12 settembre 2012

Simpatia, portami via.

Sono così integrata nel "mio" gruppo vacanze che stamattina, avvicinandomi alla ragazza che distribuiva il visto per entrare in Turchia, lei mi ha guardato con le pupille a ? e mi ha detto "no, qua è per chi fa parte del gruppo, non credo ti interessi". Le ho risposto "purtroppo sì" e lei - inutilmente mortificata - ha iniziato a scusarsi. Le ho detto che non era il caso, anzi. Per farla breve, oggi siamo espatriate un attimo a Bodrum, in Turchia. L'apoteosi del tarocco più o meno taroccato.
Io e la bionda non ci siamo fatte prendere dall'entusiasmo e ci siamo dedicate alla visita del castello dei cavalieri di San Giovanni. Bello. Ben conservato. Con un sacco di reperti interessanti. A volte sembrava di essere in un labirinto. E a volte potevi incontrare dei pavoni. Che non avevano alcun interesse a fare la ruota. Che con questo caldo dev'essere anche faticoso, io li capisco. Pure io mi sono autoesentata dallo sculettare sul tacco 12.
Uscite dal castello ci siamo infilate nei vicoli gremiti di negozi. E di gente che gremiva i negozi che gremivano i vicoli.Tutti alla ricerca dell'affare della vita.
E di sicuro di affari ne faranno. I negozianti che gestiscono i negozi che gremiscono i vicoli gremiti dalla gente.
Noi ci siamo fermate a mangiare kebab. Che in Turchia ci sta.
E in Turchia ci sta anche che nel posto in cui mangi non servano alcolici. Per fortuna non è una regola universale, e prima di rientrare a Kos abbiamo potuto berci una Efos. Che assaggiare la birra locale è quasi un obbligo morale.
E dopo aver visto gente che è riuscita a comprarsi un trolley leopardato ho capito che al peggio non c'è mai fine. Ed è per questo che non sono ancora le 22.00 e io e la bionda siamo in stanza a guardare CSI.

28 commenti:

  1. Che tristezza, senza neanche un divano per addormentarsi guardando la tv...!!!

    RispondiElimina
  2. E chi te l'ha detto che non c'è il divano? :)

    RispondiElimina
  3. Non è che posso fare tutto io, sono in ferie, aveò pure il diritto di riposarmi, no?

    RispondiElimina
  4. Certo! Spegni il telefono, allora ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. E poi come li molesto gli uomini? Coi segnali di fumo? ;)

      Elimina
    2. Non autoesentandoti dallo sculettare sul tacco 12, ad esempio... :)

      Elimina
    3. Da lunedì ricomincio, non temere. :)

      Elimina
    4. Saremo qui ad attenderti, chi con gli striscioni, chi col bandierone, chi col red carpet srotolato! :)

      Elimina
    5. Qualcuno che voglia pulirmi casa, piuttosto, non c'è?

      Elimina
  5. in fin dei conti eravamo sotto lo stesso cielo, mentre guardavamo CSI!

    RispondiElimina
  6. Due anime gemelle, in pratica! :)

    RispondiElimina
  7. Ma il trolley leopardato, di che marca era?

    RispondiElimina
  8. Non ne ho la più pallida idea. Dici che è importante?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a beh, se vai in Turchia è per comprare cose false di marca! Ci sono posti dove fanno pelletteria, in cui il lunedì scegli sul catalogo di Chanel o di LV la borsa, e loro al venerdì te la danno fatta :) Comunque le paghi eh... invece quelle robe lì sono dozzinali con su il marchio finto, ma le vedi lontano un miglio che non sono vere.

      Elimina
    2. Ho visto certe borse che erano oggettivamente perfette, pelle di ottima qualità compresa. Il prezzo di partenza è abbastanza alto, ma se contratti riesci a fare ottimi affari.
      Ma non avevo voglia di impegnarmi seriamente.

      Elimina
  9. Gioisco all'idea di non avere un CRAL...anche se il Kebab, bhe l'avrei assaggiato volentieri

    RispondiElimina
  10. Ci sono anche dei vantaggi, eh? Tipo la tessera ACI a 10€. Che a pensarci bene è il motivo principale che mi ha spinto ad iscrivermi.
    E quel kebab era ottimo proprio! ;)

    RispondiElimina
  11. mi son preso la libertà di includere il tuo blog nei preferiti.
    la colpa, nel caso, è tutta di middle. sallo.

    RispondiElimina
  12. Hai fatto benissimo, sallo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bene, adesso che siamo amici posso finalmente chiedertelo (probabilmente l'avrai già detto e spiegato, consideriamola una piccola concessione ad un novizio ok?):
      ok. bene: ma quando non viaggi meni lo stesso?

      Elimina
    2. Ah ah ah ah!
      Sai che non avevo mai considerato questa chiave di lettura?

      Elimina
  13. La spiegazione "seria" è molto più banale. In origine il blog si chiamava "viaggiando". Poi, per una serie di cose ho ridotto la durata e la frequenza dei viaggi, e mi è sembrato corretto modificare il titolo del blog. Che noi pignole siamo pignole mica per niente! :)

    RispondiElimina
  14. Ridotta la frequenza? Quando? :))

    RispondiElimina
  15. In effetti adesso potrei tornare a chiamarlo di nuovo viaggiando. Ma meglio di no, per scaramanzia.

    RispondiElimina
  16. che ne diresti di un ambiguissimo "viaggiando (non meno)"?

    RispondiElimina
  17. Che ne dici di viaggiando più o meno ?? :) a proposito di kebab io lo adoro; a catania c'é un posto dove lo fanno benissimo e vado spesso a farmi una scorpacciata, tra l'altro a bassissimo costo, che di questi tempi non guasta... Ciao bimba bella, un abbraccio

    RispondiElimina