12 giugno 2013

Gli equilibristi (all'improvviso l'indigenza)


Quando l'anno scorso questo film arrivò in sala, avrei voluto vederlo. Ma, siccome non sempre le cose che voglio fare si trasformano nelle cose che riesco a fare, il film venne tolto dalla programmazione e io sono rimasta senza. 
Roma. 
Un autunno qualunque. 
Famiglia classica, marito, moglie, due ragazzini. 
Un lavoro statale, uno stipendio fisso, il mutuo, le rate della macchina, come tante famiglie. 
Ma. 
Giulio ed Elena nonostante le apparenze non sono più una coppia felice. Elena, dopo averlo scoperto, non riesce a perdonare un tradimento di Giulio. Tradimento che Giulio descrive con uno sbrigativo "ho fatto una cazzata". E forse è davvero così. Ma quella cazzata Elena non riesce a superarla. 
E decidono di separarsi. 
A dirla tutta decide Elena, e  Giulio si adegua. E se ne va di casa. 
Ma fra mutuo, affitto, mantenimento, bollette e tutto il resto, le spese raddoppiano e ben presto la banca convoca Giulio per fargli notare che c'è uno sconfinamento sul conto. 
E inizierà, più che a mantenersi in equilibrio, a fare dei veri e propri salti mortali per riuscire ad arrivare alla fine del mese, facendo il possibile per non far mancare nulla ai suoi figli, cercando dapprima un secondo lavoro, poi, non riuscendo più a pagare l'affitto della pensione dove vive, iniziando a dormire in auto e frequentando le mense che distribuiscono pasti ai poveri. (Si può dire poveri? O è diventato uno di quei termini che non fa bello usare, come spazzino, bidello, cieco e via dicendo?)
Ma sempre tenendo all'oscuro di tutto la (ex?) moglie e i figli, per un senso di pudore e dignità che praticamente sono le uniche cose ad essergli rimaste, E, almeno quelle, nessuno potrà portargliele via. 
Dramma tristemente attuale che il regista (Di Matteo, già apprezzato qualche anno fa con "la bella gente", film che, nel nostro paese, non riuscì a trovare un distributore) ci mostra senza ricamarci troppo attorno, ma soprattutto - e per fortuna - senza schierarsi né dalla parte della moglie/madre né da quella del marito/padre. 
Grande prova di Mastandrea, bravissimo a trasmettere tutta la disperazione e la crescente sofferenza di Giulio, nel suo percorso in caduta libera, dalla tranquillità economica alla povertà, senza nemmeno passare dal via. 


60 commenti:

  1. La storia di tanti. Sob.

    RispondiElimina
  2. il primo di Di Matteo mi aveva molto colpito...questo lo cerco subito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bradipo, un recupero lo merita tutto.

      Elimina
  3. Visto qualche mese fa, mi ha stroncato...ma mi ha fatto anche capire che ho fatto bene a non sposarmi ;-)))

    RispondiElimina
  4. eh, me lo persi pur'io. tipo sugar man... mò lo cerco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda, sugar man è in programmazione ancora oggi e domani, ti ho appena girato una mail. :)

      Elimina
    2. vista, ma è fino a oggi e stasera siamo già impegnati :(

      Elimina
    3. ah sì, era ieri e oggi. la mia concezione del tempo è un po' in vacca, ultimamente.

      Elimina
    4. però mi sa che venerdì in vacca alle valigie ci si potrebbe vedere...

      Elimina
    5. Ottimo!
      Non abbiamo ancora la più pallida idea di cosa fare, ma qualcosa faremo senz'altro.

      Elimina
    6. Fascino in città12/06/13, 09:45

      Bene, se sono libero mi aggrego anch'io ;-))))

      Elimina
    7. ah, sarebbe un vero piacere, se tu riuscissi a liberarti dai tuoi molteplici impegni e trovare un quarto d'ora per noi! :)

      Elimina
    8. Per te mi libererei da qualsiasi cosa ;-)))

      Elimina
    9. ah ah ah ah ah ah ah!
      ringrazia che hai di fronte una disposta a credere un po' a qualunque cosa, perchè un'affermazione del genere vince a mani basse il premio "balla dell'anno" da qui all'eternità! :)
      Ah, ma aspetta, stavi parlando con Dantès? :)

      Elimina
    10. Certo, con chi sennò ;-)))

      Elimina
    11. no, ma infatti, volevo esserne certa. :)

      Elimina
    12. Ah, non mi porterete mica a vedere quel film lì a fianco???!!! ;-)))
      Io esprimerei la mia preferenza per Into Darkness, ma essendo democratico, se a voi non va, ci vado da solo ;-)))

      P.s.: lo so che sarà dura sopportarmi, però pensa che domenica è già finita ;-)))

      Elimina
    13. @Fascino: Sì, l'idea era quella, o, in alternativa, il fondamentalista riluttante o killer in viaggio.
      Into darkness non è nemmeno stato preso in considerazione, vedi un po' tu. :P

      @Dantès, non iniziare, eh? :)

      Elimina
    14. Voi siete masochiste...e lo so, tu vuoi guardarlo perché è più facile scrivere un post interessante e divertente su un film che fa schifo
      ;-)))...credo che Lay the favorite abbia tipo 10% al pomodorometro...Dantès, molla le valigie e vieni con me a vedere Into Darkness, le Coconuts m'hanno già stufato ;-))))

      Elimina
    15. Killer in viaggio l'ho già visto (si chiamava Sightseers), è un po' splatterone/commedia nera però non è male, ho riso molto, mentre il fondamentalista ributtante potrebbe aiutarmi a dormire un po' prima della pizza...la pizza!!!! ;-))))

      P.s.: sto scherzando eh, non sentitevi in obbligo di portarmi a vedere Into Darkness...no eh, mi sentirei in colpa...preferisco siate voi a sentirvi in colpa quando uscirete dalla sala con sguardo basso e imbarazzato ;-))))

      Elimina
    16. Ok, allora accantoniamo Killer in viaggio. E tranquillo, il senso di colpa mi ha abbandonato da un sacco di tempo, ormai. E andare a vedere film imbarazzanti ultimamente sembra diventata un'abitudine! :)

      Elimina
    17. mannaggia, Killer in viaggio era l'unico che mi ispirava :(

      Elimina
    18. Se volete si può guardare lo stesso...solo che vi anticiperei tutte le scene ;-)))

      Elimina
    19. @Dantès: ma noi al cinema andiamo domani sera, non venerdì.

      Elimina
    20. @Fascino: in questo modo potrebbe diventare "Killer in sala".

      Elimina
    21. aaaaaaaaaaaaaaaaaaaah, ok

      Elimina
    22. Va bene, allora mi pare che siamo tutti d'accordo, visto che insistete tanto, andremo a vedere Into Darkness, farò lo sforzo...per voi tutto...no, non ringraziatemi..;-)))

      Elimina
    23. Tranquillo, non lo faremo. ;)

      Elimina
    24. Guarda che avevi detto a noi di decidere, e noi abbiamo deciso, e abbiamo pure visto un trailer che non prometteva male, quindi ordine e disciplina e si fa quello che la maggioranza dice. Questo per darti un'idea dell'accoglienza.... :-D
      Ma sei il benvenuto, non temere! :-))))

      Elimina
    25. Ok, mi son fregato con le mie mani ;-)))...allora, obbedisco!!!

      P.s.: Poison è più buona e indulgente di te, Tiz...sappilo ;-))

      Elimina
    26. Che io sia buonissima è un dato di fatto, riconosciuto a livello universale. ;)

      Elimina
    27. A proposito, com'è il tempo lassù? Posso lasciare a casa le mutandine di lana? ;-))

      Elimina
    28. Poison, aspetta a dirlo, vedrai quando ti dirò che non fumo più però se sono in compagnia ogni tanto la fumo volentieri e ti chiederò: Poison, me ne offri una? E tu inizierai a grugnire e mi tratterai male ecc ecc...ecco, lì si vedrà se sei buona ;-))))

      Elimina
    29. pare che fino a domenica godremo di caldo "mediterraneo", mentre da lunedì è previsto il caldo "africano". Questo l'ho sentito stamattina in tv, quindi, decidi tu.
      Magari non portare quelle lunghe fino alla caviglia, toh. Però il perizoma di cachemire, ecco, quello io in valigia lo infilerei lo stesso.

      Elimina
    30. Fascino, quindi fumi le mie, esattamente come fa la bionda. Sono abituata, vai tranquillo! :)

      Elimina
    31. Adesso, che Poison sia più buona di me... siamo buonissime entrambe, quella cattiva è sua bionditudine! :-) Tu devi solo obbedirmi e ti troverai benissimo! :-D
      Fa caldo, portati un golfino e un cache col per la sera... (Se uno si chiama Fascino ci sarà un perchèèèèè)

      Elimina
    32. Ma no Tiz, non sono "più" buona di te. Sono buona in termini assoluti, roba che al mio confronto pure Mary Ingalls della casa nella prateria sembra Regan MacNeil! :)

      a parte il fatto che io un uomo col cache col non so se potrei mai tollerarlo. Anche perchè gli uomini NON patiscono il freddo, e che cazzo! ah ah ah ah ah

      Elimina
    33. Guarda, io, il golfino e il cachemire siamo come juventus inter e milan...mi vesto con quello che trovo, il fascino è solo interiore...e la bionda mi fa un po' paura...dovrò contenere un po' la mia sobria esuberanza ;-))

      Elimina
    34. Ma quello che trovi l'avrai ben comprato! O scaricano i contenitori di abiti vecchi davanti a casa tua e tu ci tuffi in mezzo? :-))
      @Poison: sai che anche a me fanno impressione gli uomini che hanno freddo? Credo sia un imprinting paterno, il mio patisce solo il caldo!
      @Fascino: sobria esuberanza è un ossimoro bellissimo! :-)

      Elimina
    35. @tiz, nel mio immaginario erotico ci sono cose che un uomo NON deve fare, MAI:
      - NON deve aver freddo
      - NON deve aver paura
      - NON deve essere astemio
      - NON deve essere schizzinoso a tavola
      e, ovviamente
      - NON deve chiedere, mai. Deve supplicare.
      ;)

      Elimina
    36. @Tiz: ma io vengo vestito da fidanzate o amiche, da quel punto di vista assomiglio molto ad un manichino ;-))
      @Poison: ammazza, uno con te non può avere un minimo cedimento che viene eliminato all'istante...se tu sei quella buona, chissà la Tiz
      ;-)))))

      Elimina
    37. Io sono possibilista sulla paura, per il resto aderisco al tuo quinqualogo (si dice così, sicuro) come una tellina ad uno scoglio.
      Aggiungerei: NON deve puzzare (lo so, l'omo ha da' puzzà, ma non il mio) ;-D

      Elimina
    38. @fascino & tiz: diciamo che PUO' anche avere paura, ma non deve farmi capire che si sta cagando in mano, ecco.

      @tiz: ci dev'essere un motivo preciso, che al momento mi sfugge, se nessuna delle due ha un uomo. Come la vedi? :)

      Elimina
    39. Beh, ma ne abbiamo avuti, quindi esemplari degni di noi esistono, sono pochi, mi rendo conto, ma che si può fare? Abbassarsi? Giammai! (L'ho vinto il premio "Tronfia dell'anno"? Che ci terrei... :-D )

      Elimina
    40. Non so se l'hai vinto, però ci sono buone possibilità tu riesca a salire sul podio! :)

      Elimina
    41. Grazie, grazie... ma com'è che non hai nominato i peli? :-)

      Elimina
    42. perchè i peli nel mio immaginario erotico semplicemente NON esistono.

      Elimina
    43. A me l'espressione "cagarsi in mano" m'ha sempre fatto un certo che...qui usiamo "cagarsi addosso" che è più fine, perché si sa ma non si vede, invece la mano si vede benissimo...voi due invece siete due "cagacazzi" (è il termine più colto e raffinato che sono riuscito a trovare) ;-)))

      Elimina
    44. E comunque voi due a me un po' fate paura, siete donne troppo aggressive e chicchettone...vi sistemo io, vi sistemo ;-))))

      Elimina
    45. la finezza di un "cagarsi addosso" non ha eguali, ne convengo! :)

      Elimina
  5. Il Grande Valerio per me è sinonimo di garanzia. Rende sullo schermo quella disperazione sempre sull'orlo dell'esplosione che a me stravolge le viscere, giuro. Mi sembra sempre il corrispettivo italiano di Gosling, non so, forse per la loro espressività silenziosa ma moooolto pericolosa. Devo recuperarlo insomma. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mastandrea piace tantissimo anche a me, e qua è semplicemente perfetto. Recupera! :)

      Elimina
  6. Vicenda tristemente comune, ma se dici che vale la visione lo recupero, anche se forse con l'estate c'entra poco, e dovrei darmi all'action tamarro! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Estate"... che bella parola, senti come suona bene! :)

      Elimina
  7. Niente di sto film mi dice qualcosa. Ma veramente niente. Davvero lo hanno fatto al cinema?

    RispondiElimina
  8. Ma la Bobulova, l'hanno chiamata Barbora per far rima con il cognome?

    RispondiElimina
  9. Sono un po' preoccupato... è troppo tempo che concordo sempre con te!!! Ciao DelDonnino!!!

    RispondiElimina