14 marzo 2014

supercondriaco

Alla bellezza ci si abitua, alla bruttezza non ci si rassegna.
(Giovanni Soriano)

Oh. My. God.
This stuff enters at number 1 on my shit list!





Volevo farmi rimborsare i soldi del biglietto. 
La Tiz mi ha fatto notare che eravamo ad un'anteprima gratuita (e ci tengo a sottolineare GRATUITA), e non sarebbe stato possibile. Ma io volevo farmeli rimborsare lo stesso.
E potrei fermarmi qui.
Ma, sperando di fare cosa buona e giusta, aggiungo qualcosa, in modo da risparmiarvi la sofferenza che abbiamo patito io e la tiz per 107 minuti, + 5 di intervallo. 
Sua Bionditudine si è risparmiata lo strazio perché aveva la riunione condominiale. A volte, le fortune. 
Copio dal web perché, davvero, non ce la posso fare:
«Supercondriaco. Ridere fa bene alla salute» è una commedia brillante, dal ritmo travolgente, in cui si ride moltissimo; «una storia sincera e personale - ha dichiarato il protagonista e regista Dany Boon. Questo film è diventato un modo per esorcizzare le mie manie e ossessioni da ipocondriaco, riuscendo a far ridere gli altri attraverso me stesso».
Brillante, travolgente, si ride moltissimo.
Io sono alta 1.80, fighissima che Miss Universo me spiccia casa, e sono vergine. 
Premetto che io sto all'ipocondria quanto Matteo Renzi alla sinistra. E che quelli che quando hanno mal di testa pensano immediatamente di avere un tumore allo stadio terminale al cervello scatenano in me turpi istinti omicidi. Detto ciò, il film inizia.
E buona parte del pubblico in sala inizia a ridere.
Dopo 10 minuti io volevo che il protagonista morisse.
La gente continua a ridere. Quello dietro di noi lo fa mentre commenta quello che ha appena visto sullo schermo. 
Dopo mezz'ora avrei voluto che morissero tutti. 
Quando si sono accese le luci per l'intervallo la tentazione di alzarmi e andarmene era davvero forte.
Ma alla fine la masochista che è in me (e anche nella Tiz)  ha preso il sopravvento. 
Continuavo a sperare che morissero tutti, ma ovviamente in questo film non muore nessuno, altrimenti il pubblico avrebbe smesso di ridere. 
Quando un poliziotto (francese, ça va sans dire) rivela di non avere la più pallida idea di chi sia Victor Hugo, ecco, a quel punto volevo morire io.
A Dany Boon, ma vaffanculo. 

65 commenti:

  1. se ne parli così male mi fai aumentare la curiosità....senti...maaaaaaa, Giovanni Soriano è il tizio che hai immortalato nella foto? ah ah ah ah che battutona...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bradipo, dopo questa battuta ti meriti davvero Dany Boom come punizione! :)

      Elimina
  2. Ti prego guarda più film così, questa recensione è incredibilmente super esilarante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incredibilmente come rafforzativo non nel significato di "incredibile che tu possa essere esilarante"

      Elimina
    2. Julez, tesoro... più film così?
      E allora dillo che mi vuoi male!!! ;)))

      Elimina
  3. ma dai, anche tu a volte vorresti che morissero quelli attorno a te? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispondo alla tua domanda: sì.
      Ma, in questo caso specifico, probabilmente non mi sono spiegata bene. Volevo morissero tutti quelli dentro il film. :)

      Elimina
  4. Già il titolo non è che proprio proprio invogliasse la visione....dopo averti letta poi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono stati momenti in cui ho davvero faticato a comprendere il motivo per cui la gente continuasse a ridere.

      Elimina
    2. Come dice il poeta: "What makes most people feel happy, lead us headlong into harm"

      Elimina
    3. buf! ora l'ho capito: "a noi c'appennica".

      Elimina
    4. Traduzione interessante... :-))

      Elimina
  5. E' davvero più che brutto, è incomprensibilmente brutto e vecchio. Gag datate. Muffe. Robe che non farebbero ridere nessuno, se io fossi il capo del mondo, perché sarebbe vietato ridere a 'ste cazzate, e, invece, MOLTI ridevano. Non tutti, ma molti, troppi. Io sono una schifosa snob, ma non vorrei come amico uno che ride a 'ste robe, perché non è accettabile. Gli attori non recitavano, facevano i buffi simpatici. Ma simpatici a chi??? Minchia, Poison, basta col masochismo. Dobbiamo smettere. :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci facciamo sempre fottere dal gratis, noi.

      Elimina
  6. Mi sembra di avere intuito.... così dalle sfumature..... che non ti è piaciuto un granchè!!!! ho intuito giusto???????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. giliola, hai intuito sbagliato: mi ha fatto proprio schifo!!!! :)

      Elimina
  7. ho l'atroce sospetto che potrei ridere se lo guardassi, quindi lo eviterò a piè pari per conservare l'illusione di starvi simpatico.
    e se per qualche congiunzione astrale avversa dovessi guardarlo, prometto di non ridere in sala (al limite mi caccerò una mano in bocca, correrò ad almeno due isolati dal cinema e sguaierò di nascosto nel buio di un vicolo).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vipero, facciamo così: se lo vedi, e ridi, non farcelo sapere, ok? :)

      Elimina
  8. Ti ringrazio di non essertene andata solo per la risata che mi hai appena regalato!!!! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. s_d_g: mi piacerebbe dire "figurati, è stato un piacere!" ma... faccio davvero fatica, credimi! :)
      Ma sono contenta di averti regalato una risata!

      Elimina
  9. @Vipero: credimi, non rideresti. Non c'è nulla che faccia ridere in questo film, nulla. Lascia sconsolatamente increduli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per la fiducia ;)

      Elimina
  10. Dany Boon andrebbe cacciato a pedate nel culo, fa sempre gli stessi film e non occorre guardarli per sapere a cosa si va incontro...però, una pedata la darei anche a voi due: vabbè che il film è gratis, ma 107 minuti son 107 minuti!! Se non sbaglio, per quello che ho visto dalla locandina, uno degli attori assomiglia a Martin Schulz, o sbaglio?? :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione. 107 minuti sono troppissimi. io dopo 7 ero stremata! :)
      Trovi che Kad Mérad assomigli a Shulz? secondo me no... ma non sono affidabile, non essendo fisionomista nemmeno per sbaglio.

      Elimina
    2. 1) Io ignoravo chi fosse Dany Boon, non avendo visto giù al nord etc
      2) siccome sospetto sempre di sòla i film francesi, gratis li vedo più volentieri
      3) l'ottimismo che mi pervade mi porta a credere sempre che le cose siano meglio di come me le aspetto
      4) certo, è Martin Schulz, che spero ritorni dritto alla politica.... :_D
      Comunque mi par di capire che tu invece di film di codesto individuo ne vedesti più d'uno! E allora perché ci mortifichi così??

      Elimina
    3. D lui ho visto "Giù al nord" e i primi 53 secondi di "Niente da dichiarare"...e adesso che ho visto chi è realmente (l'attore principale dei suoi film), aumenta il prurito :-)

      Elimina
    4. Vedi, almeno uno per capire che non è cosa bisogna pur vederlo! Col senno di poi magari anche no, ma il senno di poi è una scienza esatta, per quanto non ci possa fare affidamento prima, purtroppo! :-)))

      Elimina
    5. ma neanche tanto esatta, visto che nonostante il senno di poi in genere si continua a dissennare peggio di prima.

      Elimina
    6. Beh, il senno di poi specifico direi abbastanza, ora so che non devo vedere film di dany Boon, che non devo andare in vacanza in crociera e che non devo mangiare cibo pseudo italiano in vacanza (errore compiuto ben 30 anni fa, ci tengo a specificare) a costo di morire di fame. Poi, in effetti, so che non dovrei vedere altri film di Malick, ma, siccome nel prossimo ci sarà Cate Blanchett, lo so, ci ricascherò... Continuerò a dissennare. Bella questa espressione.

      Elimina
    7. io la vacanza in crociera lo so già, ma avrò l'obbligo di portarci la moglie, prima o poi.
      che poi siamo strani, io e lei.
      lei odia i villaggi all-inclusive, io ci sguazzerei per 12 mesi all'anno.
      lei ama le crociere, io affonderei tutte quelle meganavi appena lanciano la bottiglia per il varo.

      Poi si sa, non tutti i Malik vengono per nuocere (l'originale sarebbe "cuocere", ma è una vecchia barzelletta troppo lunga, anzi potrebbe sembrare scritta da Boon)

      ((anche quello che scrivo io, in effetti, potrebbe averlo scritto Boon))

      (((non è terribile tutto ciò?)))

      Elimina
    8. Si, se l'avesse scritto Boon sarebbe terribile, certo! :-D
      Io detesto crociere e villaggi, ma crociera mai più nella vita ( e ne ho fatto una di 3 giorni, vero Poison?), mentre villaggi, se proprio non c'è altro, posso a fatica tollerarli, perché si può sempre evadere da un villaggio... :-))

      Elimina
    9. crociera? quale crociera?

      Elimina
    10. Quella, crociera. :-))

      Elimina
  11. A me è bastata l'anteprima di dieci minuti che Sky ha dato qualche sera fa in cui sono incappata per sbaglio ché io stavo aspettando un programma sulla gente obesa che diventa fighissima. Ma davvero qualcuno rideva? Non so se mi fa più male questa notizia o quella che Vasco (non mi vogliano male i suoi fan) s'è ispirato a Nietzsche (che è tipo il mio modello di vita!) per il suo nuovo album.
    Che venerdì di merda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La gente rideva, sì. Per fortuna non tutta tutta tutta.
      La notizia che fa più male, perdonatemi tu e Nietsche, è che Vasco abbia in uscita un nuovo album.

      Elimina
    2. Il nuovo di Vasco verrà ignorato come tutti gli altri album di Vasco in uscita come è tradizione fare a casa mia, una tradizione invero bellissima!
      Ma capisco Mareva, se avesse detto di ispirarsi a qualcuno che mi piace mi sarei alterata un po'. Un po' tanto. :-)

      Elimina
    3. Per me Vasco potrebbe ispirarsi ad uno spritz, al massimo! :-D

      Elimina
    4. ops. Nietzsche dovrà perdonarmi due volte, ché l'ho pure scritto male.

      Elimina
    5. @fascino: ma uno spritz di quelli cattivi, come hai avuto la fortuna di poter assaggiare a Torino! :)

      Elimina
    6. Non ricordarmelo, per fortuna da voi costano poco :-D

      Elimina
    7. Posso contare sullo stesso effetto anche per quanto riguarda Ligabue?

      Elimina
    8. @Vipero: avevo letto "affetto"... :-))

      Elimina
    9. Tiz, avevo scritto effetto/affetto, poi ho corretto in solo effetto non so perchè.

      Elimina
    10. Eh, quante ne capisco! :-))
      Comunque, affetto per Ligabue un briciolo superiore a quello per Vasco, diciamo che il fastidio è inferiore e alcune canzoni carine (3) le ha scritte. Poi è del paese della Poison, per cui, sai, massimo rispetto a prescindere! :-D

      Elimina
    11. Ah quindi vuoi dire che ha composto altre due canzoni diverse da "ballando sul mondo"?
      Hai un udito fine, tu...

      Elimina
    12. @tiz: ah ah ah ah ah ah! Grazie!
      Il problema di Ligabue, è che ha effettivamente fatto qualche canzone carina, agli inizi. Peccato che poi l'abbia rifatta, l'abbia rifatta, l'abbia rifatta, l'abbia rifatta, l'abbia rifatta, l'abbia rifatta, l'abbia rifatta, l'abbia rif...

      Elimina
    13. Io salvo quella, Una vita da mediano, e la terza or mi sfugge.... :-))

      Elimina
    14. or mi sfugge un capolavoro, concordo.

      Elimina
    15. Se passa di qua magari prende lo spunto...

      Elimina
    16. Ci manca Ligabue che scriva su Spinoza (ma mi stupirebbe che sapesse scrivere) e poi i miei miti filosofici posso pure buttarli nel cesso.

      Vi voglio bene per aver demolito Ligabue e Vasco. <3

      Elimina
  12. avevo letto magari prende lo sputo...

    (dai ammetti che stavi a contà i secondi che ci separavano dalla pubblicazione de 'sta scontatissima battuta)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, a 'sto giro non ci avevo pensato, forse se avessi scritto di Vasco, tanto quanto, ma lo sputo e Ligabue no, dai, mi limito ad ignorarlo e a considerarlo comunque meglio di Ramazzotti, che per me è l'abominio (musicalmente parlando). :-))

      Elimina
    2. L'abominio è Zucchero. Ramazzotti appena sopra, ma entrambi per toccare il fondo devono arzà un braccio.

      E so' miliardari.
      Poi ci stupiamo di quelli che ridono ai film di Boon...

      Elimina
    3. Tumuliamoli assieme e non se ne parli più. Una prece.

      Elimina
  13. Piuttosto, se posso mi permetterei una divagazione, che il fatto di avere visioni coincidenti con la padrona del blog è un fatto eccezionale (per me s'intende) seppur sfasato di anni.
    L'altra sera ho visto World War Z (anche Cloud Atlas ma credo averne già dissertato, in un altro off topic).
    Lo credevo più futurista, dai trailers, invece è roba quasi attuale. Non m'è dispiaciuto, son rimasto solo perplesso dagli aerei (sono del settore, che ce posso fà?) e un carcassone del genere che fa roba tipo Viet-Nam / Gerusalemme diretto è davvero fantascienza. Ma chissà, po' esse abbiano sorvolato sugli scali tecnici, in fondo non sono utili alla trama.
    Favino dialoga in un buon inglese (si mette l'highliner sotto gli occhi o è così di suo?)

    Scusate la digressione, è frutto della smania.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. della smania de che? :)
      Non ricordo la discussione in merito a Cloud Atlas, e, tecnicismi aerei a parte, io continuo a sostenere che WWZ non fosse un film orribile, anche se gli hanno tirato palate di merda addosso da tutte le parti. Poi si sa, io di cinema notoriamente non capisco una sega, quindi va bene così.

      Elimina
    2. A parte che c'è Zucchero per radio, da te evocato, e al quale preferirei uno zombie a mordermi il culo (radio accesa causa collega, grandi litigi, io ODIO la musica di sottofondo, la ABORRO), di aerei non so nulla, tranne che mi fido ciecamente di chi li guida e che reggeranno fino a destinazione! :-))
      WWZ è molto carino, e credo che Favino un po' di trucco se lo conceda, perché no, se illanguidisce lo sguardo...

      Elimina
    3. la smania di dire: "l'ho visto anche io!!!", ma non c'è verso, sei troppo avanti.
      Su Cloud Atlas credo di aver scritto mi avesse ricordato un mix tra "l'esercito delle 12 scimmie", "2022 i sopravvisuti" e "il pianeta delle scimmie".

      Elimina
    4. Io non corro rischi. Come radio metto "Bar Rockin Blues" recuperata da addicted to radio.com (live from Chicago) col tablet.
      Ve la suggerisco caldamente.

      Elimina
    5. @vipero: ma che avanti, figurati! :)
      ma per recuperare radio.com bisogna necessariamente essere orgogliosi proprietari di un tablet? :)

      Elimina
    6. certo che no. volevo fa' er figo.

      Elimina
  14. A me è bastato vedere il trailer per avere le tue stesse reazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciccola, io purtroppo il trailer non l'ho mai visto, altrimenti avrei sicuramente lasciato perdere! :)

      Elimina
  15. ma lui non è il tizio di benvenuti al nord? il film che ebbe tanto successo da scatenare la versione italiana benvenuti al sud.. provai a guardarne un pezzo (dell'originale) e volevo morire io stessa. quando ho visto il trailer di questo Supercondriaco, mi sono ripromessa di non vederlo mai.. penso che la mia reazione sarebbe stata simile alla tua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisa, sì, è proprio lui.
      Io "benvenuti al nord" l'avevo visto in un passaggio tv, e ti posso assicurare che, al confronto, si tratta di un capolavoro. Tu immagina...

      Elimina