8 luglio 2014

Non sono io che sono cattiva, sono loro che non capiscono un cazzo.

Adesso.
Lungi da me voler generalizzare, sia chiaro. 
Anzi, massimo rispetto per tutti i lavoratori dei call center, che lo so bene che è un lavoro di merda, sottopagato e che 11 volte su 10 hai a che fare con degli emeriti rompicoglioni. 
Ciao, sono Poison, e sono un'emerita rompicoglioni.
Ricevo la bolletta del telefono/abbonamento internet. Premessa: io sono quella che da anni vorrebbe togliere il telefono fisso da casa, ma, siccome le rode il culo spendere 60€ per la cessazione della linea, ogni bimestre continua a spenderne 30. Se pensate che io sia scema, beh, sappiate che lo penso pure io, e da molto tempo prima di voi. 
Dicevo, ricevo la bolletta.
Siccome sono rompicoglioni la controllo. Tutto a posto, non fosse per un addebito di 2.08€ nella sezione "Altri costi": addebito spese distribuzione elenchi telefonici.
Allora. 
1) Io sull'elenco telefonico avevo fatto esplicita richiesta di non comparire, fin dai tempi in cui venne istituita questa possibilità. 
2) Dall'avvento di interDet non ho più sfogliato un elenco telefonico cartaceo nemmeno per sbaglio. 
3) L'elenco telefonico che tu, gestore telefonico, mi stai addebitando, fra le altre cose non l'ho mai ricevuto.
Non ne faccio una questione economica ma di principio. Sono pur sempre quella che ha mandato una mail alla sua banca per il doppio addebito del canone mensile sul conto corrente. Canone di 1 (uno) euro. 
Guardo sul sito per vedere se esiste un indirizzo e.mail per informazioni/contatti/richieste/richiami. 
No.
Telefono. 
Seguo le istruzioni, e, dopo un'attesa nemmeno troppo lunga, mi risponde Monica, operatrice diversamente sveglia. 
ODS: come posso aiutarla?
P: buongiorno, ho ricevuto la bolletta e ho notato che c'è l'addebito per l'elenco telefonico, bla bla bla, e ripeto a ODS i punti 1 e 3.
ODS: a chi è intestata la bolletta?
P: a [nome] [cognome]
ODS: mi può dire il codice cliente o il codice fiscale?
P: il codice cliente è 1234567890
ODS: e qual è il numero di telefono:
P: 1122334455
ODS: bene. Mi può dire qual è il numero di telefono?
P: Scusi, ma gliel'ho appena detto. 1122334455.
Generalmente sono diplomatica, gentile, e porto rispetto nei confronti della gente che sta lavorando.
Generalmente. Se mi prendi per idiota tendo a diventare un po' meno gentile. 
ODS: di che importo è la bolletta?
P: millemila euro.
ODS: qual è l'importo che deve pagare per questa bolletta?
P: No, ma davvero? Le ho appena detto anche questo, millemila euro. 
ODS: si vede che è appena stata emessa, perché io non riesco a vederla.
(I miei complimenti a chi vi ha fatto il programma, allora)
P: beh, io l'ho appena ricevuta, è appena stata emessa sì, mica telefono per chiedere informazioni su una bolletta di tre anni fa. 
ODS: Quando scade?
P: il 1° agosto.
ODS: va bene. Mi dica. 
(Monica, tesoro, ma ci sei o ci fai?)
P: scusi, cos'è esattamente che dovrei dirle?
ODS: motivo di telefonata.
(Ma porco cazzo, il motivo della telefonata te l'ho spiegato all'inizio, in quale momento della telefonata ti sei resettata, esattamente? O forse le cose te le devi far ripetere due volte per contratto?)
Mentre rispiego abbastanza pazientemente il motivo della telefonata già so che sarà difficile ottenere una minima soddisfazione da questa telefonata, ma ormai sono in ballo, e proseguo. 
Monica mi attacca uno spiegone sul fatto che non comparire sull'elenco e ricevere l'elenco siano due cose diverse (grazie, Monica, davvero, mi hai illuminato la giornata), al che io le faccio presente che questo l'avevo capito, ma che il problema di base è che mi stanno facendo pagare una cosa che non mi hanno dato. 
E Monica mi spiega che loro naturalmente non si occupano della distribuzione, ma che, se voglio, mi dà il numero di telefono della società che distribuisce gli elenchi così posso parlare con loro.
Ma anche no, Monica, davvero. Che lo so che la mia sarà stata l'ennesima telefonata di merda che si va a sommare alle altre ventordicimila telefonate di merda a cui tu ogni giorno sei obbligata a rispondere nel tuo cubicolo male areato, male illuminato e mal pagato. Ma se non sai cosa rispondermi, dimmelo. Invece di raccontarmi la genesi della distribuzione dell'elenco telefonico. Il risultato è lo stesso, tu avrai risparmiato tempo, e io non avrò avuto l'impressione di essere stata presa per il culo. 
Adesso provo a ritelefonare, sperando che Monica abbia finito il turno. 

26 commenti:

  1. ti è andata anche bene che Monica parlava italiano, io ho volturato il contratto del gas con una bulgara. che me lo deve ancora mandare da firmare da almeno 8 mesi, tra l'altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monica parlava italiano, ma sembrava che non lo capisse..

      Elimina
    2. Sono d'accordo con Guchi! Ultimamente mi arrivano solo telefonate da ragazze bulgare o albanesi. Con tutto rispetto, ma come ci parlo con qualcuno che non parla bene l'italiano??? :D

      Elimina
  2. e non le hai neanche attaccato il telefono in faccia?

    RispondiElimina
  3. Io ho oramai da tempo perso tutte le speranze di farmi capire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sono un'inguaribile ottimista...

      Elimina
  4. ah che belle le avventure coi call center! Sono l'equivalente dei racconti di guerra dei nonni, ognuno di noi ne ha almeno una da raccontare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, davvero bellissime esperienze di vita! :)

      Elimina
  5. ecco, ora però ci ragguagli sulla seconda telefonata...che io potrei perderci il sonno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. alla fine ho lasciato perdere, mi ha distratto il lavoro! :)

      Elimina
  6. Al "Operatrice diversamente sveglia" sono morta! XD Comunque, sono d'accordo con te che quelli del call center, per quanto il loro lavoro sia una merda, spesso NON CE LA FANNO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come in tutte le cose, poi.
      Io per lavoro ho a che fare con diversi operatori di call center. E la maggioranza è assolutamente preparata e competente. Poi ci sono gli ODS, e lì non ci puoi far nulla, ma in nessun ambito. Te ne fai una ragione e vai avanti.

      Elimina
  7. Più che altro dovrebbero formare la gente e non buttarla lì in balia della vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo. Io me la immagino 'sta povera Monica che si arrampica sugli specchi senza ventose. In questo modo lei è frustrata e tu giustamente incazzata. Nessuna delle due è soddisfatta. Che bella cosa il lavoro itaGliano.

      Elimina
    2. ragazze, anche se non sembrerebbe, sono assolutamente d'accordo con voi.

      Elimina
  8. Caspita, e per questo lavoro di merda, chiedono persino il diploma...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E spesso mica si accontentano di un semplice diploma, vogliono la laurea.

      Elimina
  9. Non me ne parlare che ho avuto l'altro giorno un incontro ravvicinato del terzo tipo con una ODS di Poste...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dici che l'ODS è una categoria protetta e ogni tot addetti devono assumerne almeno una?

      Elimina
    2. Ahahah credo proprio sia così XD

      Elimina
  10. Ahahahah sei a dir poco adorabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chi, io?
      ah ah ah ah!
      grazie, tesoro! ♥

      Elimina
  11. E dire che una volta dovevo far parte di un call center... per fortuna ho trovato di meglio appena in tempo :-P

    RispondiElimina
  12. Noi ci siamo decisi. Dopo avere avuto la linea internet bloccata per due mesi. Che ci hanno pure fatto pagare.
    Dopo migliaia di telefonate ed avere ricevuto risposte tra le più varie e variegate, abbiamo disdetto il contratto, pagato la bolletta che riportava l'addebito dei due mesi senza collegamento. Pagato poi la bolletta successiva con il conguaglio. Ci era stato detto che poi sarebbe arrivato l'assegno a rimborso di quanto anticipato.
    Avevamo già messo in conto che l'assegno non sarebbe mai arrivato.
    E invece... un giorno si è materializzato nella buca della posta.
    Tutto corretto ed esatto.
    Ci siamo detti, allora c'è vita e cervello anche nel pianeta call -center.

    RispondiElimina