento nell'esatto momento in cui iniziano, e così, quest'anno, per qualche inspiegabile motivo, ho deciso di farmi il festival nella sua completezza...
Io e la bionda abbiamo prenotato un B&B (CON PISCINA) all'inizio di gennaio, e domani sera ci trasferiremo in Langa, entrata da poco, con Monferrato e Roero, a far parte del patrimonio dell'umanità dell'Unesco. La zona è effettivamente splendida, e, se non ci siete mai stati, io vi consiglio di prendere in considerazione l'idea di organizzare un week end (enogastronomico soprattutto, ma non solo) in zona, perché ne vale davvero la pena e di sicuro non ve ne pentirete. 
Io gioco quasi in casa, visto che Barolo dista da Torino una settantina di km e di incursioni in zona da quelle parti ne facciamo spesso e volentieri, ma questa volta abbiamo deciso di concederci una mini-vacanza. Del resto cosa c'è di meglio di un po' di sano relax a bordo piscina nelle torride giornate di luglio prima di buttarsi nella calca?
Non fosse che... chi lo avrebbe immaginato che quest'anno per stare a bordo piscina bisognava attrezzarsi di costume di felpa e pareo di pile?
Ma abbiamo pronto il piano B: passare il tempo (vestite) giocando a carte!
Il programma di Collisioni è come sempre sterminato e ce n'è davvero per tutti i gusti.
Si inizia questa sera con il concerto del Deep Purple per finire lunedì con il concerto di Neil Young.
Che è uno dei motivi principali che mi ha spinto a partecipare alla manifestazione dal primo all'ultimo giorno. C'è stato un tempo in cui io avevo il poster di Neil Young in camera, e Harvest è uno dei miei dischi preferiti di tutti tempi, quello che, all'ipotetica domanda sui dischi da salvare e/o da portare sulla famosa isola deserta, troverebbe il suo spazio.
Ma, fra sabato e domenica, c'è davvero l'imbarazzo della scelta: Carlo Lucarelli, Francesco Guccini, Jonathan Coe, Jeffrey Deaver, Herta Muller, Marco Travaglio, Fedez, Mano, Suzanne Vega, Vasco Brondi, Dario Brunori, Caparezza, Dario Fo ecc.ecc.  Per il programma completo il sito è ww. collisioni.it.
Dubito che vi recensirò i concerti, perchè non sono in grado, e voi non ne sentite certo il bisogno, ma di sicuro vi ammorberò di immagini stupide su instagram.


20 commenti:

  1. Mannaggia, mi sarebbe piaciuto vedere il concerto di Suzanne Vega! Ma, essendomi organizzata un mio personale collisioni a Milano, con i concerti di Eels e Billy Bragg, direi che vi invidio, ma non troppo! :-) Inoltre, ho controllato, il tempo a Mialno sarà un pochino migliore, potrei riuscire a prendere il sole in terrazza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh beh. son soddisfa. soprattutto se il padrone di casa prenderà il sole in terrazza con te! :)

      Elimina
  2. Ormai faccio fatica a vedere i concerti se non ho una transenna che mi divide dalla folla ;-)...anch'io avrei optato per Suzanne Vega! Qui finalmente ci sono più di 30 gradi, quindi oggi...spiaggia!!! Buone Collisioni (ehm, in senso buono s'intende :-) )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, ma io credo che starò lontana il giusto da poter sentire. sotto il palco lascio andare i fan(s)...

      Elimina
  3. bello Collisioni! Quest'anno non riesco ad andarci, peccato... Divertitevi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. faremo del nostro peggio, come sempre! :)

      Elimina
  4. Vasco Brondi anche no. ci vediamo per Neil Young, ma mi sa pure prima...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vasco Brondi nemmeno se è lui a pagare me. Ma so che a piace a un sacco di gente...

      Elimina
  5. Guccini? GUCCINI? Minchia, voglio venire!
    Buon divertimento :)

    RispondiElimina
  6. Barolo è bellissimo, me ne sono innamorata quando sono stata in zona a Capodanno.

    Neil Young l'ho visto nel lontano 2002. Invidia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barolo è davvero un paesino incantevole, sono d'accordo!

      Elimina
  7. Andate a sentire Brunori e ditemi com'è, mi incuriosisce! E poi c'è la Mano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quella degli Addams?!?

      Elimina
    2. @Dantès: canta benissimo! :-D

      Elimina
  8. L'anno prossimo ci faccio un giro anche io. Barolo è diventato davvero The Place To Be! :)
    (per inciso quest'anno il Piemonte me lo sto girando tutto: Vinchio, Nizza Monferrato, Alba, Neive, Govone, Castagnole d'Asti... weekend ritempranti e buon ciBBooo!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che Vinchio non l'ho mai sentito nominare prima di adesso? :)

      Elimina
  9. Jonathan Coe ... una delle mie più ferree ossessioni british, secondo solo a Nick Hornby ^ ^

    RispondiElimina
  10. ehi c'era anche mia figlia che fa la volontaria lì tutti gli anni! magari l'hai pure incontrata! E un consiglio alla cantina sociale di Vinchio hanno un barbera da cinema!!

    RispondiElimina