17 aprile 2013

Survival of the dead


E poi succede che lunedì ti svegli ad un ora indecente, sul divano, con la tv ancora accesa. E scopri che è iniziato Survival of the dead. E ti dici "perchè no?" 
Tanto cos'hai da fare se non andare in ufficio da lì a tre ore?
E niente. 
Su un'isola al largo delle coste del Delaware le famiglie O'Flynn e Mooldon abbracciano due scuole di pensiero differenti per quanto riguarda il comportamento da adottare nei confronti degli zombie. O'Flynn è per un risolutivo "ammazzateli tutti, ammazzateli subito", mentre il vecchio Mooldon propende per mantenerli in (non)vita fino al momento in cui riuscirà a fare in modo che i non morti imparino a cibarsi di qualcos'altro che non sia carne umana. Nell'interminabile faida Mooldon ha il sopravvento, e O'Flynn viene esiliato ed abbandona l'isola.
Contemporaneamente, sulla terraferma, un gruppo di soldati capitanati dal sergente Crocket (Alan Van Sprang) - alla ricerca di un luogo che non sia infestato da zombie, che sono praticamente dappertutto, sarcazzo perchè, dopo aver accolto nel loro gruppo un ragazzo, troveranno un video su internet in cui O'Flynn dice che la "sua" isola è un luogo sicuro, e, eliminando zombie ad ogni passo, raggiungono il luogo dove è ormeggiata la barca di O'Flynn, decidendo di impadronirsene per raggiungere l'isola. 
Quando sbarcheranno la situazione non sarà molto diversa: anche l'isola è infestata da zombie, fra cui una delle figlie dello stesso O'Flynn, che vaga a cavallo per l'isola. 
E niente. 
L'ho già detto "e niente"? 
Perchè in pratica è più o meno quello che succede. 
Si eliminano un po' di zombie qua e la, fino allo scontro finale O'Flynn-Mooldon, come nel più classico dei duelli. 
Comunque poi il film è finito, io mi sono addormentata bypassando bellamente il suono delle sveglie, e arrivando comodamente in ufficio con un'ora di ritardo.


23 commenti:

  1. ... E ,per l'appunto, come una zombie.

    Sant'iddio.Ma spostarti la tele verso il letto no? Cos'e',ti serve in sala per gli ospiti? E'il momento nella tua vita che ti rassegni a ritirarti in camera davanti ad uno schermo.Appare chiaro che il talamo,ormai,possa dare soddisfazione quale piano di fruizione video,oramai.
    E poi...ancora zombiemovie!?!?



    (Cachacha mode off)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel senso che hai finito la cachacha? :)

      Ti spiego, nella totale orizzontalità del mio letto, dove sono tornata dopo due notti sul divano... In genere dopo cena mi sistemò sul divano a leggere. Poi guardo un film. Poi mi addormento. Quando mi sveglio mi pesa così tanto il culo che l'idea di deambulare fino al letto non mi sfiora proprio, e resto sul divano.
      Ça va sans dire che sul mio divano si dorme divinamente, che va bene che son stupida, ma fino a un certo punto! ;)

      Elimina
  2. La tv in camera solo dopo gli 80 anni. Prima si deve portare la stimmata della cervicale da divano con la stessa non-chalance di una borsa di Prada!
    Che poi di sesso le lenzuola possono vederne moltissimo anche in modalità dick off. Vantaggi del non eiaculare!
    Una volta poi esistevano i gentiluomini! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È ufficiale: adoro questa donna.

      What's gentiluomini?

      Elimina
    2. posso? pur'io

      (gentiluomini? that's me!)

      Elimina
    3. Io ho ammesso il tablet in camera da letto...ecco, non vi dico va...o guardiamo un film di 2 ore in 10 puntate, o guardiamo un porno di 10 minuti per 3 ore... va beh, sono cose...

      Elimina
    4. ma lo guardate per tre ore perchè non riuscite a capire tutto l'intreccio della trama?

      Elimina
    5. oppure potete fare come noi: vivere in un bilocale in 4, e dormire in salotto/camera da pranzo/cucina/camera da letto su di un divano letto.
      la camera in tv.

      Elimina
    6. è che non so mai se: a) mi prendi per il culo b) non hai davvero capito c) mi dai il LA per uno scambio di battute al limite della decenza

      Elimina
    7. sai che la risposta è sempre la C! :)

      Elimina
  3. Te ne ho visto scrivere spesso, di sta' cosa dell'arrisbigliarti sul divano.Sembrava che ti pesasse e/o non piacesse.Tutto qui.

    @Julez. La tua ultima frase che c'azzecca con le precedenti?Mi sfugge qualcosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero.
      perchè una volta mi dava fastidio, invece adesso io e il divano abbiamo fatto pace e ci vogliamo bene!

      Elimina
  4. Ah...e non c'era alcuna allusione al talamo come funzione sessuale,considerando che se ne puo' far dell'egregio praticamente ovunque.Parlavo,invece, di accettarne la funzione 'nuovo divano',considerando il tabu che le persone intelligenti giustamente hanno nel non avere tv in camera. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io e la mia tv in camera sentitamente ringraziamo. :)

      Elimina
  5. Egnente. A me continua a mancare.
    Non riesco a trovarlo.

    Aiutami Velena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cazzo se mi piace, "Velena"! :)
      Egnente, io l'ho trovato per caso l'altra mattina in tv. Ma considerato che era su Rai4 magari fra un po' ripassa.

      Elimina
  6. A me sai che è piaciuto? Non il migliore sia chiaro ma secondo me lui non è mai banale.
    Ma sarà che io a Romero ci voglio proprio tantissimo tantissimo bene.
    E pure agli zombie.

    Ho questa t-shirt http://www.threadless.com/product/632/In_Case_of_Zombies che poi mi insegna come sopravvivere loro <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me questo è piaciuto proprio pochino.
      ma la tua t.shirt è bella assai! ♥

      Elimina
  7. Ho capito...lo tolgo dal mysky!!p.s. il timer che conta il tempo che manca alle tue vacanze è una genialata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beatrix, (secondo me) non aggiunge davvero nulla agli zombie-movie, poi, per carità, si lascia guardare, eh?

      Vero che è bello quel timer? Almeno sono consapevole di quanto tempo ho per pensare alla valigia!

      Elimina
  8. Un film che a me ha detto poco ma effettivamente dice molto, soprattutto messo in relazione con gli altri della saga. Alla fine è come un percorso che si conclude e Romero ha il pregi di rappresentare gli zombi (che qui non sono i protagonisti, anzi) nella dimensione che più si a dice loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e sai che io non sono propriamente un'amante del genere, quindi, figurati quanto può aver detto a me!
      (per quanto i primi due mi siano anche piaciuti, eh?)

      Elimina