22 novembre 2013

JFK


9 commenti:

  1. Voglio immaginare che 22/11/'63 di Stephen King possa piacerti, e neanche poco... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho smesso di leggere Stephen King dopo "la bambina che amava Tom Gordon", quindi 22/11/63 manca ancora all'appello, ma avendone letto in giro pareri positivi, magari prima o poi mi deciderò a leggerlo... :)

      Elimina
    2. !) La foto io non la vedo!
      2) Letto Stephen King!! 22/11/1963 è abbastanza all'altezza dei suoi libri di medio livello, quindi piuttosto carino. Certo è che il protagonista non poteva che essere un uomo, se tornasse una donna in quegli anni o giù di lì avrebbe bisogno di un'ora minimo di trucco e parrucco! Quanta ingiustizia.

      Elimina
    3. adesso la vedi?
      Allora so da chi farmelo poi eventualmente prestare... :)

      Elimina
    4. Si si si, ora la vedo! E te lo presto senz'altro! :-)

      Elimina
  2. Confermo la bontà di 22/11/1963.
    E da Kinghiana all'ultimo stadio ho sviluppato sempre più interesse verso la figura di Kennedy, definito dal Re "L'ultimo pistolero".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capperi, credevo di essere io, la kinghiana all'ultimo stadio! meno male che non son sola! :-D

      Elimina
  3. Ahaha no, non sei sola!
    Sicuramente c'è gente più all'ultimo stadio di me ma da par mio seguo il Re con passione immutata dai tempi delle medie, quindi più o meno da una ventina d'anni :)
    E non hai idea del nervoso che mi sono fatta quando ho saputo che King avrebbe fatto un tour "europeo" che avrebbe toccato solo Inghilterra, Francia e Germania... >.<

    RispondiElimina
  4. Eh!! anch'io kinghiano all'ultimo piolo.. (ops.. stadio.. - questa era solo per veri fans.. -). Ad esclusione della Torre Nera però, (che secondo me li scriveva il figlio a scuola durante la ricreazione...)

    RispondiElimina