10 ottobre 2013

China Blue (Crimes of Passion)


"Save your soul, whore!"

"Save your money, shithead."



All'inizio del film c'è uno scambio di battute fra un non meglio precisato gruppo di qualcosisti anonimi (perchè non si capisce) e Bobby, che è lì soltanto per accompagnare l'amico Hopper dice che lui è felicemente sposato da 11 anni. Ma poi gli sfugge che le rare volte in cui riesce a fare l'amore con sua moglie, dopo, non sa mai se accarezzarla o imbalsamarla. 
Alla fine questo film del 1984 del controverso Ken Russell (che erano anni che volevo rivedere), classificato frettolosamente come opera pornografica e, tanto per non perdere il vizio, parecchio censurato (credo soprattutto per la scena sadomaso con il poliziotto) rivisto adesso può risultare forse un po' stagionato, e nemmeno tantissimo, ma resta comunque un'opera interessante, anche se girata in un periodo in cui il declino di Ken Russell era già iniziato: incentrata sulla doppia vita di Joanna (una splendida Kathleen Turner qua davvero sensuale e splendida come non mai, più che in brivido caldo) irreprensibile ed algida stilista manager di giorno, e puttana (China Blue è il suo nome d'arte) di notte, pronta ad esaudire i desideri più reconditi di chiunque. 
Sulla sua strada incontrerà il reverendo Peter Shayne, (Anthony Perkins. Nei panni di Norman Bates. O forese Norman Bates nei panni di Anthony Perkins, decidete voi) e la sua inseparabile valigetta da medico, contenente la bibbia e un campionario di sex toys più o meno inquietanti, intenzionato a redimerla per salvare la sua anima, o più facilmente per salvare lui stesso.
Contemporaneamente Bobby, per arrotondare le entrate, accetta un lavoro notturno. Il titolare di Joanna, convinto che la donna sia responsabile di aver venduto modelli alla concorrenza, incarica l'uomo di pedinarla e scoprire quanto possibile su di lei.
Ed è così che Bobby scopre che l'irreprensibile Joanna di notte si trasforma in China Blue.
E, fingendosi un cliente, verrà travolto dall'emozione e dall'attrazione nei confronti della donna, cosa che lo porterà a fare chiarezza sul suo matrimonio con Amy, arrivando a separarsi dalla moglie.
Quando si presenterà a casa di Joanna (e non nella stanza d'albergo di China Blue) la donna farà finalmente crollare le barriere emotive che aveva costruito attorno a lei, abbandonandosi all'amore di Bobby.
Ma il reverendo Shayne è deciso a portare a termine la sua missione di salvezza.
Un thriller dei sentimenti, che indaga e indugia sui sensi di colpa, sulle menzogne che raccontiamo agli altri ma anche a noi stessi e, last but not least, sull'amore, di qualunque genere sia.






















16 commenti:

  1. Non si dovrebbe vedere un'immagine come quella di primo mattino...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella di Kathleen Turner o quella di Anthony Perkins? :)

      Elimina
    2. La forza evocativa di un gesto... Dev'essere per quello che non mi piace il porno.
      (scusa la divagazione)

      Elimina
    3. Ma ti pare? Qua non si fa altro che divagare, ci mancherebbe! ;)
      (Comunque questo non è un film pornografico, eh?)

      Elimina
    4. (lo so, credo perfino di averlo visto, che all'epoca ero innamoratissimo di Kathleen Turner scoperta con "All'inseguimento della pietra verde")

      Elimina
    5. Kathleen Turner qua è un vero spettacolo, massimo rispetto! :)

      Elimina
    6. Ma che Perkins in questa foto sia uguale a Bossi non l'ha notato nessuno? Ma uguale eh? Separati dalla nascita... :-))

      Elimina
    7. in effetti, c'è anche la boccuccia post-ictus... :-o

      Elimina
    8. ictus causato da... tutto torna!

      Elimina
  2. visto cent'anni fa, lo ricordo poco ma mi ricordo le notevoli interpretazioni di Perkins e Turner

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perkins rivisto adesso sembra un po' una macchietta, ma la Turner... ah, signora mia, la Turner! :)

      Elimina
    2. beh penso fosse volutamente caricaturale. almeno credo

      Elimina
    3. Ma la Turner in Californication qualcuno l'ha vista? La fantastica Sue Collini? Perché è invecchiata maluccio fisicamente, ma ha nello sguardo e nei modi una vivacità meravigliosa, è bravissima, divertente e io l'adoro.

      Elimina
    4. ha quel sorriso assassino che è sempre una delizia

      Elimina
  3. Ken Russell per me è e rimane un genio. Però sto film non lo conosco, mi hai messo la scimmia addosso :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre contenta quando riesco a incuriosire qualcuno! Secondo me un'occhiata la merita, anche solo per Kathleen Turner!

      Elimina