10 aprile 2013

American Mary

Sai che nel suo tempo libero gli piace dipingere persone 
che vengono mangiate da diversi animali? Solitamente da orsi. 
Scherzi?
Oh no. Mai scherzare con qualcosa di così messo male.


Lameri(can) Mary del titolo è una brillante studentessa di medicina, che ha qualche piccolo problema economico. Per cercare di pagare i debiti si presenta col suo curriculum in uno strip-bar. E Billy, il proprietario, le chiede subito di aiutarla a ricucire un cliente messo un po' male.
Lei accetta e torna a casa. Verrà contattata da Beatress, una specie di Betty Boop look-a-like, che le chiede un intervento per la sua amica Ruby.
Nel frattempo continua a frequentare le lezioni e un giorno il dottor Walsh e il dottor Grant la invitano ad una festa "tra chirurghi". Dove verrà drogata e stuprata e filmata e che cazzo.
Abbandonerà l'università e si dedicherà con passione alla sua nuova attività di chirurgo specializzato in body modification, con il Dottor Grant a farle da cavia. Già, perché il Dottor Grant è stato catturato non si sa quando non si sa come non si sa perché (beh, si, almeno il perché è abbastanza chiaro) affinché Mary possa vendicarsi con tutta calma.
Nel frattempo il passaparola, grazie anche ad alcuni siti internet, aumenta la fama di Mary, che in rete ormai è famosa con il nome d'arte di "bloody Mary".
Contemporaneamente il detective Dolor sta indagando sulla misteriosa scomparsa del dottor Grant, e.
Niente.
A un certo punto il film finisce.
A cazzo proprio.
Che forse le Soska sisters si erano scordate l'appuntamento con l'estetista e han dovuto andar via di corsa.
Però la colonna sonora è bella schizofrenica, la protagonista (Katherine Isabelle) qua è in versione decisamente phiga ma soprattutto sfoggia un look gothic-dark-fetish che la piccola dark che fui (e che un po' sono rimasta, in fondo) non può non apprezzare. 
Per non parlare delle scarpe. Ma, visto che è un film e non la settimana della moda, diciamo che non basta.
E soprattutto, visto che sul set i bisturi non mancavano, perché rifinirlo con l'accetta?

Niente di personale. Eri nel posto sbagliato, al momento sbagliato, e avevi in bocca il cazzo sbagliato.

20 commenti:

  1. lei è veramente un bel donnino...aha ha ha le Soska dall'estetista?le hai viste nel cameo che concedono ( sono le gemelline fetish)...là il lavoro dell'estetista è lungo e doloroso....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E le ho viste sì...
      Estetista o fruttivendolo, resta il fatto che han piantato lì tutto! O no? ;)

      Elimina
  2. Ahahahahahahah
    Fantastico!

    ..Ma che si guarda,signora mia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È sempre la curiosità che mi fotte!

      Elimina
  3. Direi che con i film del piffero per un pò basta....e questo pare parecchio pifferoso....

    RispondiElimina
  4. odio i film che finiscono senza una fine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aspetta, non mi sono spiegata! Questo non è il genere con la fine in sospeso e tu puoi immaginare che vissero tutti felici e contenti, o che lei diventa monaca buddista o centromediano metodista o che si candida alle prossime elezioni. Qua il finale è chiaro, ma è precipitoso, quando avrebbero potuto approfondire alcuni aspetti.

      Elimina
    2. un po' come l'eleganza del riccio, allora

      Elimina
    3. Non ne ho idea, che già il libro non mi aveva entusiasmato, figurati se mi sucavo anche il film.
      Ma ti credo, eh? :)

      Elimina
  5. beh, le battute che hai riportato non sono male. ma per il resto non ce la posso fare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, non è terribile come sembra, ma, come ho detto, una manciatina di minuti in più per dettagliare meglio alcuni passaggi non avrebbero certo stonato.

      Elimina
  6. Seconda persona che ne parla, lo recupererò per principio, non volesse iddio che un film come questo mi sfugga... questo è il mio genere, non il tuo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah ah!
      Hai ragione! Però mi incuriosiva parecchio. E non sarebbe nemmeno terribile, con qualche aggiustatina qua e là, eh?

      Elimina
  7. Mai visto. Sembra abbastanza brutto da incuriosirmi però. Quando ci sono tette, bisturi e mod a me piace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non è nemmeno così brutto come sembra, alla fine?

      Elimina
  8. Noi l'abbiamo lì e mi sa che lo si vedrà, anche perché bisturi morti cruente e vendetta m'attirano come api al miele (o mosche alla merda). Ma è tagliato con l'accetta come Citadel?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Citadel al confronto è ricamato da un donnino delle Fiandre, fai tu! :)

      Elimina
  9. E' in attesa di visione, qui in casa Ford: vedremo se sarà materia da bottigliate come Compliance! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah!
      Quanto mi ha fatto incazzare Compliance, non mi ci far pensare! ;)

      Elimina