14 ottobre 2012

Padroni di casa

Sai quei week end che si prospettano carichi di impegni, cose da fare, impegni da incastrare che per farci stare tutto invece di due giorni dovrebbe durare una settimana? Ecco. Il mio si prospettava più o meno così.
Infatti venerdì sera sono rimasta sul divano (si, fino alla mattina dopo, esatto), e sabato sono rimasta a casa fino alle 18.30. Che, fra una cosa e l'altra, il tempo è quasi volato.
Sono uscita solo perché dovevo andare in farmacia prima che chiudesse.
E poi sono andata al cinema. Stranamente, aggiungerei. Che a dirla tutta l'idea di Gianni Morandi mi inibiva un po'. Però Mastandrea e Germano mi sono sempre piaciuti. E poi nel nostro cinema del sabato sera quello c'era. O killer Joe. Ma ho già dato. O un giorno speciale. Ti pare che?
E quindi... col senno del poi, fossi rimasta sul divano non avrebbe poi fatto una grossa differenza.
No, non è un brutto film, eh? Anzi, a volte riesce anche ad essere un po' inquietante. Se non che ha quel certo non so che per cui dopo 10 minuti io ero già tutta pervasa da quella sensazione di pessimismo e fastidio per cui avrei preso volentieri tutti a sprangate, a cominciare da Valeria Bruni Tedeschi per finire col parrucchiere di Gianni Morandi.
Che, ebbene sì, interpreta il ruolo di un cantante, l'avreste mai detto? E, pensate un po', canta.
Gianni Morandi.
Che fa il cantante.
In un film.
E canta.
In un paesino sperduto e non meglio identificato dell'Appennino emiliano. Che si capisce che sono da quelle parti perché all'inizio alcuni indigeni parlano in dialetto. Che la bionda mi fa: "ma tu capisci?" e sì, io capivo. Ma lei no. Non che sia fondamentale per la comprensione globale del film, alla fine.
E non serve dire attenti al lupo. Perché non è il lupo, ad essere cattivo.
Come?
Non si capisce niente del film?
Lo immaginavo. Anche questo non è importante, alla fine.
Io intanto aspetto martedì, Werner Herzog e i 4 episodi di Death Row. È magari, nel frattempo, domani sera vado a rivedermi Killer Joe, questa volta in versione originale. Che secondo me il doppiaggio potrebbe avergli tolto qualcosa...
 
 

17 commenti:

  1. Killer Joe.
    Ogni volta che lo leggo, sento una fitta al cuore.
    Devo vederlo prima di subito.

    RispondiElimina
  2. Dai. Se domani sera lo rivedo in lingua originale non te lo farò sapere, che non mi piace infierire.
    (Forse) ;)

    RispondiElimina
  3. ....spero non sia davvero una palla.. stasettimana dovevo andarci..(e già mi sono fatto 2 coglioni con l'ultimo VIRZI'... )...ma l'altro MASTRANDREA..gli equilibristi nn è male... notte!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah. Non è un film che io mi sento di consigliare, ma immagino che senz'altro a qualcuno possa piacere. Non a me.
      Però sia Mastandrea sia Germano sono bravi, fammi sapere.
      Gli equilibristi l'ho perso, ma se riesco lo recupero. Che alla fine non si riesce mai a vedere tutto. Il mio prossimo obbiettivo al momento è Cogan...

      Elimina
  4. non si capisce davvero perché hanno messo i sottotitoli a è stato il figlio e non a padroni di casa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti riconosco che all'inizio un paio di sottotitoli forse sarebbero serviti...

      Elimina
  5. ma vai allo spettacolo delle 20? che io ci stavo pensando, ma ho un "intervento tecnico" a casa della sorella di manuela (cambio decoder, loro sono poco tecnologiche) però dovrei farcela. sennò mercoledì? 3 giorni di cinema 3? Tiz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so, vedo come procede la giornata. Che ieri sera sono rimasta sveglia sul divano (incredibboli!) a rivedermi King of New York fino alle 2.40.
      Poi sono andata a letto e mi sono messa a guardare Four Brothers. Probabile che stasera l'unica cosa che vorrò vedere sarà il letto. Che devo avere due occhiaie che se mi intercetta il WWF inizia a proteggermi a mia insaputa.
      In effetti mercoledì potrebbe essere una buona alternativa.

      Elimina
  6. Dai allora, facciamo mercoledì, sennò ti estingui e il WWF rimane a vigilare solo sulla lince cornuta e sul passero maremmano, sai che noia! :-) Che è Four Brothers? La versone maschilista di Brothers&Sisters? King of New York ha sempre il suo sporco perchè, e Christopher Walken lo amo da tempi non sospetti. Tiz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Four Brothers è un film del 2005 di John Singleton con Marc Wahlberg. Pensa, è la storia di... 4 fratelli. L'avresti mai detto? :)

      King of New York è sempre notevole. Christopher Walken idem. Non mi ricordavo della presenza di David Caruso, che è talmente giovane che recita addirittura in posizione eretta. Cosa che, tu mi insegni da quando è diventato Horatio Caine, ha smesso di fare...

      Elimina
  7. Uh, quell'uomo è stato giovane? Pazzesco. Però come piega il collo lui nessuno eh? :-)
    Tiz

    RispondiElimina
  8. La coscetta di pollo in originale fa sempre la stessa fine?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. immagino di si, perchè non la doppia nessuno, a lei. :)

      Elimina
  9. A proposito: nel caso in settimana decideste per l'Era Glaciale 4, non fare la recensione ti prego. Vorrei vederlo senza sapere nulla...

    RispondiElimina