10 ottobre 2012

L'appuntamento della settimana

Ci vediamo la settimana prossima, alla stessa ora.
No, non è l'appuntamento settimanale col trombamico del lunedì. Che quello lo sto saltando in scioltezza e a piè pari da almeno un paio di settimane. Che alla fine io mi stanco in fretta della metodicità delle cose. Che se per il sesso non è necessario l'amore, almeno un minimo di coinvolgimento e/o curiosità ci deve essere, altrimenti tanto vale arrivare a casa e lucidare i vibratori. Detto ciò, la frase sopra me l'ha detta il mio dentista, ieri sera.
Che - anche se odio la metodicità delle cose - sto vedendo dalla fine di settembre.
Frequento quello studio dentistico da... boh? da quando ho avuto bisogno di un dentista per la prima volta. E siccome mi trovo bene, non l'ho mai cambiato.  
Quindi, ieri sera, se qualcuno si fosse trovato a passare nel corridoio della clinica, avrebbe potuto estrapolare scampoli di discorso come:
 
"ma è possibile vedere tutti i tuoi tatuaggi?"
"no, perchè dovrei spogliarmi completamente!"
"e secondo te perchè ti ho fatto questa domanda?"
"chiaro, perchè sei un porco!"
 
e qua eravamo solo ai saluti. Poi ha iniziato a ravanarmi in bocca con tutti gli oggetti possibili ed immaginabili, e io che gli chiedevo di dirmi quello che mi stava facendo, perchè io DEVO sapere. Ogni tanto ridevo. Poi mi ha preso l'impronta, con quella sostanza molliccia che a me fa letteralmente schifo, e mi provoca un senso di soffocamento che non ve lo sto nemmeno a dire. Poi ha attaccato coi lavori di rifinitura e ad un certo punto ha detto qualcosa che nemmeno ricordo - sicuramente una battuta da trivio - e io sono scoppiata nuovamente a ridere dicendogli: "non puoi farmi ridere mentre mi stai infilando quel coso in bocca".
E' arrivata l'assistente e ha detto che lei d'ora in poi quando arrivo io si siede in un angolo e guarda, perchè è meglio che andare al cinema.
Son soddisfazioni.
 
Comunque, a proposito di tatuaggi, l'impegno concreto del giorno è riuscire ad uscire dall'ufficio ad un'ora decente, e passare dal tatuatore, per il prossimo.
 
 

65 commenti:

  1. no dai, ti prego, un sole con gli occhiali sulla tetta, no!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sole con gli occhiali su una tetta... il tuo pusher è uno bravo eh!!!

      Elimina
    2. ma va, pensa che è tutta farina del mio sacco!

      Elimina
    3. e va beh, vorrà dire che risparmi un mucchio di soldoni! ( sempre vedere il lato positivo delle cose)

      Elimina
    4. Comunque no, niente tatuaggi sulle tette. non mi sono mai piaciuti. se fossi un uomo il discorso sarebbe diverso.

      Elimina
  2. non colorato però, pepppiacere, un bel tribale e morta lì. Tiz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, vabbè. nessuno che si preoccupa se dal dentista è andato tutto bene? :)

      Elimina
    2. sei qui, scrivi, dal dentista sarà andato tutto bene no?

      Elimina
    3. e secondo me, può andare pure meglio (ammesso che sia un omino trombabile!)

      Elimina
    4. @miele: ah, giusto. non ci avevo pensato!

      @amore: ma quando mai?

      Elimina
  3. Ma sai che è da un po' che ci penso anch'io? Non al dentista... al tatuaggio! Ma 'sti tribali non li posso tanto vedere, che mi fanno tanto Robbie Williams. E io odio Robbie Williams!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh, pure io mi farei tanto Robbie Williams, se è per quello.
      comunque mica esistono solo i tribali, eh?
      quando vuoi fammi un fischio, che ti accompagno io.
      ti fidi di me? :)

      Elimina
    2. Facciamo che ti accompagno a fare il tuo, così nel frattempo guardo un po' in giro! ;)

      Elimina
    3. ok, facciamo così. :)

      Elimina
  4. Per il 90% i tribali tutto sono fuorché veri tribali! Giuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se per tribale intendi il vero tatuaggio polinesiano effettuato col tatatu... beh, te credo! Dev'essere parecchio dolorosa quella tecnica. Non credo che riuscirei a farmi venir voglia di provare.

      Elimina
    2. Non parlo della tecnica, ma proprio del disegno. La maggior parte sono temi grafici inventati e spacciati per tribali.

      Elimina
  5. mah... contenta tu...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. riferito a cosa, esattamente? :)

      Elimina
    2. Ai tatuaggi. Soprattutto quelli estesi.

      Elimina
    3. a me sono sempre piaciuti, e, anche se i miei sono tutti molto piccoli, l'idea di una bella mezza manica, appena trovo l'ispirazione, ce l'ho da un pezzo.

      Elimina
    4. piccoli?
      Io ho un'idea diversa del piccolo!
      D'ora in poi farò le dovute proporzioni quando mi parlerai di qualcosa... ehm!

      Elimina
    5. ah ah ah ah ah ah!
      scusa, ma mi hai fatto troppo ridere! :)

      e comunque dai, son mica enormi.

      Elimina
    6. ok, ma piccolo è un'altra roba.
      Tra piccolo ed enorme c'è un abisso.
      Che non sembra, ma le dimensioni contano signora mia e se ciò che per te è piccolo per me non lo è, si spiegano certe diversità di vedute, ecco!!!
      :)))

      Elimina
    7. ah, ma che le dimensioni contano io lo sostengo da sempre. è che siamo buone, e agli uomini facciamo credere il contrario... :)

      Elimina
  6. io ho appena disdetto l'appuntamento dal dentista....che a me manco fa ridere...
    Dove lo farai il prossimo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' che son così cialtrona che riesco a ridere un po' ovunque. soprattutto quando non dovrei. :)

      Attorno ad un altro tatuaggio che ho già in zona iliaca.

      Elimina
  7. Odio con tutta l'anima la pappina per il calco che ti mette in bocca il dentista! Conati ogni volta! Ma vabbè...
    quanto al tatuaggio sono anni che ci penso e ancora non ho trovato il soggetto giusto...
    certo il sole con gli occhiali sulla tetta mi pare un filino eccessivo ma tutti i gusti son gusti è!
    p.s. La frase "arrivare a casa e lucidare i vibratori" è da DIECI!!!!Mi hai piegato dal ridere!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lascia stare, è una sensazione terribile! Quella di ieri era di un bel verde bottiglia, quella della volta precedente invece era gialla, e secondo me pure aromatizzata alla banana.... non ti dico nient'altro!

      per il tatuaggio prima o poi l'ispirazione arriva. a me arriva anche troppo spesso, a dire il vero. molte però se ne vanno senza lasciare traccia. poi c'è quella che continua a tornare, sempre uguale, e allora capisci che è quella giusta, e vai.

      Elimina
  8. Se lo fai in zona iliaca occhio che il tatuatore non ci faccia la cresta.
    A me mi partono sempre i rolling stones a parlar di tatuaggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. traduci "fare la cresta" a questo ingenuo donnino, per favore. :)

      Elimina
  9. ma il conteggio aggiornato, quanti ne dà?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarebbero 8, ma siccome l'ultimo è stato un cover-up ne conti solo 7. che è anche il mio numero preferito.
      e il tuo commento per qualche strano motivo si era nascosto fra lo spam. chi devo andare a picchiare?

      Elimina
    2. dici che è colpa sua? vado a informarmi.

      Elimina
    3. qualsiasi cosa tu abbia fatto, ha funzionato :-)

      Elimina
    4. E pensa che ho fatto tutto a mia insaputa! ;)

      Elimina
    5. quando una è un genio... :-)

      Elimina
    6. stai parlando con me? :)

      Elimina
  10. beh mi sa dovresti proprio metterli su youtube questi dialoghi dentistici...
    (però comfesso che questo tatuaggio della foto lo trovo tremendo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. magari provvedo la settimana prossima... :)

      mah, a me non dispiace. su un uomo, ovviamente.

      Elimina
  11. io di tatuaggi non ne ho ma se contiamo che i miei figli in tutto ne hanno na decina...e io a spalmare la crema ogni volta e levare le crosticine sulle magliette ...uff..ma se non avessi una fottuta paura del dolore...me lo farei è che so una cagasotto io...pure dal dentista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cura post-tatuaggio è la parte più pallosa, diciamocelo...
      Per il dolore - che ovviamente è soggettivo - non saprei dirti. io a volte lo trovo quasi piacevole.
      Ho detto A VOLTE. e ho detto QUASI... :)

      Elimina
  12. L'ispirazione sta tornando anche a me, di solito torna regolare ogni 2 o 3 anni e mi fa espandere il primo che feci tempo fa.
    Sogno una mezza manica che parte dalla spalla e si ferma sopra il gomito, poi mi toccherebbe lavorare sempre in maniche lunghe anche a 40 gradi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è esattamente quello che voglio io, dalla spalla al gomito. poi veramente il mio capo è la volta che me se incula con la sabbia.
      che già quando ho fatto l'ultimo mi ha detto "n'artro? ebbasta, che c'hai n'età!"

      Elimina
    2. qui son troppo bacucchi, hanno mandato via gente per molto meno.
      carino il capo, a lui con la sabbia dovrebbero fargli un tebori

      Elimina
    3. uh. che il mio rimpianto più grande è di non essermi fatta tatuare quando sono stata in Giappone... :(

      Elimina
    4. eh. appunto. sono stata cazziata anche dal mio tatuatore.

      Elimina
  13. card.napellus10/10/12, 19:01

    Il mio vecchio cavadenti, che è andato in pensione, mi faceva morire dal ridere. Quello attuale è una persona normale. Il pezzo meglio è Silvestra, l'igienista dentale. Una con cui parleresti per ore, davvero. Non sarà una gran topa, ha più o meno la mia età, ma è carina. Un'amica di mia nipote è un'abile tatuatrice, ha svariati ammenicoli appesi qua e là, due buchi da un centimetro di diametro nei lobi degli orecchi bordati di nero ed è una gran figa. (Potrebbe essere mia figlia, ma questo non mi esenta da tali commenti). Ciao!!!

    RispondiElimina
  14. Ma fa male? No perché io avrei un tatuaggio figo figo in mente da farmi ma ho paura di soffrire. Sono una donnetta, vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, la percezione del dolore è talmente soggettiva che non posso dirti nè sì nè no. Poi molto dipende dalla zona del corpo, dalla grandezza del disegno, dalla mano del tatuatore...
      Cosa avresti in mente?

      Elimina
    2. e dai dee, diglielo.
      che fa malissimo.
      o glielo dico io??

      Elimina
    3. Ah ah!
      Ma no, dai!
      Io volevo che affrontasse le sue paure! ;)

      Elimina
    4. Ma il dolore dei tatuaggi è uno di quei "dolori belli", che poi quando passa non vedi l'ora di farne un altro :-)

      Elimina
  15. Risposte
    1. In un pianeta con altre forme di vita probabilmente sì.
      Però è simpatico, eh? ;)

      Elimina
  16. Il tuo post mi ha rallegrato la serata, grazie.
    Mi piacerebbe vedere tutti i tuoi tatuaggi ...
    in cambio, per ognuno, offro una bottiglia di vino del mio paesello (ottimo e famoso docg).
    Buoni sogni (non sul divano). Sheltering

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sheltering, tesoro!
      A una bottiglia a tatuaggio rischio il coma etilico. A meno che non si faccia una cosa a puntate!!! :)

      Elimina
  17. Anch'io ultimamente ho un rapporto molto stretto col dentista, che poi è una lei, fanatica dell'anestesia, per ogni carie mi addormenta mezza faccia fino alle orecchie. Purtroppo pero' l'effetto benefico non agisce sul portafogli :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per fortuna a questo giro l'anestesia mi viene risparmiata... che poi quando esco e mi accendo una sigaretta mi sento tanto disagiata! :)

      Elimina