21 marzo 2013

L'uomo di neve.

Devo prendermi una pausa da Nesbø, prima di affrontare gli ultimi due volumi che mi rimangono ancora da leggere, il leopardo e lo spettro.
E l'uscita, un paio di settimane fa, di "una coppia perfetta" di Lansdale è - giustappunto - perfetta.
Perché i racconti di quei due cazzoni di Hap Collins e Leonard Pine, che iniziavano anche a mancarmi, fra l'altro, sono davvero quello che ci vuole adesso.
Perché le ultime 50 pagine dell'uomo di neve mi hanno fatto venire i brividi.
E il batticuore.
No, l'ansia non mi è venuta.
Quella ce l'avevo già.
"No, non basta. Non fa abbastanza male".
Peccato che a me in questi giorni faccia male tutto, invece.
E come era già successo con il pettirosso, per cui una sera ero rimasta sveglia fino alle tre perché DOVEVO finirlo e non potevo aspettare, ieri me ne sono fregata del fatto che la mia pausa pranzo fosse terminata, e ho proseguito la lettura, fino a quando non ho chiuso il libro.

"Quando pensi di tornare?"
"Mai. Io non torno mai indietro."

27 commenti:

  1. Abbandonarsi alla lettura... un lusso dimenticato.
    Riesco a leggere tutto d'un fiato solo Camilleri ormai, i librettini sulle avventure di Montalbano.
    Ma solo perchè in pratica è come una puntata di una serie poliziesca alla tivvù.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io Camilleri non riesco a leggerlo.
      Ci ho provato, ma non ce la faccio.

      Elimina
    2. Idem, non vado oltre pagina 4, eppure Camilleri istesso in persona mi è molto simpatico e montalbano lo guardo in tele!

      Elimina
    3. A me fa venire voglia di parlare siciliano.
      Parlando di Camilleri, il film "La scomparsa di Patò" l'avete visto?

      Elimina
    4. Mi manca! Merita?

      Elimina
    5. Tiz, se lo chiedi a me corri dei rischi... io sono uno che sbrodola per i cartoni animati, quindi totalmente inadatto a giudicare un film.
      Poi sarei pure poco obiettivo, avendo un debole per Neri Marcorè.
      Non l'ho visto tutto perchè mi sono addormentato, però fino a quando ho tenuto l'occhi aperti (e pure ascoltando mia moglie) sì: merita.

      Elimina
    6. Pure io ho un debole per Neri Marcorè, allora cerco di recuperarlo e ti dico come va a finire... :-D

      Elimina
    7. dimmelo solo se va a finire bene però.

      Elimina
  2. Uhm.. avendo letto solo il primo del bravo Jo posso dire che non mi è piaciuto tantissimo? Che preferisco di gran lunga il Wallander di Mankell? Ma continuerò a leggerlo perchè sono curiosa, perchè alcune vicende sono rimaste in sospeso e poi perchè se è piaciuto a molta gente che conosco e di cui mi piacciono i gusti vorrei capire perchè non mi ha convinto!
    Hap e Leonard santi subito! :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, certo che puoi. Mica deve piacerti per forza.
      Comunque questo è davvero pazzesco. Sono curiosa di vedere cosa farà Scorsese con l'adattamento cinematografico. O forse no.

      Elimina
    2. Allora devo leggere il libro. Ho tempo, vero? :-)

      Elimina
    3. immagino proprio di sì.

      Elimina
  3. Per quanto riguarda Nesbo, già sai.
    Adesso devo cominciare "E Johnny prese il fucile", ma sono in un periodo di forte stanca...

    RispondiElimina
  4. Che non riesca davvero a convincermi già te l'ho detto ma voglio provare a riprenderlo in mano.
    Ma - dopo ciò che ci siamo scritte l'altra sera - aspetterei un momento più sereno ahaha!

    Ti stringo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che possa non piacere in effetti ci sta, ma io ieri mentre finivo di leggerlo stavo davvero dimmerda.
      Ma forse sarei stata dimmerda anche leggendo topolino, a ben vedere.
      Hap e Leonard mi distrarranno un po', spero.

      Ti stringo anch'io, dai.

      Elimina
    2. Se vuoi un libro che è una fortissima botta morale leggiti Il giardino di cemento di Ian McEwan, sempre che tu non l'abbia già fatto.
      Ma aspetta stagioni migliori, ecco.

      Hap e Leonard funzionano :)

      Elimina
    3. Hap e Leonard sono sempre una bella certezza, se non altro.

      Elimina
  5. Eccomi qua. E' arrivata la cretina (io). E' tipo un thriller nordico? Non tipo Larsson, ma tipo thriller nordico... Che se è così non lo posso perdere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma quanto ti adoro, a te?
      oddio, è ambientato ad Oslo, c'è la neve, ci sono morti a secchiate. sì, direi che è un trhiller abbastanza nordico.
      Però io ti consiglierei di leggerli in ordine cronologico. Se intendi ascoltare una più cretina di te.

      Elimina
    2. :) Me lo compro, allora. Però in ordine cronologico... Ma c'è UN autore scandinavo, uno, che non faccia romanzi in serie?

      Elimina
    3. non so dirti, frequento soltanto Nesbø...

      Elimina
  6. Forse è un bene prendersi una pausa da Nesbo.
    Perchè Il leopardo e Lo spettro fanno anche più male.
    Comunque, Hole sempre grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Minchia. E me lo dici così? :)
      È che ho già letto 2 dei 3 racconti dell'ultimo Lansdale. Hai qualcosa di leggero da consigliarmi?

      Elimina
    2. uff.
      mi sa che la mia pausa sta finendo.

      Elimina
  7. Visto che so il tuo amore per le catene e mi aspetto già una vagonata di insulti, mi pare giusto premiarti per rendere un po' meno positiva questa giornata di Primavera!

    http://incentralperk.blogspot.it/2013/03/liebster-award-i-magnifici-11.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora meno, Lisa?
      Proprio vero che al peggio non c'è mai fine! :)

      Elimina