11 dicembre 2013

di martedì sera e di pensieri sparsi a caso.
o a cazzo, fa lo stesso.


C'è questo strano mal di stomaco che mi accompagna da qualche giorno. 
Di quelli che arrivano all'improvviso e che ti si piazzano lì, come un blocco di tufo che si incastra, e non va né su né giù. Più o meno lo stesso effetto, ma molto più blando, di quando mi facevo le canne. Ssssssh. 
Che infatti dopo un po' ho capito che farmi le canne non era poi una mossa così geniale, e ho smesso. 
Ma per far passare un mal di stomaco che non so perché è arrivato cosa posso smettere di fare? 
Ieri sera ho saltato la cena, per dire. 
Sempre ieri sera, al cinema, mi sono addormentata. La Tiz ha detto che il film era bello.
Dal poco che ho visto è sembrato anche a me. 
Stamattina sono rimasta addormentata.
Alla sveglia delle 6.00 ho pensato "ancora cinque minuti". Quando ho riaperto gli occhi erano le 8.00.
Ma solo perché il gatto ha iniziato a prendermi a zampate in faccia. 
Poi in TV ho visto Conte che spiegava che è arrivato a Istanbul la domenica perché lui "li porta sempre a visitare le città in cui giocano". E io mi immaginavo Antonio Conte che racconta a Vidal e Pogba la storia di Yerebatan Sarnici e ho pensato "Agghiacciantaaaa". 
Oggi ho pranzato a pane e citrosodina.
Poi mi si è accesa una spia (sull'auto, io sono anziana, sono ancora un modello anal-ogico) e ho portato l'auto in officina.
Nella migliore delle ipotesi potrebbe essere il filtro del gasolio, se invece non vogliamo esagerare con questo sfoggio di smisurato ottimismo potrebbero essere gli iniettori che si sono s-programmati di loro spontanea volontà. Venerdì saprò.
Nel frattempo la città è bloccata dalle proteste del movimento dei Forconi.
A me sinceramente sfugge l'efficacia di colpire la classe politica creando disagio fra i comuni mortali come me, te, o la signora Pina con la pensione minima che va a comprare il pane e trova la panetteria chiusa. Mi sembra una guerra tra poveri dove i destinatari della protesta osservano lo spettacolo dalla finestra, in un misto tra il divertito e l'annoiato, per vedere chi si farà male per primo. 
Tornando a casa ho trovato l'autostrada bloccata. 
Ma avevo la citrosodina.
Stavo pensando ad un nuovo format, "Gira il forcone". 
Poi ho scoperto che la causa era un incidente mortale.
E mi sono sentita un po' una merda. 
E avrei voglia di un lungo abbraccio caldo e morbido.
Ma mi accontenterò della citrosodina. 
E della coperta di pile.
Se qualcuno, nel caso, volesse regalarmi un plaid in cachemire, sappiate che mi farebbe davvero tanto, ma tanto piacere.

41 commenti:

  1. chiamala influenza se vuoi...accidenti un bel martedì...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti ad una qualche stupida forma influenzale ho pensato anch'io... quindi prime o poi com'è arrivata dovrebbe andare via, no?
      Potrebbe esser peggio, potrebbe piovere! ;)

      Elimina
  2. abbraccio virtuale

    p.s.: ricomincia a farti le canne. e poi passaleeeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)

      no no, le canne no, mi dà fastidio solo l'odore, figurati!

      Elimina
  3. Sono arrivati anche i forconi a tenerci lontane <3

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. So di ripetermi, ma tu sei un genio.

      Elimina
  5. Io son devastata dal mal di schiena. Forse il plaid servirebbe anche a me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il plaid sul mio divano non manca mai.
      Per il plaid di cachemire ci sto lavorando... :)

      Elimina
    2. hai preso a lavorare a maglia? O___O

      Elimina
    3. ah ah ah ah ah ah!
      Con la mia abilità nell'uso dei ferri riuscirei a finirla giusto in tempo per usarla come sudario e farmici(ci) avvolgere nella bara! :)

      Elimina
  6. Ieri sera, passata di sfuggita in un grande supermercato, ho visto una bellissima coperta, di quelle con l'interno di "pecorella" (finta), morbidissima a 19.90 euro. La taccagna che c'è in me ha prontamente detto: "una coperta in più NON ti serve" e così sono andata di filata alla cassa con i miei bastoncini di verdura, i wafer, le uova e un paio di pantaloni antisesso in pile a soli 9.90 euro.
    Però continuo a pensare che quella copertina avrei dovuto prenderla. Poi, quando finalmente mi deciderò ad autoinvitarmi da te, avrei potuto portarla per stare sul divano.
    Se ti può consolare io vivo grazie al Moment.

    PS A Capodanno sono nelle Langhe. Passo per Torino (per cambio treno) ma veramente uno sputo di tempo il 31.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già sai che puoi autoinvitarti quando vuoi, e ti prendo anche senza copertina... :)

      per il 31 appena sai a che ora passi a sputare in stazione, fammelo sapere.
      Io non so ancora cosa farò dove sarò con chi come e perchè, ma se, come l'anno scorso andrò a dormire alle 10.00 di sera, potrei venire a baciarti al volo.

      Elimina
    2. Passo presto. Io e l'uomo arriviamo da Rimini a Porta Susa alle 11 di mattina. Mi si spezza il cuore al pensiero che tu lavorerai (credo). E poi pigliamo il treno per Fossano ma senza fretta (ce n'è uno ogni mezz'ora).

      Elimina
    3. il 24 e il 31 dicembre la mia ditta - che ha abolitole mezze giornate di vacanza - ci concede sempre due giorni bonus, quindi il 31 io non lavoro MAI.
      Quest'anno poi, smetto addirittura il 20 per ripresentarmi in ufficio il 2 gennaio, figurati! :)

      A questo punto credo proprio che un bacio, a quell'ora, riusciremo a scambiarcelo, sai? :)

      Elimina
    4. Ooooooh i cuori! Anche perché io e uomo volevamo magari fare un saltino a Eataly (ma ancora non siamo sicuri). Ti tengo aggiornata via whatsapp. Tanto a Fossano ci sono fratello e morosa ad attenderci per cui non dovremmo avere troppa fretta.

      Che azienda illuminata!

      Elimina
    5. scambiatevi in un bacetto anche da parte mia :D

      Ed io amo i plaid <3

      Elimina
  7. Io il plaid di cachemire me lo sono comprato. Sabato. Non ti dico la cifra, considera che anche col 50% di sconto è una roba irreale. Però è meraviglioso, al punto che, quando mi ci accoccolo sul divano penso "non sarà troppo, per una cialtrona come me?" ... Poi Agata è stata male (tanto per cambiare) febbre e raffreddore e allora siccome stava male e io di fondo anche se sembro tanto easy quando lei sta male mi sento morire (qualsiasi cosa abbia) me la sono presa e l'ho tenuta sotto il plaid con me quasi tutta domenica e abbiamo sudato insieme sotto e adesso il plaid spuzzacchia un po' di me, di lei e di can bagnato.
    Così, per dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bella che sei, tu, con agata e anche la puzza di can bagnato. :)

      Elimina
    2. ma Mazinga e il plaid di cachemire in che rapporti sono? a meno che non sia la puzza di cane bagnato a tenerlo a distanza...

      Elimina
    3. Non sono previsti rapporti di alcun tipo, non lo fa impazzire, ma comunque scattano i calci in culo non appena si avvicina a meno di due metri dal plaid. Che abbia disintegrato i divani passi, il plaid NO!

      Elimina
    4. Dio come sto diventando borghese. Sono come mia madre. Arrrghhhh...

      Elimina
  8. oh già: ma che film avresti dovuto vedere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film era "Eastern Boy" di Robin Campillo, e, per quello che ho visto, non era affatto male.
      Ma.
      Il secondo spettacolo in settimana mi stende anche quando sono in forma, figuriamoci quando sono mezza acciaccata già per i fatti miei.

      Elimina
    2. Bello Eastern boys, scene di sesso omo molto tenere e sensuali (a mio parere), storia tesa, sempre con un sottofondo di pericolo imminente molto angosciante (io patisco gli "sweet and tender hooligans", i cattivi che fanno tutto con una sottospecie di tranquilla dolcezza che si trasforma repentinamente in violenza cieca, preferisco i cattivi lombrosiani, mi rassicurano!)

      Elimina
    3. scena di sesso ne ho intravista mezza nel dormiveglia, ce ne sono state molte?
      Addormentarsi durante delle scene di sesso. Roba che Don Jon mi toglierebbe il saluto, per dire. :)

      Elimina
    4. Beh, si, 3 o 4... :-))
      Ma era proprio il film che meritava un occhiettò più vispo, se riesci recuperalo!

      Elimina
    5. oh, a volte capita di addormentarsi durante le scene di sesso! l'importante è non esserne protagonisti...

      Elimina
    6. Questo, se la memoria non mi inganna, non dovrebbe essermi ancora successo... ma, per la famosa regola del "mai dire mai", preferisco non sbilanciarmi.

      Elimina
  9. Articolo sponsorizzato "Citrosodina"...ahahahahahahaha! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ;)
      (e completamente gratis, fra l'altro!)

      Elimina
  10. Un abbraccio poison da una che lunedì notte stava abbracciata al water.
    P.s.: adoro questi tuoi posts! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barbara!!!!
      quanto tempo!
      (a parte il water, come stai?)

      ;)

      Elimina
    2. Sto bene poison!!! <3
      Ti leggevo sempre solo che mi era sorto questo rapporto amore/odio con blog e affini, mi sono presa una piccola pausa ho levato i commenti dalle mie parti e devo dire che ora sento davvero la libertà di pensiero che scorre :)

      Elimina
    3. Mi fa davvero piacere! :)

      Elimina
  11. ..un po' d'influenza anch'io ti prego! Via blog è trasmissibile?!?.. voglio stare a casa.. anche sotto le coperte di schifoso acrilico.. ma a casa!! ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi piacerebbe lo fosse. Io detesto stare male. :)

      Elimina