2 marzo 2011

soffro lo stress, soffro lo stress sono stanca e fuori forma

Non è vero, sono in forma smagliata.
Un po’ stanchina, forse. Che l’umore altalenante della poison-mamma non mi sia di aiuto è un dato di fatto.
Lunedì era di nuovo lacrime e disperazione, ieri sera a cena ha riso per ben tre volte.
Che ogni tanto mi viene in mente quella vecchia barzelletta della ragazzina che ammazza i genitori per poter partecipare alla cena degli orfanelli...
Comunque lunedì sera ho fatto un salto a casa dello psichiatra che ha in cura mamma, che le ha prescritto delle nuove pastiglie a dosaggio più elevato rispetto alle attuali e quindi ieri, nelle mie appassionanti pause pranzo, ho fatto un salto in farmacia a prenderle.
Ovviamente non c’erano, sarebbero arrivate nel pomeriggio. Quindi ieri sera, mentre tentavo di fuggire dall’ufficio per riuscire ad arrivare in palestra in tempi utili per l’inizio della lezione, ho fatto tappa in farmacia. Dopo un inutile giro dell’isolato ho avuto una gloriosa botta di culo nel trovare parcheggio davanti all’entata della farmacia stessa. Peccato che all’interno, in attesa prima di me ci fosse una mezza dozzina di persone, tutte con la prontezza di riflessi di una spugna marina… Finalmente esco con i miei medicinali e salgo in auto, direzione palestra.
Visto che il parcheggio in quella via è cosa ambita, una signora Musamunita (o mussamunita, come preferite) non crede ai suo occhi e decide che quel posto deve essere suo.
E fin qui niente di male.
Intelligenza vorrebbe che, trovandoci in una via a doppio senso di marcia intensamente trafficata, tu che vuoi parcheggiare al mio posto ti metta dietro di me, in modo da farmi uscire, per poi avanzare, far manovra ed entrare nel parcheggio.
Ma siccome l’intelligenza è stata distribuita ad minchiam, e quando è successo la signora stava cercando parcheggio, ella decide di fermarsi in doppia fila davanti a me. Dopo averle lampeggiato un paio di volte dicendole di andare indietro e mandandola mentalmente a fare in culo, senza ottenere alcun apprezzabile risultato, ho dovuto aspettare che dall’altra parte non arrivasse nessuno (cosa che, in via San Donato, alle 17.40 di un giorno feriale, è evento frequente quanto l’apertura delle acque del Mar Rosso) onde evitare un frontale col 59, uscire evitando la mussa in musa e invadere la corsia contromano.
Superandola l’ho salutata con un dito solo.
E non era il pollice.

13 commenti:

  1. Era il mignolino? Volevi fare pace?
    Uahuahuahuaha.... Però sei tu che invece di vedere il lato positivo della faccenda (aver trovato un parcheggio a botta di culo) ti soffermi sul negativo (non riuscire ad uscirne)...
    Su su, think pink!
    (Al solo pensiero della tua faccia schifata alla lettura della riga sopra, mi scompiscio....).

    RispondiElimina
  2. no, non era il mignolino, che al limite le avrei ficcato in un occhio... ma io il lato positivo lo vedo sempre: infatti non ho fatto un frontale col 59 e sono arrivata in palestra in orario, mica son cose da poco, no? :)

    RispondiElimina
  3. L'ultima volta che ho salutato col medio mi hanno minacciato di morte....

    RispondiElimina
  4. Vedo che cominci a capire come va il mondo... Ringraziare il cielo di tornare a casa vivi, questa è la grande gioia quotidiana...... :)

    RispondiElimina
  5. @ragno: solitamente mi astengo, metti mai che incontri un culturista incazzato... ma l'altro giorno proprio non ce l'ho fatta!
    @PRxT: sì, piano piano imparo, che quando divento grande voglio essere un donnino responsabile!!! (ppppppppppppppppr!) :-)

    RispondiElimina
  6. Questa pernacchia me la segno.

    RispondiElimina
  7. Ci racconti la barzelletta della cena degli orfanelli?

    RispondiElimina
  8. Dai che era l'anulare... le hai fatto vedere la fede... :D
    hauhauahuhauh

    RispondiElimina
  9. dato che oggi sono stata sbeffeggiata per i miei parcheggi sono solidale con la signora, ma solo un po' e solo oggi

    RispondiElimina
  10. mi fai morire dal ridere...
    ma stasera ci sei anche tu?
    MammaMatta

    RispondiElimina
  11. purtroppo no, non sono riuscita a organizzarmi per tempo (anche perchè ieri sera qua a torno c'era quasi una tormenta di neve, adesso c'è il sole!) ma mi sarebbe piaciuto parecchio! però la prossima volta che organizzate, un giro a milano lo faccio di sicuro!

    RispondiElimina
  12. Erano secoli che non pensavo a quella canzone.
    A suo tempo mi piaceva molto, ma non sarebbe stato "popolare" ammetterlo =)

    RispondiElimina
  13. @luca: anch'io in passato nemmeno sotto tortura avrei ammesso di ascoltare alcune canzoni... adesso, che te lo dico a fare, me ne frego! :) e comunque la canzone che cito io la trovo simpatica e orecchiabile...

    RispondiElimina