14 gennaio 2013

Beasts of the southern wild

"Se non fosse per le palle di neve gigantesche
e l'era glaciale, io non sarei Hushpuppy,
sarei solo una colazione"
E poi ogni tanto ti succede di imbatterti in film che sono poesia.
Cruda, magica e un po' grezza. Comunque poesia.
E resti lì, a guardare, fino alla fine, dicendoti "non piangere", nell'esatto momento in cui Wink lo dice a Hushpuppy.
Che è la strepitosa protagonista di questo film, per cui Quvenzhané Wallis è candidata all'oscar. Che, in un mondo perfetto, dovrebbe vincere senza problemi. Ma, siccome la perfezione non esiste, probabilmente non succederà. Non ci resta che aspettare, per scoprire come andrà a finire.
Nell'attesta restiamo a Bathtub, al di qua della grande diga, dove vive la gente che fa festa solo una volta l'anno. Mentre a Bathtub si fa festa ogni giorno, e si vive ascoltando il battito del cuore di ogni essere vivente. E si aspetta che il riscaldamento del pianeta e lo scioglimento dei ghiacci, oltre a liberare dall'ibernazione i mostruosi auroch, sommerga le terre selvagge. E la piccola Hushpuppy, che vive con il padre Wink, ma in due baracche separate, ci racconta tutto questo, e lo racconta agli ipotetici scienziati del futuro. Perchè la gente di Bathtub è abituata a resistere, e a sopravvivere. Perchè è questo che Wink, padre rude ma a suo modo amorevole e affettuoso insegna ogni giorno a Hushpuppy, spiegandole come rompere i gusci dei granchi e pescare i pesci a mani nude. E, quando Bathtub verrà evacuata, e i suoi abitanti portati in salvo al di là della diga, la comunità riuscirà a fuggire, e a fare ritorno nella loro terra. Ma la malattia di Wink porterà Hushpuppy alla ricerca della madre, grande assente ma sempre presente, e nel suo viaggio di ricerca e speranza diventerà grande, senza mai perdere la magia che le appartiene. E tornerà dal padre, portandogli delle polpettine di alligatore, imboccandolo in una delle scene più struggenti di tutto il film. Dove non bisogna piangere. Perchè a Bathtub il dolore si affronta senza lacrime.



31 commenti:

  1. Risposte
    1. devo davvero risponderti?

      Elimina
    2. fai tu... il commento originale era un po' più lungo, diceva «ma allora sotto quelle tette batte un cuore», ma sai che amo la sintesi :)

      Elimina
    3. se non battesse probabilmente sarei uno zombie. ma, non avendo mai visto zombie sovrappeso, tenderei ad escluderlo. quindi sì, sotto queste tette batte un cuore. ma non vorrei che iniziasse a spargersi la voce.

      Elimina
    4. m'intendo poco di zombie, sei tu l'esperta di film de paura... comunque con me il tuo segreto è al sicuro. shhhhhhhhhhhh

      Elimina
    5. sapevo di poter contare sulla tua discrezione.

      Elimina
  2. Ancora non l'ho visto.
    Mi piace molto una cosa, però: i nomi dei protagonisti, del villaggio... qualsiasi nome (tra quelli che hai citato) ha un doppio significato e sicuramente fortemente allegorico all'interno della storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per quanto riguarda Bathtub soprattutto.

      Elimina
  3. non hai mai visto zombie sovrappeso? perchè non hai visto me...comunque lo devo proprio vedere questo film...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oltre a non averti visto mi sfuggiva pure il particolare che tu fossi uno zombie... :)
      comunque sì, il film VA visto.

      Elimina
  4. l'oscar non è abbastanza. hushpuppy io la vedo bene come nuovo premier! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non è una cattiva idea?
      E se proprio non dovesse andarle bene potrebbe riciclarsi brevettando una sua linea di accendigas... ;)

      Elimina
  5. LO VOGLIO!
    Dove caspitina lo trovo SUB ITA?!?
    Aiutatemi che son 2 settimane che sclero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io purtroppo non ti posso aiutare, che il lavoro sporco lo commissiono agli altri. :)

      Elimina
    2. Grazie tantissimo Lucien!!!

      Elimina
    3. http://www.opensubtitles.org/it/subtitles/4733679/beasts-of-the-southern-wild-it

      Elimina
  6. Mi fa impazzire questo film. Pura poesia, come dici tu

    RispondiElimina
  7. Un film magnifico. Dovendo osare, direi già che potrebbe essere il mio film del 2013.
    E Hushpuppy è pura meraviglia.
    Anche per noi bestie del profondo Sud.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti facevo più nordico a dire il vero ;)
      Comunque sì, roba grossa!

      Elimina
  8. Io mi sa che resisto fino a febbraio, lo voglio vedere con la mia ragazza al cinema.
    Però comunque il tempismo dei distributori italiani è eccezionale.
    Io inizio a pensare che lo facciano di proposito.

    #istigazioneadelinquere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io solitamente resisto.
      Ma questa volta non ho potuto. :)

      Elimina
    2. Vabbè, vorrà dire che il 7 Febbraio tornerai a cinema a vederlo! :-)

      Elimina
  9. Lo voglio vedere, assolutamente! Piacere sono Princi, se ti va passa a conoscermi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Princi! Benvenuta.
      Il film DEVI vederlo, è splendido.
      E passerò senz'altro a trovarti! :)

      Elimina
  10. finito di vedere proprio adesso... che dire, ancora non so come prenderlo. Scrivere la recensione sarà qualcosa di molto arduo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma almeno dimmi se ti è piaciuto o no! :)

      Elimina
    2. Piaciuto! Anche se con delle minime riserve.

      Elimina
    3. sì, ho letto, infatti.

      Elimina