5 settembre 2011

Grazie, ho trascorso una serata veramente meravigliosa. Ma non è questa.

Invece sabato sono andata al cinema e ho visto “Ruggine”.
E non so.
Cioè, non è che sia un film brutto. Ma un bel film è diverso.
Che io lo sapevo che quando siamo passate a salutare Toni, e fermandoci a parlare al tavolo di due avventori uno di questi, accento ammericano e faccia alessandropreziosiggiante, ci ha detto “ci sono due posti liberi”, avremmo fatto meglio a sederci. E invece.
Siamo andate al cinema. E abbiamo visto “Ruggine”.
Che non è un brutto film, ma nemmeno bello. Anche se Mastandrea e Timi sono bravi, la Solarino è bella e Accorsi è… beh, nel film c’è anche Accorsi, ecco.
Però dopo il film siamo tornate da Toni per l’ultimo bicchiere, e, abbiamo passato il tempo parlando di Bruce LaBruce, Wong Kar-Way e film misconosciuti ai più. A me soprattutto.
Poi arrivò la domenica. Con la pioggia, come da previsioni.
E io e la bionda si scese in Langa, per una giornata in compagnia.
Un pranzo in terrazza. Un panorama splendido. Ci fosse stato il sole.
Un filetto al barolo, dei porcini, un Conca Tre Pile che era uno spettacolo, un poker di dolci, e il caffè, che abbiamo deciso di ammazzare spostandoci qui.
Cameriere carino. Molto.
Ordino un Caroni, ma dopo un po’ arriva il cameriere, sempre quello carino, a dirmi che non ce n’è abbastanza, così chiedo uno Zacapa, che mi verrà servito nel suo splendido bicchiere.
Il quale, lo spendido bicchiere, suscita l’interesse a distanza di un... intenditore? un appassionato? un alcolista? un gentiluomo?
Vabbè. Suscita interesse. Punto.
Così la sottoscritta, indecisa se sfoderare il fascino o la faccia da culo, chiede al cameriere, sempre quello carino, se può portarselo a casa.
Il bicchiere, non il cameriere.
E ci riesce.
Grazie alla faccia da culo, presumo.
Magari la prossima volta punto al cameriere.
Poi si torna a casa, sotto la pioggia.
Ed è di nuovo lunedì.
Anche se non voglio.


11 commenti:

  1. dimmi che aravamo vicine. io non so dove ero, un paese di nome "CINZANO" PUò ESSERE?
    Grazie per la recensione, eviterò il film.

    RispondiElimina
  2. eh, mi sa che eravamo ad una 20ina di km! ;)

    RispondiElimina
  3. Quindi sconsigli il film e consigli il vino??????

    RispondiElimina
  4. ho fatto il week end in langa...urca come si mangia bene!!!!!!

    RispondiElimina
  5. @giliola: mah, a me il film non è piaciuto particolarmente, anche se l'idea era buona. sconsigliarlo no, perchè poi sai, è talmente soggettiva la cosa... però il vino sì, quello mi sento di consigliarlo decisamente! ;)

    RispondiElimina
  6. @chanel: mi fa piacere tu abbia apprezzato la "nostra" cucina!

    RispondiElimina
  7. Figo il bicchiere, anche se probabilmente io lo userei come vaso per le piante... e ottima la recensione, non che avessi intenzione di vedere il film di cui parli, ma giusto per sapere. Io sono molto più banale nei film... tipo Bad Teacher con Camerun Diaz!!!! Sono elementare io!!!

    RispondiElimina
  8. @libby: sì, effettivamente il bicchiere è un bell'oggetto... ma fingerò di non aver letto l'uso improprio che ne vorresti fare! ;)

    Bad Teacher lo voglio vedere pure io, comunque, che il trailer mi ha divertito, e poi sembra abbastanza scorretto da piacermi!

    RispondiElimina
  9. io non avrei perso tempo con il bicchiere e mi sarei portata via direttamente il cameriere (che fa pure rima)

    RispondiElimina
  10. @mammamatta: una cosa per volta... :)

    RispondiElimina
  11. un'altra cosa da gustare per quando questa benedetta dieta sarà finita........ mi mancano ancora cinque chili e mezzo!!!!!!!!!

    RispondiElimina