7 aprile 2013

Due agenti molto speciali

Venerdì sera sono uscita dall'ufficio ad un orario decente. Essendo in ristrettezze economiche autoindotte mi tengo accuratamente alla larga da vetrine e negozi per non cadere in tentazione, anche se, giovedì sera, andando al cinema in centro centrissimo ho sbirciato le vetrine. Vedendo cose di una bruttezza inenarrabile. Perché io l'invasione primaverile delle tinte pastello, i rosini, i verdini, i giallini, i celestini, la patisco.
Ma siccome non sono una fashion-blogger, la smetto subito. Dicevo, sono uscita presto e non avevo voglia di tornare a casa. E allora ho pensato di andare a vedere un film nella (multi)sala dietro l'ufficio.
Lo so, lo so. Sono proprio io. Quella che detesta ed evita e bistratta e maltratta le multisala.
Detesto anche svegliarmi al mattino, cercare parcheggio e stirare. Ma lo faccio lo stesso.
Appena entrata l'odore di pop-corn mi ha fatto ricordare UNO dei motivi per cui io odio quei luoghi.
Faccio il biglietto.
Aspetto che si apra la sala.
Parte un quarto d'ora di trailer e pubblicità. Te lo scrivono anche sul biglietto: "durata pubblicità prima del film 5-25 min." Da non credere. (Motivo n. 2) Come se non bastasse, ad un certo punto, più o meno a metà film, c'è pure l'intervallo. No, ma dai. Ma ti pare? (Motivo n. 3)
Ah già, il film.
Film, oddio, che parola grossa. Filmetto, dai.
Tralasciando la paraculissima traduzione merditalica del titolo (De l'autre côté du périph), la trama è classica, con l'ennesima strana coppia formata dal poliziotto borghese di buona famiglia, preciso, leccato, ambizioso, carrierista e ligio alle regole, e dal ribelle, indisciplinato, intuitivo e insofferente ai regolamenti, naturalmente nato nella banlieu malfamata. Inutile che stia a specificare che uno è bianco e l'altro nero, credo.
Il ritrovamento del cadavere della moglie di un ricco industriale, ritrovato fra l'immondizia proprio in periferia, li porterà ad unire le forze in un'indagine congiunta, dove gli inevitabili contrasti fra i metodi lavorativi e comportamentali dei due uomini li metteranno in più di un casino, com'è prevedibile in questi casi.
E com'è prevedibile tutto il film, del resto. Ma ho senz'altro visto roba peggiore, ultimamente.


30 commenti:

  1. Ma Driss di Quasi Amici fa ridere come in Quasi Amici? Sì beh ridere e non solo, no? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, lui è decisamente bravo, e fa anche ridere.
      (E non solo)
      Peccato che nelle scene in cui è senza vestiti sembra che lo inquadrino quasi per sbaglio.
      Mai una gioia per questi poveri occhi! :)

      Elimina
  2. Omar Sy è un bell'armadio d'ebano a quattro stagioni e comunque è simpatico...peccato per voi femminucce che ha già una vagonata di figli...ma può darsi che sia musulmano e che quindi ci sia ancora posto per qualcuna...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah!
      Non vado matta per la multiproprietà, tipo l'appartamento alle Canarie una settimana all'anno! :)

      Elimina
  3. omar sy è decisamente più fico di eddie murphy, ma credo che l'ultimo film che avesse qualcosa da dire su poliziotto bianco/poliziotto nero sia stato ancora 48 ore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma in 48 ore il nero non era un poliziotto. Scusa, mi sono svegliata col cagacazzismo ingranato! ;)

      Elimina
    2. miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii, non ci parlo più con te

      Elimina
  4. Uff, io oggi avevo voglia di cine e invece:
    Benvenuto presidente
    La madre (non mi piacciono gli horror)
    Come un tuono
    G.I. Joe La vendetta
    I cacciatori di giganti
    Jimmy Bobo Bullet to the head

    Ma sono io che sono di gusti difficili? :(

    Mi sa che mi dedichero' al "tuo" Il pettirosso (mi sta piace do molto sai)


    Mi pare che non ci sia niente di commestibile, dico bene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che nesbø ti piaccia, davvero!
      Mah, Come un tuono (di cui parlerò domani) secondo me si può vedere, nonostante si sia rivelato molto al di sotto delle mie aspettative. In effetti ultimamente c'è un po' di carestia...
      Speriamo che la situazione cambi in fretta!

      Elimina
  5. Uff 'sto cavolo di tablet ha inverito un po' di frasi.. il commestibile era riferito ai titoli di film ovviamente -..-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, si capiva! :)
      Potrebbe riferirsi anche al contenuto del mio frigo, in effetti... Devo andare a far la spesa!

      Elimina
  6. Mi sono appena guardata il trailer di Come un tuono e in effetti non sembra malaccio! Ci faccio un pensiero ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi eventualmente ne parliamo domani, ok? :)

      Elimina
  7. A me ha annoiato parecchio in tutta sincerità e sono stata contenta di essermelo visto a casa e non al cinema. Boh, sarà che in questi giorni sono intellettualmente snob e mi sembra tutto merda. O sarà che sono in treno e ho appena letto il giornale di oggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetta eh? Che non sto gridando al capolavoro, sia chiaro. Ma ho visto roba peggiore, ultimamente. Gambit, per dirne uno... :)

      Elimina
  8. Non ho visto il film, ma pure io detesto la multisala, e riesco quasi sempre ad evitarla, solo piccoli cinemini di quartiere, gli ultimi rimasti, purtroppo dove mi siedo dove volgio io (spesso davanti, da cinefilo militante).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che odio i posti numerati, anche.

      Elimina
  9. ma la primavera sta solo nelle vetrine al momento ...
    mi lasci essere categorica?
    no, la multisala no
    no, ai due agenti no
    Ieri sera ho evitato gli amanti passeggeri (avevo letto il tuo post) e ho visto "la scelta di Barbara", non troppo incisivo ma apprezzabile per la "scazzatissima" Nina Hoss.
    Buona domenica
    Sheltering

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La scelta di Barbara non mi attira. A parte che ultimamente non mi attira quasi nulla, a livello di visioni.
      Forse sono più scazzata io di Nina Hoss.
      Buona domenica anche a te, io sarei già contenta mi passasse il mal di schiena con cui mi sono svegliata stamattina...

      Elimina
  10. Film che non era nei miei piani, magari una occhiatuzza, quando passa su sky. Vado fuori tema, come al solito. Appena finito Dead Snow...ma ne vogliamo parlare???No, ormai son troppo vecchia davvero per ste stronzate...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se passa in TV si può guardare, sì.
      Dead snow? Ah ah ah ah!
      Parliamone pure, ma dopo "che solenne cagata" io credo di aver esaurito le parole!!! :)

      Elimina
  11. La giornata uggiosa non aiuta... mi offrirei per un massaggio ma forse è più efficace un feldene..Sheltering

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sheltering, pagherei per un massaggio! Mi sono fatta un paio di oki on the rocks, nel frattempo! :)

      Elimina
  12. arrivo qui per caso e il tuo blog è una piacevole sorpresa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisabetta, grazie! E benvenuta, naturalmente!

      Elimina
  13. Ormai Omar Sy è inflazionato, farà la fine di Stefano Accorsi. All'inizio mi è stato simpatico, poi quando hanno iniziato a metterlo in ogni pellicola son saltati fuori i suoi lati peggiori e pessimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è che hanno iniziato "a metterlo" in ogni pellicola. E' che, visto il successo di Quasi amici, hanno pensato bene di riproporre tutti i suoi film precedenti che prima non si erano inculati de pezza... :)

      Elimina
  14. Però a me Omar Sy piace tanto! Con quel sorrisone :D

    RispondiElimina