3 maggio 2013

Blue Valentine

Ma di nuovo, Cianfrance? Due delusioni su due, Cianfrance. Ma che, si fa così?
Ho paura che non diventerai mai il mio regista preferito, sai? 
A me puoi dirlo, Cianfrance. Hai forse avuto un'infanzia difficile? Eri un bambino timido e introverso e a scuola ti prendevano tutti per il culo? I tuoi genitori si sono separati quando eri poco più che un ragazzino e litigavano per il tuo affidamento, nel senso che tua madre voleva che rimanessi con tuo padre e tuo padre ti voleva con tua madre? 
Però Cianfrance, non potevi che so, aprire un blog, diventare segretario del PD piuttosto che ghostwriter di Umberto Bossi? Insomma, dedicarti a delle attività che ti avrebbero consentito di continuare a dire una marea di cazzate senza che nessuno ci facesse caso. 
E invece.
Tu hai voluto fare il regista. Cazzo Cianfrance, ma pisciare più corto no? 
Lasciamo stare che mi prendi Ryan Gosling e gli fai una stempiatura da pinguino che Jude Law se la sogna, e gli fai interpretare Dean. Che, a me, sembra fondamentalmente un gran bravo ragazzo. Magari con un gusto discutibile per i tatuaggi, ma chi sono io per giudicare, in fondo.
Che poi, visto come l'hai ridotto in "come un tuono" mi viene il dubbio che il gusto discutibile per i tatuaggi ce l'abbia tu, a ben vedere. Ma anche lì, chissenefrega.
Come se la stempiatura non fosse abbastanza gli fai indossare un paio di occhiali che non è che gli stanno male. Di più. E vabbè, pazienza. Ci sta. Non pago lo metti in coppia a Michelle Williams che in questo film interpreta Cindy, sua moglie. Da cui Dean - lo scopriremo attraverso vari flashback (che io ci ho messo un attimo a capire che fosse un flashback, lo confesso: subito ho pensato che da qualche altra parte negli Stati Uniti ci fosse un sosia di Dean coi capelli) - rimane folgorato la prima volta che la vede: colpo di fulmine, e buonanotte ai suonatori. 
A un certo punto della storia, fra uno sbadiglio e l'altro (miei), Cindy domanderà al marito: 
"Perché sei così scontroso?" 
Perché. 
Sei. 
Così. 
Scontroso. 
Cindy, ma sei scema? Te lo spiego io perché. Perché sei un'ammosciacazzi da antologia, Cindy, ecco perché.
E io non lo so come mai tu negli anni abbia smesso di amare Dean, perché il buon Cianfrance non ce lo spiega, o forse sono io che - essendo deprincipazzurrizzata - non l'ho capito. Forse, semplicemente, a volte succede. Ma non può essere soltanto perché Dean non vuole sfruttare le sue potenzialità e gli basta essere soltanto tuo marito e il padre di tua figlia? Perché Dean, nonostante tu sia una lagna che levati, non ha smesso di amarti. E lo so pure io che a volte non basta, e che una coppia si manda avanti in coppia, appunto. Ma a questo punto deciditi. Ma anche un po' prima, però.
Che non è mica colpa sua se tu alla fine hai dovuto rinunciare al sogno di diventare medico, Cindy.
Alla fine forse ti meritavi quel coglione di Bobby Ontario.
Cindy, sai che ti dico? Ma vaffanculo, va. 
E porta con te Cianfrance, già che ci sei. 


Pro: 
- il culo di Ryan Gosling mentre entra in doccia;
- un cunnilingus parecchio realistico;
- la barzelletta del pedofilo. 
Contro: 
- tutto il resto.

48 commenti:

  1. Grandissimo post, mi sono divertito di brutto.
    E a questo punto ho paura dell'effetto che questo e Come un tuono avranno su casa Ford! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah!
      Mi fa piacere, perché io a vedere il film mi sono divertita molto meno....:)
      Cercate di vederli, in casa Ford, che a questo punto son curiosa. Che - ad esempio - alla Tiz è piaciuto di più questo, io ho preferito come un tuono. Resta il fatto che - in entrambi i casi - si tratta di film non perfettamente riusciti, secondo me...

      Elimina
    2. Ma per deprincipeazzurrizzarti ti sei maronizzata? :-D Magari Cianfrance è un Muppet! Manà?
      Comunque il tuono e questo sono due film scamuffi e mal riusciti, tra i due ho una lieve preferenza per questo, ma magari perchè l'ho visto in v.o., cosa che per me ha sempre un valore aggiunto! Ma la bambina è splendida, nevvero? Una delle meno fastidiose della storia del cinema.

      Elimina
    3. In effetti la bimba è davvero deliziosa. Che non si capisce neanche come mai, con una madre così scassacazzo. :)

      Elimina
  2. É la migliore stroncatura di sempre... c'é molto amore e zero diludendo per te. Poisonevole ma con gusto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah ah! Grazie cara! ;)
      Mentre succede esattamente il contrario nei confronti di Cianfrance: zero amore e molto diludendo! :)

      Elimina
    2. Ti diludenderò ma a me é piaciuto parecchio. Molto realistico anche l'abbraccio finale. Recitato bene, girato bene, irritante quanto può essere la fine per esaurimento di una storia d'amore. Scusa non mi bannare.

      Elimina
    3. Ma scherzi?
      Non lo farei mai! E poi i gusti non si discutono! :)
      Che poi, parlandone oggi, il nostro punto di vista è pure simile... :)

      Elimina
  3. ah ah ha ! sto scrivendo piegato in due dal ridere!!!! insomma Cianfrance è molto diludendo..può darsi che il padre dirottava aerei oppure giocava a Bungee jumping senza corda....stai a vedere queste infanzie difficili...insomma neanche Gosling ti ha permesso di gradire questo film....Cianfrance molto diludendo!non si fa !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto diludendo, sì.
      Non che mi aspettassi il capolavoro, sia chiaro, però insomma...

      Elimina
  4. ooooh finalmente ho trovato qualcuno che non urla al capolavoro!! Secondo me Michelle è sembrata così brava in questo ruolo perché è proprio così nella vita vera ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah! Maste, ricordavo che l'avevi stroncato, infatti! :)

      Elimina
    2. lo hai stroncato anche tu perché non ci capisci di cinema! va a vedere i cinepanettoni va! ;-)

      Elimina
    3. E' vero!!!! che c'era un anonimo particolarmente risentito... Forse era un parente di Cianfrance!
      Ne parlavamo proprio ieri sera io e le mie amiche, di quando magari esprimi disappunto su un film osannato dalla critica e il tuo interlocutore ti risponde: "ma non è un film per tutti, va capito..." dandoti dell'ignorante in maniera ancora più subdola.
      Cioè, ragazzi, ma diamoci una calmata, i gusti personali non contano nulla? :)

      Elimina
    4. No, c'è l'assoluto censore e recensore e poi ci siamo noi umili cacchine che non capiamo, e se non capiamo non può essere perchè non c'era nulla da capire, ma è perchè siamo indegne di commentare filmsss di siffatta levatura. (Ma continuando a scrivere perchè con l'accento sbagliato lo devo pronunciare nella mia testa come i perchèèèè di Formigoni-Crozza?) :-D

      Elimina
    5. No, è sufficiente che tu te la prenda con la lobby delle tastiere... :)

      Elimina
    6. Lo sapevo, c'è sempre una lobby dietro tutto il male nel mondo! :-)

      Elimina
  5. Blue Fascino03/05/13, 09:29

    Non ne ho un ricordo così malvagio, ricordo che m'aveva un po' depresso, ma nel complesso l'ho trovato guardabile...la Williams mi irrita un po'(l'avevo vista anche in Wendy and Lucy)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me ha detto davvero poco, ma fa lo stesso. E la Williams non mi fa impazzire.

      Elimina
    2. Ecco, tra il guardabile e il decente, tra poco tempo ricorderò la chiacchierata sul blog ma non il film! :-)

      Elimina
    3. Come sei snob! ;-))

      Elimina
    4. @Fascino: è tanto grave?

      Elimina
  6. grande pezzo, grazie poison.
    l'ho visto a casa un annetto fa, non mi ha lasciato segni indelebili.
    Ryanello, beh, è ryanello!
    La Williams non la reggo, ma non lo so mica perché... sarò geloso.

    RispondiElimina
  7. Risposte
    1. Non ti so dire. A un sacco di gente è piaciuto.

      Elimina
  8. Una delle recensioni più belle che ho letto qua dentro. E solitamente se ne leggono di belle assai. Pane al pane e vino al vino. AAAH che soddisfazione mandare affanculo quella stronza di Cindy e questo sfigato senza pudore di Cianfrane. Applausi.
    Anche perché a me piace pensare che dopo questa esperienza matrimoniale di merda il buon Gosling si sia messo un bel giubbotto con lo scorpione stampato dietro e sia andato in giro a fare l'autista per i rapinatori nei ritagli di tempo. Come cronologia ci siamo perché nonostante in Italia siano usciti invertiti Blue Valentine è del 2010 e Drive del 2011. Muori pazza Cindy, hai capito che razza di uomo avevi accanto?

    Ehm... scusa, ma sto film mi ha tirato via le parolacce proprio mentre lo guardavo. Dovendo analizzarlo con la mente un po' più fredda si potrebbe dire che alla fine gli esseri umani si dimostrano gelosissimi della propria infelicità e perciò ad una generazione maltrattata dai mariti e succube della loro (esilissima) autorità si sostituisce una generazione schiava del mito dell'affermazione personale che non riesce a vedere la bellezza di quello che c'è in casa propria. Al netto del fatto che non si vive nel mondo dei sogni che si avevano a 16 anni ma nella realtà di quando sei adulto.
    Modello imposto dalle società alle loro mamme era quello e modello imposto dalla società è anche questo.
    Pensare con la propria testa è tremendamente difficile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! :)
      Che poi, se stai a vedere, un'analisi simile, a grandi linee, la fa Dean (nella sua versione coi capelli) parlando col suo collega, sulla differenza fra uomini e donne nella scelta del loro compagno, con le donne alla perenne ricerca del principe azzurro...

      Elimina
  9. Ecco...io muoro...stroncato pure questo no!!Eccheccacchio...vabbè..io che son matta lo guarderò (prima o poi...) lo stesso. E mo ti saprò dire..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sarebbe piaciuto non massacrarlo così, eh? ma proprio non ce l'ho fatta... :)

      Elimina
  10. A me invece è piaciuto parecchio.. sarà che da romantica incallita vedere finalmente una storia reale mi ha fatto quell'effetto di paura/diludendo/uhm, però a livello registico Cianfrance c'ha uno stile che mi aggrada!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sull'aspetto tecnico sono ignorante come una zappa quindi non mi pronuncio, ma per quanto riguarda la storia, sinceramente, mi ha detto davvero poco. Ma forse questo lo avevi capito, vero? :)

      Elimina
    2. Tra una sana ristata e l'altra, sì, lo avevo capito. E hai delle ottime motivazioni dalla tua parte (vedi la lagna di Michelle) :)

      Elimina
  11. mò adesso mi tocca vederlo assolutamente, giusto per darti torto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, quindi la tua è una missione? :)

      Elimina
    2. è una mìscion, come dicono quelli che parlano male ;)

      Elimina
    3. Lo metto nella lista degli evitabili, così che entrerà negli evitati nel giro di un paio di settimane. (è l'unico to do list che mi viene bene)

      Elimina
  12. A me è piaciuto molto, sarà perché sembra proprio una storia vera, sarà per quell'accostamento tra un passato radioso e un presente lugubre dove la passione e l'amore si sono dissolti, sarà perché i veri motivi di questa rottura sono lasciati alle libera interpretazione. Non so, ma mi è sembrato un film sincero, sofferto, autentico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma infatti io ho sofferto molto! :)

      Elimina
  13. Il bombus ha colto il motivo per cui l'ho preferito al tuono, perchè la storia, per quanto spezzettata, inutilmente contorta, con lei che non fa esattamente fare bella figura alle donne, (per cui credo che il bravo ('nsomma) Cianfrance sia quel cicinin misogino) è una storia e non un affastellarsi di robe che accadono.

    RispondiElimina
  14. A me è piaciuto, sia questo che l'altro, sì non saranno due capolavori ma almeno se la cava, poi c'è Ryan Gosling, se devo proprio mettere a confronto i due, preferisco Come un tuono, questo film mi ha depressa più che altro, credo che fosse l'effetto che il regista voleva dare agli spettatori, e se non lo era allora deve cominciare a farsi delle domande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so cosa volesse fare il regista, immagino renderci consapevoli del fatto che nulla dura per sempre. Cosa che io sapevo già senza il suo aiuto! :)

      Elimina
  15. Io ho profondamente amato questo film :( Me l'hai ucciso! XDDDD Michelle e Ryan qui dentro secondo me sfiorano la perfezione (certo, Gosling conciato in quello stato è discutibile)... Però ha quel senso di disfatta esistenziale che colpisce gli esseri umani, prima o poi, così realistico da bucare lo schermo. E' la realtà di una vita, di tutti i giorni. Però mi ha divertito comunque molto leggerti ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammetto di essere stata abbastanza cattiva, sì.
      ;)
      Sono d'accordo che sia sincero e molto realistico, ma forse è l'atteggiamento di rassegnazione e rinuncia che mi ha "infastidito".
      Cos'è successo? Com'è iniziato? Perché?
      Insomma, fammi capire se ci avete provato, a salvare il salvabile, oppure avete lasciato che le cose continuassero a precipitare, limitandovi a fare gli spettatori.

      Elimina
    2. Be non vorrei dire ma lui beveva tutte le mattine, quindi la colpa non è poi tutta della lagna di Michelle

      Elimina
    3. La colpa non sta mai da una parte sola, questo è vero.

      Elimina
  16. A me è piaciuto molto. E poi, se posso i film vanno visti in lingua originale. Così ti eviti il "perchè sei così scontroso".
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria, mi fa piacere.
      Lo so pure io che sarebbe sempre meglio vedere i film in lingua originale, ma non sempre è possibile, nei cinema italiani.
      E comunque credo l'avrei patito comunque, a prescindere dal doppiaggio.

      Elimina