3 gennaio 2013

A volte ritornano

in ufficio.
Dopo 11 giorni a casa confesso che ieri mattina il suono della sveglia un po' mi ha infastidito.
Però, armata delle migliori intenzioni, mi sono alzata al suono della seconda (la prima è propedeutica al risveglio, la terza è il segnale d'allarme del ritardo imminente), e ho fatto tutte le cose con calma. Come dovrebbe essere sempre. Ma come spesso e volentieri non è.
Le scuole e molti uffici ancora chiusi mi hanno regalato la strada deserta. E l'aumento del pedaggio autostradale. Son soddisfazioni.
Arrivo in ufficio, parcheggio, vado a fare colazione al bar, e, impregnata di ottimismo, immaginandomi una giornata tranquilla (è pur sempre il 2 gennaio) passo addirittura in edicola a comprare il giornale.
In ufficio io e un paio di colleghi.
Della Bionda Collega Surfista dalle Tette Rifatte nessuna traccia.
Alle 9.10 (l'orario di entrata è entro le 9.00) mi manda un messaggio su uazzapp: "Arrivo alle 9.30"
Rispondo OK altrimenti poi si preoccupa che non abbia ricevuto il messaggio.
Sulla scrivania ho una montagna di corrispondenza da smistare. Tutta quella arrivata dal 22 dicembre in poi. Un classico lavoro di concettA che solitamente non mi compete, ma la collega preposta è ancora in ferie,e quando lei non c'è pare che io sia l'unica deficiente disposta a sobbarcarsi l'onere.
Praticamente ho smistato corrispondenza per tutta la mattina, due coglioni che levati.
BCSdTR ha fatto il suo trionfale ingresso in ufficio alle 10.45.
E dopo aver acceso inutilmente il PC, ha iniziato a telefonare. E io, per tutto il giorno, ho avuto nelle orecchie la sua voce che parlava di: onde, tavole, spiagge, muri (d'acqua), Tenerife, Levanto, botox, Levanto, Tenerife, muri (d'acqua), spiagge, tavole, onde.
Ogni tanto entrava il mio collega a portarmi un caffè, e si fermava a scambiare due parole. Lei, disturbata dalle nostre voci (!) usciva per proseguire la telefonata in corridoio. Io e lui ci guardavamo senza dire una parola.
A fine giornata ero stanca di sentirla. Quando è uscita sono rimasta in ufficio ancora un quarto d'ora a godermi il silenzio.
Arrivata a casa sono finalmente riuscita anche a leggere il giornale. Che conteneva un'intervista a Steve Buscemi, fra l'altro.
In compenso adesso ho la prova provata che quando Francesco De Gregori cantava "hanno pagato Pablo, Pablo è vivo", diceva la verità.
 
 

35 commenti:

  1. Pablo? Iva al 4%? Non sapevo che le cialde avessero l'iva al 4...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si applica l'aliquota del 4 per cento alle "somministrazioni di alimenti e bevande effettuate mediante distributori automatici collocati in stabilimenti, ospedali, case di cura, uffici, scuole, caserme e altri edifici destinati alla collettività".

      Elimina
    2. a vedi che non lo sapevo?

      Elimina
    3. beh, ogni tanto qualcosa può sfuggire anche a te, no? :)

      Elimina
  2. ah, e oltre tutto, sti stronzi, vi scaricano la responsabilità dell'autocontrollo igienico sanitario eh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. leggi! La gestione è a cura del cliente così come le responsabilità igienico -sanitarie di cui ai regg. 178/2002 e 852/2004! Allora, prima ti dicono che è un distributore automatico e ti mettono l'iva al 4%, poi però ti dicono che è responsabilità tua...quindi non è più un distributore automatico, per il quale, per legge, la responsabilità è della ditta che lo installa e lo riempie. Ok, la smetto... :)

      Elimina
    2. uff...
      comunque viene Pablo tutte le settimane a fare i controlli! :)

      Elimina
    3. ecco vedi?? Vedi???

      Elimina
    4. chi Pablo? tutte le settimane. Oltretutto ha un sacco di tatuaggi molto interessanti... :)

      Elimina
    5. ecco, e si cade sempre lì

      Elimina
  3. Se vaneggi così...ti seguo :)

    RispondiElimina
  4. MMMMMMM........ io non ho colleghe con tette rifatte.. o per lo meno non mi sembra... però entrambe ieri mattina hanno dato forfait, entrambe soccombenti all'influenza ed entrambe si sono prese qualche pensierino da parte della sottoscritta, che quindi oltre a fare il proprio lavoro doveva, nell'ordine, rispondere al telefono, smistare la posta, aprire al postino che ne portava dell'altra, rispondere al telefono, smistare i fax, controllare la posta elettronica generale, rispondere al telefono, e di tanto in tanto cercare di andare avanti con le fatture.........e quando ieri sera ho salutato il capo e lui mi ha guardata con aria interrogativa e mi ha chiesto: "vai già via??" sono stata sul punto di mandare pure lui là dove avevo mandato tutto il resto........ ma ci sono andata veramente molto vicina.... e se penso che uno dei propositi dell'anno nuovo è stato di dire sempre tutto quello che penso........e che è riuscito a farmi fallire già al due di gennaio........ ahhhhh, come mi girano!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, intanto lei non è una collega qualunque. E' la BCSdTR, che, già sai, non ce l'hanno mica dappertutto. E, lavorativamente parlando, che ci sia o che non ci sia è assolutamente la stessa cosa.

      Elimina
  5. Certo che la tua azienda ne ha di soldi da buttare se permette che cert'une facciano il cazzo che vogliono e le pagano pure.
    Ma se la uccido, mi potrebbero assumere?
    Sono bionda e, volendo, imparo ad andare sul surf!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia azienda ha ancora dei soldi da buttare, effettivamente. Diciamo che potrebbe buttarli meglio, ecco. Che mantenere davvero una che non fa una beata minchia 7 ore al giorno (e non perchè una la passi effettivamente a lavorare, ma perchè solitamente arriva in ritardo) è abbastanza scandaloso.
      Non sto dicendo che io mi spacco la schiena e quando arrivo a casa strizzo le magliette intrise di sudore, ma il mio lo faccio sempre, e pure bene.

      Elimina
    2. Ma nessuno se ne accorge o l'ha data al capo supremo?

      Elimina
    3. Sicuramente se ne sono già accorti. Ma tanto mica la possono licenziare.

      Elimina
  6. Ma da voi senza tette grosse non si entra vero? Cioè, poverina, per preservare il suo posto le è toccato fare la mastoplastica additiva? ( che suona più professionale di "rifarsi le tette " )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dici che è per quello che mi tengono? :)

      Elimina
  7. poteva andarti peggio, poteva metterti come sottofondo il cofanetto dei beach boys...

    buon anno!
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, può sempre andar peggio!!!! :)
      il suo vecchio telefono aveva la suoneria dei beach boys. Ormai la odiavo! Adesso si è evoluta, c'ha l'aifon5 che emette strani rumori.

      buon anno anche a te!
      (daje!)

      Elimina
  8. Pablo, che bella canzone, ma è splendido tutto l'LP Rimmel. E qualcosa rimane, fra le pagine chiare e le pagine scure... cazzo, son passati quarant'anni! Io per fortuna ho pochi colleghi, non ci sono grossi problemi. Comunque ho lavorato ogni giorno feriale escluso il 31, mezza giornata. Buon anno??? Ma si, tanto non costa niente. Però ci vuol coraggio. Ciao, Andrea.

    RispondiElimina
  9. beh, ma vien via proprio con poco, 'sto pablo. che per 50€ non trovi neanche più le nigeriane, ormai, mi sa :-D

    (disclaimer:
    per scrivere questo commento, non sono state usate nigeriane vive)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dev'essere la crisi, K, non ci sono altre spiegazioni. :)

      Elimina
  10. Che salto nella mia infanzia, con Pablo.
    Riguardo la Bionda Collega Surfista dalle Tette Rifatte urge un piano di demolizione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti viene in mente qualcosa accetto suggerimenti! :)

      Elimina
  11. Caspita! Ma che bel blog hai tirato su?! T'ho rubato un tot di foto molto carine, e oltre a piacermi il cinema mi sono perso un'oretta e leggermi e segnarmi dei titoli come k11 e Robert Wilson, per scaricarli da emule o torrent. Mi sono pure iscritto. Penna felice in mano ce ride, bene.

    Buona giornata e basta con il buon anno istituzionale, non mi riferisco a te, ma in generale. Ciao, Matteo.

    RispondiElimina
  12. anch'io sto bramando per vedere The Master, Anderson penso ce sia tornato ai tempi di Magnolia, dopo essersi un pò perso. L'hanno definito il nuovo Altman, solo perché in sala di montaggio, anni fa lo imitò con la struttura circolare alla Pulp fiction. Io vado dritto, tanto penso che sei dotata per seguirmi. Riciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Matteo, buongiorno! Credo sia un caso di interessante omonimia, perchè io conosco un altro Matteo Tassinari, infatti stamattina quando ti ho visto fra i nuovi follower mi sono detta "ma dai?".
      Vero che tu non sei il Matteo che conosco io? :)

      E comunque grazie per i complimenti, che di prima mattina fan sempre piacere. K-11 è stata una versa sorpresa, che spero possa trovare una giusta distribuzione. Ma ho forti dubbi... The Master l'ho visto (più o meno) ieri sera, stavo preparando il post.

      Elimina
  13. Prima o poi ci vengo, in ufficio da te. Travestita, che ne so. Da Postino. O da Pablo, al limite.
    Che io BCSdTR la voglio proprio vedé.
    Eh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah!
      Guarda che se ti dovessi mai trovare da queste parti puoi passare anche senza travestimento, ci prendiamo un caffè, alla macchinetta di Pablo, e ti organizzò un tour privato! ;)

      Elimina