19 gennaio 2013

John dies at the end


Ci sono film che riescono a catturare la mia attenzione all'istante a partire dal titolo. Credo di aver detto questa cosa non più tardi di una settimana fa. Il fatto che non ricordi assolutamente a quale film mi riferissi la dice lunga su quanto la mia memoria sia ridotta ai minimi termini. Che è anche uno dei motivi per cui ho un blog: ricordarmi le cose.
Cosa stavo dicendo?
Ah si, le solite idiozie su curiosità, titoli ecc.
John dies at the end.
Dopo averne letto sui blog degli altri movie-addicted ho deciso che lo volevo vedere pure io.
Cosa che ho fatto stamattina, invece di fare la casalinga disperata. Sempre perché posso anche essere disperata, a volte, ma casalinga, mi perdonerete, faccio davvero fatica.
È un gran casino.
Ma tanta roba proprio, per un solo film. Dal sovrannaturale, ai viaggi nel tempo, mostri, visioni alla salsa di soia, un giamaicano che si chiama Robert Marley, un hot-dog telefono cellulare, serpenti, insetti, lumaconi scorfani, una creatura che si forma uscendo dal freezer (lo sapevo che ho fatto bene a "terminare" la mia fettina, la settimana scorsa) con il tacchino del ringraziamento a fargli da testa, uno strano personaggio (Marconi) a metà strada tra Giacobbo e il Silver di Red Lights...
Un po' sconclusionato, se vogliamo. Ad esempio, ad un certo punto all'inizio ricompare sulla porta di casa di David il tizio decapitato l'anno prima con cui inizia il film. E poi non se ne sa più nulla. E vabbè, chissenefrega? Perché la storia, la sua storia, ce la racconta David Wong, seduto al tavolo di un ristorante cinese, mentre Arnie, un reporter (Paul Giamatti) lo intervista. O forse crede di farlo. Perché alla fine non sai nemmeno se sta succedendo davvero o se è un'altra visione alla salsa di soia. E anche noi, come Arnie, lo ascoltiamo inizialmente scettici, e poi sempre più curiosi.
Io so solo che fra riferimenti, citazioni, battute e altre amenità del genere, mi ha strappato crasse risate per buona parte del tempo.
E adesso scusatemi, ma devo uscire, che devo andare al cinema.

13 commenti:

  1. Titolo decisamente acchiappante ... ma dove lo hai visto. In tv? dvd? streaming pc? In sogno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono avvalsa del mio pusher di fiducia...

      Elimina
  2. Anglofona, dimmi che lo trovo ALMENO subbato,si faz favor...

    RispondiElimina
  3. devo dire che il tuo pusher ti sta passando dell'ottima roba ultimamente...io ancora mi devo riprendere da John dies at the end...l'ho definito come il Cabin in the woods del 2013...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sta passando dell'ottima roba perché ho a disposizione un manipolo di suggeritori di fiducia! :)

      Elimina


  4. Invito - italiano
    Io sono brasiliano.
    Dedicato alla lettura di qui, e visitare il suo blog.
    ho anche uno, soltanto molto più semplice.
    'm vi invita a farmi visita, e, se possibile seguire insieme per loro e con loro. Mi è sempre piaciuto scrivere, esporre e condividere le mie idee con le persone, a prescindere dalla classe sociale, credo religioso, l'orientamento sessuale, o, di Razza.
    Per me, ciò che il nostro interesse è lo scambio di idee, e, pensieri.
    'm lì nel mio Grullo spazio, in attesa per voi.
    E sto già seguendo il tuo blog.
    Forza, pace, amicizia e felicità
    Per te, un abbraccio dal Brasile.
    www.josemariacosta.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jose, benvenuto.
      Non ho capito chi è che ti invita a leggere, ma lo scambio di idee è sempre ben accetto. E il Brasile è un paese che amo. :)

      Elimina
    2. Jose pare proprio scappato dalla pellicola.

      Elimina
    3. Ah ah ah!
      Effettivamente...

      Elimina
  5. Ha delle trovate davvero divertenti, ma non mi ha colpito più del dovuto. Alla fine punta su un essere assurdo fine a sé stesso che, alla fine, non dice nulla di nulla e non fa ridere più di tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò, a me ha strappato delle sonore risate a partire dalla scena iniziale dell'ascia. Se non altro capisci subito qual è l'andazzo!

      Elimina
    2. sì, sarà che forse mi aspettavo una trama più 'bilanciata' che altro. Mi è sembrata una puntata di "Futurama" allungata all'inverosimile

      Elimina